I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Casanatense nasce dalla volontà del cardinale Girolamo Casanate (1620- 1700), che dispose il lascito, ai domenicani di S. Maria sopra Minerva di Roma, della sua biblioteca di 20.000 volumi e rendite per creare e incrementare una biblioteca pubblica, da intitolare a suo nome.

Progettata da A. M. Borioni, la Casanatense aprì al pubblico il 3/11/1701, ma nella forma odierna giunse nel 1725. Una sala di vaste dimensioni, austera ed elegante, con doppio ordine di scaffali, scandito ancora oggi da cartigli con indicazioni delle diverse scienze e discipline. La Casanatense divenne una delle più importanti biblioteche; in essa erano rappresentati tutti i rami del sapere. Nel 1884, dopo una lunga causa, la Casanatense passò allo Stato.

Oggi essa svolge funzione di biblioteca di conservazione e di ricerca in ambito di studi storico-religiosi e filosofici, di storia della Chiesa, della scienza, della musica e del teatro, (particolarmente sec. XVII e XVIII), di grafica, di codicologia e di storia del libro: circa 400.000 unità di cui circa 7.000 manoscritti, 2.200 incunaboli, prime edizioni e placchette, circa 13.000 cinquecentine, oltre 70.000 editti e bandi pontifici, 1.850 testate di periodici (dal XVII al XX secolo) di cui 150 correnti, circa 30.000 incisioni sciolte e disegni.

La Casanatense - oltre che nel lavoro corrente - è impegnata in attività di restauro e conservazione del patrimonio librario, in progetti di recupero del pregresso con attività di digitalizzazione, nell'organizzazione di eventi (istituzionali e in conto terzi), nell'attività espositiva (oggi anche "virtualmente"), nella divulgazione del proprio patrimonio attraverso pubblicazioni che trattano di volta in volta argomenti diversi.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

attività di conservazione

didattica

attività di valorizzazione

 

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 8.200,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Lotto 1 è composto da libri a stampa e libri manoscritti dal sec. XV al sec. XVII.

 

Lupus Didacus, Sidereum Diadema novem a stellis circumtextum invidiosum Ariadnae simulacrum [...], 1655 - 1667 libro manoscritto  (collocazione Ms. 1059)

Brahe, Tycho, Tabulae Rudolphinae... 1627 libro a stampa (collocazione L.X.36)

Nicolaus Copernicus, De revolutionibus orbium coelestium, libri VI. Basileae, ex Officina Henricpetrina, 1566  (collocazione  II.XII.65)

Diego de Zuniga, Didaci a Stunica Salmanticensis eremitae Augustiniani In Iob Commentaria, 1591 libro a stampa  (collocazione KK.VII.32)

 

A seconda dello stato di conservazione dei singoli oggetti, gli interventi di restauro invasivo e non su questo materiale bibliografico prevedono la sostituzione della coperta in pergamena, lo smontaggio con nuova cucitura e indorsatura, fissaggio dell'inchiostro, interventi di deacidificazione delle carte, sutura tagli, reintegrazione lacune,  ripristino di margini frastagliati.