I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Nata del 1957, l'Associazione Amici della Musica di Padova, promuove la conoscenza, la diffusione e la passione per la musica. L'attività principale degli Amici della Musica è costituita dalla stagione concertistica organizzata ogni anno prima nella storica Sala dei Giganti al Liviano e ora all'Auditorium Pollini del Conservatorio di Musica di Padova.
 Queste stagioni sono ormai un punto di riferimento nella vita musicale della Città e della Regione ed offrono l'occasione di ascoltare i nomi più significativi del concertismo internazionale.

La grande tradizione del passato si rinnova secondo le linee di programmazione che affiancano la presentazione del repertorio alla ricerca; si sono così realizzati cicli di concerti a tema - integrati da mostre, seminari, conferenze - dedicati a vari momenti della storia, a stili, ad autori diversi.

Sensibile, in questi ultimi anni, è stata altresì l'attenzione dell'Associazione alle attività promozionali in città (concerti nei quartieri, concerti nelle scuole); l'Associazione si è anche molto impegnata per la realizzazione di forme di collaborazione e di coordinamento in città con l'Università. 

Nel 2003 l’'Associazione ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica da parte della Regione Veneto.

Ogni anno l'Associazione organizza oltre 90 appuntamenti con i più grandi interpreti internazionale, con una attenzione particolare ai giovani interpreti e al mondo della scuola.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 35.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Un pianoforte per Padova”, è il prestigioso progetto artistico che ruota attorno al pianoforte, lo strumento principe dell’Ottocento, al suo repertorio, ai suoi musicisti, ai suoi ascoltatori e seguaci. Simbolo del progetto  è il magnifico strumento gran coda Steinway & Sons, uno dei più antichi e prestigiosi marchi mondiali, acquistato dalla Fondazione su proposta degli Amici della Musica di Padova e a loro affidato perché sia messo a disposizione dei più prestigiosi artisti ospiti della città: alcuni dei più importanti pianisti della nostra epoca.

La valorizzazione dello Steinway gran coda attraverso concerti affidati ad interpreti prestigiosi è il punto di partenza di una azione culturale che si propone di promuovere presso un vasto pubblico (quale quello assicurato dall’alto livello artistico dei protagonisti dei concerti) la conoscenza e l’approfondimento dei maggiori compositori ed è di grande interesse l’attenzione ai repertori che comprendono i più grandi autori della letteratura pianistica.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 10.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Nel 2023 ricorrerà il Cinquantenario della morte di Gian Francesco Malipiero, uno dei più importanti compositori, a cavallo fra Otto e Novecento, nella cultura musicale italiana ed europea: un anniversario che sarà celebrato nella nostra Regione con iniziative legate alle città che più furono legate alla vicenda creativa ed umana del compositore: Venezia, Asolo, Treviso, ma anche  Padova.
A questa  ricorrenza  gli Amici della Musica di Padova dedicano il progetto  PATAVINA LUMINA - PADOVA PER GIAN FRANCESCO MALIPIERO, realizzato in collaborazione con lUniversità degli Studi di Padova e con ilConservatorio “Cesare Pollini”.

 RAGIONI DELL'INIZIATIVA
L'intenzione e l’ambizione del progetto è quella di portare alle celebrazioni un contributo originale, basato su temi di ricerca, nell’ambito degli studi su G.F.Malipiero, nuovi e quasi inesplorati fino ad oggi. Ricerca che riguarda prima di tutto il rapporto di Gian Francesco Malipiero con la città di Padova e le sue Istituzioni culturali e musicali. Sono gli anni (1936 - 1943) quelli che riguardano più direttamente il nostro progetto.
Nel 1936 Malipiero tiene per la R. Università degli studi di Padova un corso di Storia della Musica da marzo a maggio. È un corso che nasce a seguito del nuovo ordinamento degli studi dovuto al Ministro dell’Educazione Nazionale, conte De Vecchi di Val Cismon, che dispone anche che l’insegnamento venga affidato a G.F.Malipiero. “La storia della musica è entrata a far parte come insegnamento complementare di tutte le Facoltà di Lettere”, si legge nella presentazione del corso stesso. È un corso nel quale il tema delle singole lezioni riflette una concezione della storia della musica italiana strettamente legata alla poetica del compositore. Un impegno che Malipiero non manterrà negli anni dopo: “non ho potuto continuare quest’anno le mie lezioni“ - scriverà da Asolo l’8 gennaio 1937 - “perchè in dodici lezioni m'ero esaurito, cioè avevo detto tutto ciò che sulla storia della musica potevo dire”.
Successivamente (1939) si ricordano le lezioni sulla “Musica strumentale italiana dalle origini alla metà del secolo XVIII,” cui seguì nell’Aula Magna dell’Università un concerto di allievi dell’Istituto Musicale Cesare Pollini (28 aprile 1939).
Il corso del 1936 valse comunque a stabilire un rapporto con la città di Padova: per la città fu un avvenimento che Il Gazzettino di Padova il 4 marzo 1936 riportò scrivendo che Malipiero tenne la sua lezione facendo esempi al pianoforte. Malipiero viene nominato, il 1° settembre 1938, direttore dell’Istituto Musicale Cesare Pollini. È con questa direzione che Malipiero  avvia una collaborazione con la R. Università degli Studi di Padova ed il Rettore Carlo Anti, collaborazione che ha un epilogo simbolico: la composizione (1942) da parte di Malipiero della cantata Patavina Lumina che sarà diretta da Nino Sanzogno l'11 maggio 1943 in Sala dei Giganti.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 200.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Organizzazione di attività concertistiche da camera nelle diverse sale di Padova città e provincia: Auditorium Pollini, Sala dei Giganti (Palazzo del Liviano), Sala della Carità, Teatro alla Specola, Chiostro Albini e Sala del Romanino (Musei Civici agli Eremitani), Chiesa di S. Caterina, Chiesa di Ognissanti, Chiesa dell'Immacolata, Chiesa di S. Antonio Abate, Chiesa di S. Gaetano, Villa Frassanelle (Rovolon). Organizzazione di attività culturali a sfondo musicale (incontri con musicisti, conferenze, proiezioni di film)


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 30.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Un pianoforte per Padova”, è il prestigioso progetto artistico che ruota attorno al pianoforte, lo strumento principe dell’Ottocento, al suo repertorio, ai suoi musicisti, ai suoi ascoltatori e seguaci. Simbolo del progetto  è il magnifico strumento gran coda Steinway & Sons, uno dei più antichi e prestigiosi marchi mondiali, acquistato dalla Fondazione su proposta degli Amici della Musica di Padova e a loro affidato perché sia messo a disposizione dei più prestigiosi artisti ospiti della città: alcuni dei più importanti pianisti della nostra epoca.
La valorizzazione dello Steinway gran coda attraverso concerti affidati ad interpreti prestigiosi è il punto di partenza di una azione culturale che si propone di promuovere presso un vasto pubblico (quale quello assicurato dall’alto livello artistico dei protagonisti dei concerti) la conoscenza e l’approfondimento dei maggiori compositori ed è di grande interesse l’attenzione ai repertori che comprendono i più grandi autori della letteratura pianistica.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 40.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Un pianoforte per Padova”, è il prestigioso progetto artistico che ruota attorno al pianoforte, lo strumento principe dell’Ottocento, al suo repertorio, ai suoi musicisti, ai suoi ascoltatori e seguaci. Simbolo del progetto  è il magnifico strumento gran coda Steinway & Sons, uno dei più antichi e prestigiosi marchi mondiali, acquistato dalla Fondazione su proposta degli Amici della Musica di Padova e a loro affidato perché sia messo a disposizione dei più prestigiosi artisti ospiti della città: alcuni dei più importanti pianisti della nostra epoca.

La valorizzazione dello Steinway gran coda attraverso concerti affidati ad interpreti prestigiosi è il punto di partenza di una azione culturale che si propone di promuovere presso un vasto pubblico (quale quello assicurato dall’alto livello artistico dei protagonisti dei concerti) la conoscenza e l’approfondimento dei maggiori compositori ed è di grande interesse l’attenzione ai repertori che comprendono i più grandi autori della letteratura pianistica.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 36.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Un pianoforte per Padova”, è il prestigioso progetto artistico che ruota attorno al pianoforte, lo strumento principe dell’Ottocento, al suo repertorio, ai suoi musicisti, ai suoi ascoltatori e seguaci. Simbolo del progetto  è il magnifico strumento gran coda Steinway & Sons, uno dei più antichi e prestigiosi marchi mondiali, acquistato dalla Fondazione su proposta degli Amici della Musica di Padova e a loro affidato perché sia messo a disposizione dei più prestigiosi artisti ospiti della città: alcuni dei più importanti pianisti della nostra epoca.

La valorizzazione dello Steinway gran coda attraverso concerti affidati ad interpreti prestigiosi è il punto di partenza di una azione culturale che si propone di promuovere presso un vasto pubblico (quale quello assicurato dall’alto livello artistico dei protagonisti dei concerti) la conoscenza e l’approfondimento dei maggiori compositori ed è di grande interesse l’attenzione ai repertori che comprendono i più grandi autori della letteratura pianistica.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 200.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Organizzazione di attività concertistiche da camera nelle diverse sale di Padova città e provincia: Auditorium Pollini, Sala dei Giganti (Palazzo del Liviano), Sala della Carità, Teatro alla Specola, Chiostro Albini e Sala del Romanino (Musei Civici agli Eremitani), Chiesa di S. Caterina, Chiesa di Ognissanti, Chiesa dell'Immacolata, Chiesa di S. Antonio Abate, Chiesa di S. Gaetano, Villa Frassanelle (Rovolon), Villa Albrizzi (Este). Organizzazione di attività culturali a sfondo musicale (incontri con musicisti, conferenze, proiezioni di film)


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 200.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Organizzazione di attività concertistiche da camera nelle diverse sale di Padova città e provincia: Auditorium Pollini, Sala dei Giganti (Palazzo del Liviano), Sala della Carità, Teatro alla Specola, Chiostro Albini e Sala del Romanino (Musei Civici agli Eremitani), Chiesa di S. Caterina, Chiesa di Ognissanti, Chiesa dell'Immacolata, Chiesa di S. Antonio Abate, Chiesa di S. Gaetano, Villa Frassanelle (Rovolon), Villa Albrizzi (Este)


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 230.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'Associazione Amici della Musica di Padova promuove la musica classica sia per un vasto pubblico di appassionati e di interessati che per le giovani generazioni che spesso non hanno avuto modo di avvicinarsi a questo repertorio. Organizza una stagione concertistica a Padova e diverse Rassegne in città e provincia


NOTE Intervento archiviato