I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Festival dei concertidella Liutaria Toscana tra il 1700 al 1900 con rivalutazione delle botteghe liutarie e esecuzioni musicali con interpreti di alto livello internazionale nei luoghi d'arte della citta' di Firenze www.orchestrafiorentina.it,  sezione festival dei concerti della liuteria Toscana.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 91.078,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

 

Il progetto si qualifica per l' unicità della sua caratteristica che è quella di unire insieme e grande esecuzione musicale con la storicità della liuteria toscana antica e contemporanea anche i programmi sono relativi al una maggiore fruizione di pubblico piùsvariato in particolare tra i giovani e per questa ragione ci saranno anche delle visite guidate nelle botteghe artigiani di liuteria, ma la cosa più importante è quella di portare al grande pubblico il suono di strumenti storici peer troppi anni relegati nelle vetrine dei musei ,parlo della collezione medicea esposta al museo dell'accademia di Irene e ai centinaia di strumenti anche di fattura barocca e medioevale che sono custoditi nella biblioteca del conservatorio cherubini di Firenze. gli stessi vennero restaurati qualche anno fa ma mai fatti ascoltare ad un pubblico più vasto. il progetto viene poi ulteriormente qualificato dal luogo di esecuzione, musei di carattere storico unico dove l'arte dell'architettura e della manifattura delle varie statue ad esempio si uniforma alla manifattura degli strumenti stessi . all'inizio di ogni spettacolo sarà proiettato un video appositamente realizzato con la spiegazione in italiano ed inglese dell'arte liutaria ad opera del maestro liutaio che presenterà in quella serata i suoi strumenti frutto della propria bottega.