I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

ENTE CONCERTI DI PESARO

- cenno storico -

 L’Ente Concerti di Pesaro è stato costituito in data 16 giugno 1961 con rogito in data 26 maggio 1961 registrato a Pesaro il 16.06.1961 n. 2546.

Fin dal primo anno di attività ha beneficiato dei contributi del Ministero del Turismo e dello Spettacolo.

Ha realizzato concerti ai Teatro Rossini di Pesaro e nell’Auditorium Pedrotti del Conservatorio Statale di Musica.

Unitamente ai concertisti di fama internazionale, l’Ente ha programmato concerti, anche per manifestazioni collaterali, coinvolgendo i migliori diplomati del Conservatorio di Musica della città.

Dal 1977 l’Amministrazione Comunale contribuisce all’attività dell’Ente con una sovvenzione annuale e con la concessione del Teatro “G.Rossini” sede storica delle più importanti iniziative tra le quali, oltre alla Stagione Concertistica, quella del Rossini Opera Festival.

L’attività viene svolta in modo continuativo durante i vari mesi dell’anno ed ininterrottamente dall’epoca della fondazione di codesto Ente. Mediamente si è raggiunta la soglia della programmazione di 30 - 35 concerti annui.

Parallelamente alla Stagione Concertistica viene programmata attività divulgativa della cultura musicale attraverso,  guide all’ascolto, masterclass, etc.

Il legame con la città, la collaborazione con le Istituzioni ed Enti locali, provinciali e regionali, il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il favore accordato dal pubblico, la presenza costante e massiccia di spettatori, hanno permesso il riconoscimento di detta Stagione di Concerti quale principale manifestazione in campo concertistico della regione.

Grazie inoltre alla levatura degli artisti presenti nel cartellone e alle scelte musicali, numerosi figurano gli spettatori provenienti da altre regioni.

Oltre all’attività concertistica che si svolge al Teatro Rossini numerose sono le iniziative che investono altri luoghi storici della città e del territorio. 

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

DESCRIZIONE INTERVENTO

Si rinnova l’importante collaborazione con il Conservatorio Rossini di pesaro. Protagonisti di Musica a corte saranno infatti i giovani esecutori dell’Istituto pesarese in una serie di 7 interessanti appuntamenti da agosto a settembre. I talentuosi musicisti, selezionati per lo più fra i migliori allievi del Rossini, proporranno programmi musicali vari ed eterogenei che offriranno agli ascoltatori una panoramica variegata di generi e stili musicali, dal Settecento ai giorni nostri. I concerti si svolgeranno nel prestigioso cortile d’onore del Palazzo Ducale di Urbino, sede della Galleria Nazionale della Marche.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

DESCRIZIONE INTERVENTO

Si rinnova l’importante collaborazione con il Conservatorio Rossini di Pesaro. Protagonisti di Musica a corte saranno infatti i giovani esecutori dell’Istituto pesarese in una serie di 4 interessanti appuntamenti da giugno a luglio. I talentuosi musicisti, selezionati fra i migliori allievi del Rossini, proporranno programmi musicali vari ed eterogenei che offriranno agli ascoltatori una panoramica variegata di generi e stili musicali, dal Settecento ai giorni nostri. I concerti si svolgeranno nel bel cortile di Palazzo Mosca di Pesaro grazie alla collaborazione con Pesaro Musei.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il concerto inaugurale di martedì 19 ottobre è affidato alla grandissima pianista canadese Angela Hewitt, star della scena internazionale, che proporrà un programma che prevede l’esecuzione della Suite tratta dalla raccolta clavicembalistica del Dix-huitième Ordre di François Couperin, elegante, umoristica e seducente, e la Sonata n. 3 di Mozart. A seguire verranno presentate le pagine “bachiane” di cui la Hewitt è considerata la massima interprete pianistica, che comprendono il Preludio e Fuga in la minore BWV 894, la Suite Inglese n. 4 in fa maggiore, BWV 809 e infine la Passacaglia in do minore BWV 582. Giovedì 11 novembre al pubblico pesarese è riservata un’esperienza tanto affascinate quanto profonda con il duo BartolomeyBittmann e il loro progetto Dynamo. Autentici fuoriclasse in grado di esprimere una nuova concezione di concerto dal vivo, i due musicisti partono dal repertorio classico per oltrepassarne i confini verso la contaminazione con altri linguaggi musicali, il tutto con una forza creativa e una comunicativa inesauribili. Si prosegue domenica 21 novembre con la presenza di un altro grande artista, il violoncellista Enrico Dindo. La sua carriera dal 1997, anno in cui vince il Primo premio assoluto al Concorso Rostropovich, è in continua ascesa. Sono memorabili le sue esecuzioni del repertorio per violoncello con le più grandi orchestre del mondo. Il suo amore per la musica da camera lo ha portato ad una lunga collaborazione con Monica Cattarossi. A Pesaro saranno entrambi impegnati in un repertorio ardito che comprende l’affascinante Sonata op. 8 di Ernst von Donhanyi e la celeberrima Sonata in sol minore op. 19 di Sergej Rachmaninov. L’ultimo appuntamento del 2021 è quello che consacra la presenza a Pesaro di un violinista che ha fatto storia, Vadim Brodski. Discendente di Adolph Brodski, famoso per essere stato il primo esecutore del Concerto di Tchaikovsky, Vadim esordì a 11 anni come solista con la Kiev Philharmonic eseguendo il Concerto per violino di Kabalevsky sotto la direzione dello stesso compositore. Le tappe incredibili della sua carriera comprendono primi premi ai più grandi concorsi internazionali, tra cui il Paganini e il Winiawsky. Vadim Brodski è uno dei pochi violinisti al mondo a cui è concesso l’onore di suonare il Guarnieri del Gesù appartenuto a Nicolò Paganini. A Pesaro, in duo con Bartłomiej Wezner, presenterà pagine meravigliose di Brahms, Kreisler, Saint-Saens e la Sonata Primavera di Beethoven. Vadim Brodski condividerà il palcoscenico con la figlia Margherita, flautista giovanissima e di notevole talento, che per l’occasione eseguirà due brevi composizioni di Mercadante e Morlacchi.


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

“DURANTE FESTIVAL 2021”

Il titolo rimanda all’antico nome di Casteldurante ora Urbania. Durante Festival incrocia la grande musica che fa da sfondo alla rinascita culturale e turistica del nobile territorio del Montefeltro. Lo sfondo è Urbania, nel cuore della valle del Metauro, ricca di un patrimonio artistico-storico di qualità e di eccellenze paesaggistiche. La fioritura culturale dell’entroterra si pone dunque come una strategia di rinascita del territorio e gli organizzatori, ben coscienti delle potenzialità del Durante Festival, hanno sviluppato un ambizioso progetto in grado di incrementare in maniera determinante l’offerta culturale di eccellenza attraverso lo spettacolo dal vivo. Un programma di altissimo livello, che abbraccia artisti italiani celebrati a livello internazionale, un cartellone di cinque concerti che potrebbe a giusto titolo comparire per la sua qualità  nelle grandi capitali culturali.  Le locations degli spettacoli, di suggestione unica, sono il Palazzo Ducale di Urbania e il Barco  l’antica residenza del Duca di Urbino, eletto a parco venatorio e ristoro spirituale oltre che di svago fisico. 

04/07/2021 - Barco Ducale

JAVIER GIROTTO TRIO

Tango Nuevo Revisited

Javier Girotto sassofono

Gianni Iorio bandoneon

Alessandro Gwis pianoforte

Musica di Jerry Mulligan e Astor Piazzolla

 

18/07/2021 - Palazzo Ducale

QUARTETTO WERTHER

Misia Iannoni Sebastianini violino

Martina Santarone viola

Vladimir Bogdanovic violoncello

Antonino Fiumara pianoforte

G. Mahler Quartettsatz per archi e pianoforte in La minore 

L. van Beethoven Quartetto per archi e pianoforte in Mibop.16° (trascrizione originale del compositore del Quintetto per fiati e pianoforte op.16)

R. Schumann  Quartetto per archi e pianoforte in Mib op.47 

 

01/08/2021- Palazzo Ducale

JACOPO FULIMENI  pianoforte

F.Liszt 12 Studi trascendentali

13/08/2021 - Palazzo Ducale

El Dia Que Me Quieras

DUO FURIA – DEIANA

Fabio Furia bandoneon

Alessandro Deiana chitarra

 

08/09/2021 - Teatro Bramante 

MiCO & FABRIZIO BOSSO

Fabrizio Bosso – tromba

Michele Santoriello – basso elettrico

Davide Marini – pianoforte/synth

Massimo Valentini – sassofono

Paolo Sorci – Chitarra Matteo Salvatori – Percussioni

Christian Marini – Batteria

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Sarà Ivo Pogorelich, icona del pianismo mondiale, ad aprire la 61a Stagione dei Concerti. A fianco del protagonista del concerto inaugurale ecco gli altri pianisti in cartellone: Angela Hewitt che debutta a Pesaro, considerata tra le pianiste più conosciute a livello mondiale; Benedetto Lupo, impegnato nella prima parte dell’esecuzione integrale dei concerti per pianoforte e orchestra di Brahms.

Prestigiosi i violinisti e violoncellisti che si avvicenderanno, tra i quali Vadim Brodsky, pluripremiato, discendente di Adolph Brodsky famoso per essere stato il primo esecutore del Concerto di Tchaikovsky; Anna Tifu, straordinaria interprete del Concerto n.1 di Max Bruch con il quale ha debuttato a soli 12 anni al Teatro alla Scala; la giovane Lisa Rieder alla quale è affidata l’esecuzione integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven in una maratona di tre concerti in due giorni, un’opera monumentale affidata ad una giovane interprete di grandissimo talento, come gli stessi Gidon Kremer e Viktoria Mullava assicurano proprio in una lettera indirizzata all’Ente Concerti in cui esprimono ardenti apprezzamenti per le qualità musicali e tecniche di questa straordinaria e giovane interprete.

Il violoncello di Enrico Dindo torna a vibrare al Teatro Rossini in un programma squisitamente cameristico insieme alla pianista Monica Cattarossi con la quale condivide un sodalizio di lunga data; gradito anche il ritorno di Miriam Prandi, già ospite apprezzata della 57a Stagione dell’Ente Concerti, all’epoca nel doppio ruolo di solista al pianoforte e al violoncello, ora come violoncellista a fianco del giovane direttore Alessandro Bonato tra i protagonisti dell’ultima edizione del ROF.

Per la musica da camera: il duo composto dal flautista Massimo Mercelli con il pianista Lorenzo Bavaj, celebrati artisti pesaresi di adozione, che vantano un lungo sodalizio artistico; il Quartetto Werther, una delle più giovani e promettenti realtà nel panorama cameristico italiano; ed infine il recupero del concerto del Verona Baroque Consort che riunisce alcuni tra i maggiori artisti specializzati in questo ambito musicale.

La FORM - Orchestra Filarmonica Marchigiana consolida la sua presenza a Pesaro con esecuzioni raffinate e di grande successo.

L’ultimo appuntamento della stagione presenta il progetto “Gong. Il suono dell’ultimo round”, una metafora pugilistica che ha stimolato il trombettista jazz Luca Aquino, per l’occasione accompagnato da un nuovo trio e dal batterista Manu Katché, idolo di intere generazioni di amanti del jazz, rock, pop e fusion. Insieme racconteranno in musica le grandi storie della boxe: da Carnera a Muhammad Ali, passando per Sugar Ray Robinson, Nicolino Loche, Carlos Monzon, fino a Tyson con i contributi visual curati dal grande Mimmo Paladino, caposcuola della transavanguardia italiana, e i testi di Giorgio Terruzzi, annoverato tra le penne più brillanti e note del giornalismo sportivo italiano.