I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Piccionaia è una rete di professionisti (artisti, organizzatori, tecnici) impegnata nello sviluppo e nella diffusione del teatro secondo una visione condivisa: un teatro attento al presente, produttore di significati, capace di generare nuovi sguardi sulla realtà, luogo di crescita culturale e civile, in cui si praticano condivisione, confronto, pratica, riflessione ed emozione. Uno spazio fisico e mentale abitato da poetiche e linguaggi che mettono al centro l’innovazione e la relazione con lo spettatore attivo, partecipe e creatore di significati. Centrale è l’attenzione per le nuove generazioni, a partire dalle esigenze specifiche delle diverse età evolutive, dalla primissima infanzia all’adolescenza fino ai giovani, in coordinamento con le istituzioni del settore educativo e i soggetti educanti del territorio per l’emersione dei bisogni e una efficace capacità di convocazione. Come soggetto culturale, La Piccionaia è costante nel ripensare e verificare in ogni momento il senso del proprio agire, proiettando lo sguardo nel futuro e anticipando le istanze della collettività.

Le nostre attività principali sono:

  • produzione di spettacoli per l’infanzia, le giovani generazioni e il pubblico adulto
  • gestione di spazi teatrali in convenzione con le amministrazioni comunali
  • programmazione di rassegne di teatro contemporaneo e di rassegne per le nuove generazioni dedicate all’infanzia, ai ragazzi, agli adolescenti, ai giovani, alle famiglie e alle scuole
  • progetti di educazione teatrale per bambini, ragazzi, giovani, adulti, insegnanti, educatori, operatori sociali e artisti
  • progetti innovativi di fruizione delle performance teatrali legati alla sperimentazione sui nuovi linguaggi e con le nuove tecnologie
  • ideazione e sviluppo di progetti culturali territoriali
  • attività di formazione attraverso gli strumenti teatrali all'interno di contesti sociali, educativi, umanitari, aziendali
  • monitoraggio del territorio risorsa da valorizzare e attore di confronto, crescita e co-progettazione
  • creazione e partecipazione a reti per la ricerca, il monitoraggio, la progettazione, la produzione, l’organizzazione, la formazione

La Piccionaia è presente sull'intero territorio nazionale con le tournée degli spettacoli.

È presente in Veneto con la gestione di spazi teatrali in convenzione con le amministrazioni comunali: Teatro Astra Vicenza (410 posti, dal 1987), Teatro Villa dei Leoni Mira - VE (301 posti, dal 2000), Teatro Ferrari Camposampiero - PD (440 posti, dal 2016), Teatro di Mirano - VE (400 posti, dal 2013), Ridotto del Teatro Politeama  Marostica (78 posti, dal 2019), dove sviluppa programmazioni multidisciplinari.

Si occupa inoltre dell'ideazione e della realizzazione di progetti territoriali.  In particolare, progettazione e organizzazione di stagioni e progetti teatrali site-specific nei Comuni di Vicenza, Valdagno (VI), Santorso (VI), Marostica (VI), Padova, e di progetti nazionali ed europei.

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 65.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Luogo di incontro tra innovazione dei linguaggi, sperimentazione artistica e confronto intergenerazionale l’Astra di Vicenza è lo storico teatro gestito e curato dal Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia.  

In convenzione con il Comune di Vicenza e grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle attività culturali e della Regione Veneto, ospita Rassegne, Spettacoli, Progetti Culturali ed Educativi ed è uno spazio di creazione artistica e di aggregazione.

La mattina, il Teatro Astra di Vicenza è il luogo dell’educazione. Grazie all’articolato programma dedicato al mondo dei bambini, ragazzi, insegnanti ed educatori. 

Il pomeriggio, è il luogo della pratica e dell’approfondimento con i corsi realizzati con particolare attenzione alle giovani generazioni. Il venerdì e il sabato sera, è luogo del contemporaneo: grandi nomi nazionali e internazionali si alternano a giovani compagnie impegnate nella ricerca e nell’invenzione di nuovi linguaggi. Dal teatro partecipato alla performance, dalla narrazione ai linguaggi visivi, fisici e di danza, dalla tradizione alle nuove tecnologie.  

La domenica è il luogo della famiglia spazio di incontro e condivisione intergenerazionale dove vanno in scena fiabe della tradizione, ma anche racconti contemporanei, originali e inediti su tematiche significative.

D’estate è luogo di gioco e di divertimento con i Centri Estivi Educativi che propongono attività ludiche, laboratori, incontri con l’arte e con il teatro, e luogo dell’intrattenimento intelligente con un festival multidisciplinare in cui si alternano spettacoli teatrali a proiezioni, eventi di  danza, mostre e focus sull’arte visiva e dell’illustrazione, itinerari teatrali urbani e fluviali ed eventi trasversali adatti a tutte le età. 

La scelta degli spettacoli di cui si compongono i programmi del Teatro Astra di Vicenza, tutti di compagnie professioniste,  selezionate nei maggiori festival nazionali, viene eseguita in base a criteri di innovatività, significatività di tematiche e capacità di relazione con i diversi spettatori.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 35.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Fare teatro per e con le nuove generazioni è l’obiettivo che si pone ogni giorno, dalla sua costituzione nel 1975, la Cooperativa La Piccionaia.

Una missione fondante: già da subito riconosciuta dal Ministero come Centro di Teatro per Ragazzi, La Piccionaia è diventata poi Teatro Stabile di Innovazione per l’Infanzia e la Gioventù e, dal 2015, Centro di Produzione Teatrale.

 

Il progetto Nuove Generazioni a Teatro si traduce in proposte studiate specificamente per le diverse età evolutive, dalla primissima infanzia all’adolescenza fino ai giovani; costante coordinamento con le istituzioni e i soggetti educanti dei territori; ascolto dei bisogni e delle istanze delle nuove generazioni e dei loro adulti di riferimento per poter realizzare un teatro attento, produttore di significati, luogo di crescita culturale e civile, in cui si praticano condivisione, confronto, pratica, riflessione ed emozione.

Azioni concrete del lavoro de La Piccionaia in tal senso sono ad esempio l’organizzazione di rassegne di teatro per le famiglie e per le scuole di ogni ordine e grado; laboratori teatrali specifici per fasce d’età e intergenerazionali, centri estivi teatrali.

 

Attraverso il coinvolgimento della comunità educante, considerando i giovani come protagonisti e puntando alla rigenerazione della comunità, il progetto Nuove Generazioni a Teatro de La Piccionaia investe su:

  • Nuovo umanesimo tecnologico: esplorare come la tecnologia possa non essere una prigione ma uno spazio di espressione.
  • Relazione: il teatro come esperienza di communitas per costruire l’identità attraverso la relazione, nella differenza (tra generi, età, culture) portata a valore.
  • Arte relazionale: il bambino è soggetto e non oggetto e contribuisce alla creazione, in un contesto di reciprocità educativa (disponibilità ad educarsi educando)
  • Formazione: una progettazione educativa orientata all’elaborazione dei contenuti e alla acquisizione di strumenti per generare autonomia

 

L’impegno dedicato alle Nuove Generazioni a Teatro de La Piccionaia è trasversale a tutti gli spazi teatrali dove la Piccionaia progetta attività per l’infanzia e la gioventù: gestiti dalla Cooperativa (la lista è consultabile nel sito www.piccionaia.org).

 

Il progetto Nuove Generazioni a Teatro si propone azioni concrete di sviluppo del pubblico dell’infanzia e della gioventù e dei suoi adulti di riferimento, a partire dalle famiglie e dalla scuola; vuole fornire momenti e spunti di approfondimento sui percorsi spettacolari con, ad esempio, educational, presentazioni, lezioni spettacolo, incontri con gli artisti; vuole stimolare la partecipazione con un’offerta formativa che, a partire dai saperi teatrali, ampli le competenze personali e relazionali; intende creare momenti di aggregazione e riflessione partecipata sui temi proposti dal palcoscenico; vuole coinvolgere il pubblico con campagne di comunicazione mirate. Tutta l’attività è orientata al pubblico dell’infanzia e della gioventù, alle famiglie e agli insegnanti.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 4.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il teatro a scuola è un’esperienza fondamentalmente corale: non vi è distinzione tra attori e comparse, è il gruppo che conta sia nel percorso laboratoriale sia nella rappresentazione. Fare teatro è fondamentalmente per conoscersi e riconoscersi condividendo la stessa passione.

            Con questo spirito dal 27 aprile al 24 maggio 2020 presso il Teatro Astra di Vicenza si terrà la VICENZA DRAMA FESTIVAL, una rassegna dei laboratori di otto Istituti Superiori di Vicenza e provincia: dai licei “G.B. Quadri”, “A. Pigafetta”, “A. Fogazzaro”, “G.G. Trissino” di Valdagno, “G.B. Brocchi” di Bassano del Grappa, agli Istituti “A. Rossi”, “Boscardin” e “A. Da Schio”.

            Il Festival nasce dalla sinergia fra questi Istituti e La Piccionaia che, in modo corale così come nei laboratori scolastici, lavorano per valorizzare reciprocamente le preziose esperienze di tutti coloro che credono nel valore formativo del teatro con la scuola.

            Per questo il Vicenza Drama Festival intende essere una festa, non un concorso, vuole privilegiare la collaborazione più che la competizione, proprio perché fare teatro è fondamentalmente conoscersi e riconoscersi condividendo la stessa passione.

            In questa prospettiva, non ci saranno premi per una scuola o riconoscimenti per certi attori, ma la passione degli studenti delle varie scuole potrà essere premiata con una condivisione anche dopo il Festival, attraverso la partecipazione ad uno stage intensivo con la compagnia professionista del Teatro delle Albe che si terrà dall’8 al 13 giugno.

             Le otto scuole promotrici del Vicenza Drama Festival stanno formalizzando la costituzione di una Rete di scuole per dare continuità a questo modo mettere in relazione scuola e teatro, disinnescando logiche competitive e favorendo l’incontro e la condivisione di attività formative per studenti, docenti ed esperti.

            In prospettiva, il Festival intende prevedere un percorso condiviso e declinato poi originalmente nelle varie scuole accompagnato da una serie di attività formative ed eventi collaterali, diffusi nelle scuole e per le scuole.