I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Museo Benozzo Gozzoli si trova nel centro storico basso di Castelfiorentino (via Testaferrata), nel cuore dell'area commerciale e a pochi passi dalla Stazione ferroviaria.
Esso ospita alcuni importanti affreschi che il celebre artista fiorentino realizzò all'interno di due cappelle viarie, site cioè ai bordi delle strade e in origine coperte da una semplice tettoia che non era sufficiente a proteggere gli affreschi dalle insidie delle intemperie.
Dopo il distacco dai siti originari e due interventi di restauro, gli affreschi si possono oggi ammirare nel loro integrale splendore all'interno del Museo, dove sono state puntualmente riprodotte le dimensioni reali dei tabernacoli che un tempo li ospitavano: il Tabernacolo di Madonna della Tosse, del 1484, e quello della Madonna delle Grazie del 1490-91, detto anche della Visitazione, che Benozzo Gozzoli realizzò insieme ai suoi collaboratori.

Il Museo ha il compito di conservare e valorizzare il patrimonio artistico, storico, religioso ed etnoantropologico. Per tale motivo promuove, in proprio o in collaborazione con altri enti o istituzioni, iniziative volte alla divulgazione dei suoi tesori.

Il Museo BeGo organizza inoltre visite guidate animate, laboratori, percorsi didattici sul patrimonio storico artistico della Valdelsa fiorentina per scolaresche di ogni ordine e grado, bambini, adulti e famiglie. Il museo è interamente accessibile e dispone di percorsi tattili e audio per ipovedenti e non vedenti. Organizza laboratori mensili per persone affette da Alzheimer e chi se ne prende cura.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 27.200,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto prevede l'implementazione della comunicazione digitale e dei servizi all'utenza: implementazione sito web per una fruizione virtuale appagante con : video a 360°, storytelling del patrimonio non introduttivo ma esplicativo, utilizzo di immagini ad alta risoluzione. Sistema call-to-action attenzionali per la prenotazione della visita, acquisto di biglietti,attività educative, percorsi, prodotti del bookshop. Creazione di un social branding per la gestione in autonomia dei social network assicurando continuità di pubblicazione e sostenibilità interna. Sostegno post-emergenza Covid-19 alle scuole: creazione di contenuti scaricabili per svolgere attivitàeducative in autonomia sia a scuola che a casa; adeguamento della strumentazione per svolgere attività educative e laboratori in modalità classe virtuale con un'educatrice on line nelle sale del museo, realizzazione video educativi per la scuola. Realizzazione di un e-book per un'esperienza interattiva di apprendimento e per la la conoscenza e diffusione del patrimonio del Museo.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 200.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento è finalizzato al sostegno del Museo Benozzo Gozzoli e delle sue attività che si ripercuotono positivamente sulla nostra comunità favorendo il benessere sociale. Intendere gli spazi museali come luoghi accessibili a tutti costituisce inevitabile evoluzione dell'identità stessa di Museo. Non ci sono soluzioni univoche né soluzioni specifiche per i "piccoli" musei diverse da quelle per i "grandi"; c'è invece la determinazione di rispondere in maniera positiva alle esigenze dei pubblici. Ecco che parlare di accessibilità significa parlare di opportunità a livello globale. Un'opportunità che il Museo BeGo ha cercato di cogliere fin dal momento della sua inaugurazione, nel gennaio 2009, puntando ad un approccio totale nel superamento di barriere fisiche, sensoriali, cognitive e culturali, credendo in questa missione e lavorando nell'ottica di rete tra gli istituti culturali. Ogni anno il Museo offre una ricca proposta di incontri educativi rivolti alle scuole e al pubblico di famiglie con l'intento di creare un momento di aggregazione nella comunità locale. Da sempre il BeGo si è fatto promotore del coinvolgimento dell'intera comunità locale e degli istituti culturali della cittadina: dal Teatro del Popolo al Cinema Mario Monicelli, dalla Biblioteca Comunale alla Società Storica della Valdelsa, alle case di riposo per anziani, alle associazioni culturali, di volontariato e dei commercianti. Rendere il Museo "accessibile" vuol dire renderlo accogliente, permettendo a chiunque di esplorarlo con i propri sensi, ed è questa la nostra missione! Per un Museo sempre più attento alle necessità di tutti i cittadini; per un Museo sempre più centro di servizi; per un Museo da toccare, da immaginare e da vivere ogni giorno ... abbiamo bisogno anche del vostro aiuto!


NOTE Intervento archiviato