I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

LIFE ON MARSH 2020. Pontinia città di fondazione spazio del contemporaneo

Raccontare e promuovere un territorio è una operazione che usualmente si ancora al passato. Per il territorio pontino il passato è elemento tuttora in divenire: la sua storia è segnata da una delle maggiori opere di urbanizzazione del ‘900:la bonifica delle paludi e l'insediamento dei coloni arrivati dal nord-Italia. 

Pontinia è l’unica tra le Città di Fondazione in cui è ancora sensibile il rapporto tra contesto naturale, rurale ed urbano all’origine dello spaesamento metafisico che accomuna la totalità dei linguaggi del contemporaneo.

Il progetto del Teatro Fellini, il teatro della città e di prossimità per i comuni limitrofi, si ispira alla naturale vocazione del territorio alla contemporaneità, in cui la dimensione sociale è materia mutevole e difficilmente afferrabile. In tutto questo il teatro riassume il ruolo primigenio di spazio della partecipazione, strumento di comprensione del reale e luogo della consapevolezza.

 LIFE ON MARSH è il mezzo di costruzione di un rapporto attivo con il consumo culturale. Particolare attenzione è rivolta ai giovani, alle scuole e ai percorsi formativi. La condivisone dei processi creativi è la formula di avvicinamento alla produzione culturale, elemento quasi del tutto assente nel territorio di intervento.

Interventi

1. Scuole: Scoprire il Palcoscenico

  • Stagione Teatro Ragazzi: 11 spettacoli
  • Seminari con gli alunni: un percorso declinato in base alle età che parte dalla conoscenza del teatro quale luogo di rappresentazione e sonda i linguaggi attraverso incontri preparatori alla visione e successivi alla stessa
  • Seminari con i docenti: una prima fase incentrata sulla storia del teatro con particolare attenzione alle avanguardie italiane; la seconda dedicata alla costruzione di una didattica della visione attraverso la condivisione di procedimenti e tecniche finalizzati alla formazione dell’alunno come spettatore teatrale

2. Giovani: Dentro il palcoscenico

  • Incontro il teatro: ciclo di laboratori con le compagnie ospitate nel cartellone e orientato ai nuovi linguaggi della scena
  • Costruire Teatro: le arti applicate. Come tradurre in teatro l’opera di un autore. Si prevede un percorso partecipativo volto alla conoscenza delle professionalità legate allo spettacolo dal vivo che si tradurrà in una performance/spettacolo. Il laboratorio avrà una linea tematica legata al ‘900 e ad uno dei drammaturghi maggiormente rappresentativi: Pirandello o dell’”Homo absurdus”.

3. Audience Development: Guardo, ascolto, dico. “Al posto dello spettatore”

Nella convinzione che il consumo consapevole di spettacolo sia mezzo di crescita individuale e collettiva si realizzeranno:

  • un ciclo di incontri preliminare alla visione degli spettacoli attraverso lezioni frontali
  • una attività di confronto ex post realizzata grazie alla creazione di una “Community web” progettata appositamente sulle piattaforme social e collocata sul sito istituzionale del teatro

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Raccontare e promuovere un territorio è una operazione che usualmente si ancora al passato. Per il territorio pontino il passato è elemento tuttora in divenire: la sua storia è segnata da una delle maggiori opere di urbanizzazione del ‘900:la bonifica delle paludi e l'insediamento dei coloni arrivati dal nord-Italia. 

Pontinia è l’unica tra le Città di Fondazione in cui è ancora sensibile il rapporto tra contesto naturale, rurale ed urbano all’origine dello spaesamento metafisico che accomuna la totalità dei linguaggi del contemporaneo.

Il progetto del Teatro Fellini, il teatro della città e di prossimità per i comuni limitrofi, si ispira alla naturale vocazione del territorio alla contemporaneità, in cui la dimensione sociale è materia mutevole e difficilmente afferrabile. In tutto questo il teatro riassume il ruolo primigenio di spazio della partecipazione, strumento di comprensione del reale e luogo della consapevolezza.

 LIFE ON MARSH è il mezzo di costruzione di un rapporto attivo con il consumo culturale. Particolare attenzione è rivolta ai giovani, alle scuole e ai percorsi formativi. La condivisone dei processi creativi è la formula di avvicinamento alla produzione culturale, elemento quasi del tutto assente nel territorio di intervento.

Interventi

  1. Scuole: Scoprire il Palcoscenico
  • Stagione Teatro Ragazzi: 11 spettacoli
  • Seminari con gli alunni: un percorso declinato in base alle età che parte dalla conoscenza del teatro quale luogo di rappresentazione e sonda i linguaggi attraverso incontri preparatori alla visione e successivi alla stessa
  • Seminari con i docenti: una prima fase incentrata sulla storia del teatro con particolare attenzione alle avanguardie italiane; la seconda dedicata alla costruzione di una didattica della visione attraverso la condivisione di procedimenti e tecniche finalizzati alla formazione dell’alunno come spettatore teatrale
  1. Giovani: Dentro il palcoscenico
  • Incontro il teatro: ciclo di laboratori con le compagnie ospitate nel cartellone e orientato ai nuovi linguaggi della scena
  • Costruire Teatro: le arti applicate. Come tradurre in teatro l’opera di un autore. Si prevede un percorso partecipativo volto alla conoscenza delle professionalità legate allo spettacolo dal vivo che si tradurrà in una performance/spettacolo. Il laboratorio avrà una linea tematica legata al ‘900 e ad uno dei drammaturghi maggiormente rappresentativi: Pirandello o dell’”Homo absurdus”.
  1. Audience Development: Guardo, ascolto, dico. “Al posto dello spettatore”

Nella convinzione che il consumo consapevole di spettacolo sia mezzo di crescita individuale e collettiva si realizzeranno:

  • un ciclo di incontri preliminare alla visione degli spettacoli attraverso lezioni frontali
  • una attività di confronto ex post realizzata grazie alla creazione di una “Community web” progettata appositamente sulle piattaforme social e collocata sul sito istituzionale del teatro