I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Teatro Sociale di Gualtieri è un teatro di inizio ‘900 che sorge all’interno del complesso monumentale di Palazzo Bentivoglio edificato tra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600. Il teatro completamente abbandonato alla fine degli anni Settanta è stato riaperto al pubblico nel 2009 grazie al lavoro dell’Associazione Teatro Sociale di Gualtieri che in questi anni ne ha promosso una riqualificazione strutturale, funzionale e soprattutto culturale con un’offerta multidisciplinare di alto profilo riconosciuta a livello istituzionale (sia da enti e istituzioni territoriali che da enti e istituzioni sovra-territoriali come Regione e MiBACT). Il Teatro Sociale di Gualtieri è un “teatro a rovescio”: l’assenza del palcoscenico, demolito dopo l’abbandono, ha portato ad un ribaltamento della sala in senso contemporaneo (per visualizzare la sala clicca qui).

Tra i progetti culturali promossi dall’Associazione negli scorsi anni si ricorda in particolare Progetto Ligabue 2013-2015 organizzato in collaborazione con Mario Perrotta e vincitore del Premio Ubu 2015 come miglior progetto organizzativo. Fuori dall’ambito strettamente teatrale si ricorda invece la pluriennale collaborazione con il Maestro Ezio Bosso raccontata nei suoi aspetti maggiormente significativi nella recente trasmissione di Rai Tre intitolata I dieci comandamenti (visibile a questo link).

Tra gli aspetti maggiormente qualificanti del lavoro messo in campo dall’Associazione vi è infine il progetto di ristrutturazione del teatro condiviso con la cittadinanza, denominato Cantiere Aperto. Negli scorsi anni attraverso Cantiere Aperto l’Associazione ha completamente ristrutturato la platea in legno del teatro coinvolgendo i cittadini di Gualtieri e più in generale il pubblico del Teatro Sociale. Sono stati raggiunti numeri da record: decine di lavoratori volontari da tutto il territorio limitrofo, 250 tonnellate di terra e calcinacci rimossi con badili e carriole, 120 metri quadri di assito storico restaurati centimetro per centimetro, in un processo di lavoro che è anche apprendimento e condivisione. Esperienza unica in Italia di recupero collettivo di un bene comune Cantiere Aperto ha portato alla riapertura del primo teatro ristrutturato da quello stesso pubblico che si reca abitualmente a vedere gli spettacoli. Con il progetto Cantiere Aperto, l’Associazione Teatro Sociale di Gualtieri è stata invitata a diversi convegni nazionali e recentemente (2016) è stata inserita fra i 20 progetti selezionati ed esposti dal team curatore del Padiglione Italia – che aveva come titolo “Taking Care: progettare per il bene comune” – alla XV Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Per conoscere il progetto più nel dettaglio si rimanda alla pagina web dedicata a questo link.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 2.000.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

in aggiornamento


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 170.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Teatro Sociale di Gualtieri necessita di un ampliamento della capienza da 99 a 120/150 posti (a seconda delle configurazioni. Per portare avanti questo intervento sarà necessario provvedere innanzitutto all’adeguamento normativo dei sistemi anti-incendio: allarme, sistema di rilevazione fumi ed evacuatori di fumo-calore prescritti dalla normativa. Verranno dunque installati dei sensori a “barriera lineare” per la rilevazione dei fumi nella zona del sottotetto e nella sala principale, collegati ad una centrale elettronica di controllo, collegata a sua volta al sistema di allarme anti-incendio. Per criteri di impatto visivo (e contestualmente di economicità) gli evacuatori fumo-calore verranno installati in corrispondenza di una finestratura di tamponamento presente nel sottotetto: questo consentirà di rendere il dispositivo pressoché invisibile (elemento importante in un edificio storico tutelato) e eviterà costosi interventi sulla copertura, che nel medio-lungo termine potrebbero provocare problemi all’impermeabilità della copertura stessa.

Il progetto prevede inoltre l’ampliamento delle possibilità scenotecniche, attraverso riqualificazione della torre scenica e della graticcia storica, attualmente completamente inagibili e in disuso. La riqualificazione verrà portata avanti attraverso interventi di carattere strutturale: tre travi reticolari in acciaio di circa 15 metri di lunghezza ripristineranno le funzioni portanti della graticcia per una portata complessiva di 200/300 kg/mq. Verranno inoltre ripristinati i ballatoi, le balaustre dei ballatoi e le scale marinare d’accesso al graticcio.

È IMPORTANTE sottolineare come l’intervento in oggetto risulti strategico nell’ottimizzazione delle risorse a disposizione e nel perseguire criteri di economicità della spesa: l’intervento sulla graticcia infatti verrà sviluppato in coordinamento con interventi di carattere strutturale messi in campo dall’Ente proprietario dell’immobile. Gli interventi dell’Ente locale, che prevedono il miglioramento anti-sismico della struttura, prevedono infatti il montaggio di un ponteggio a tutt’altezza e tutta superficie. Il ponteggio, in accordo e coordinamento con gli interventi promossi dall’Ente locale, verrà utilizzato anche per intervenire sul graticcio storico. Ciò consentirà all’Associazione di risparmiare decine di migliaia di euro sui costi di installazione e noleggio del ponteggio: il coordinamento dei lavori con l’Ente Locale renderà dunque economicamente affrontabile un intervento che altrimenti non lo sarebbe.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 106.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’edizione 2020 di Terreni Fertili festival che si andava immaginando a inizio anno è stata necessariamente rivista di conseguenza all’emergenza sanitaria e a tutte le limitazioni e implicazioni che questa ha innescato.

Nonostante alcuni appuntamenti siano purtroppo saltati, Terreni Fertili festival ha comunque sviluppato il suo programma fra l’11 di luglio e il 30 di agosto, prevalentemente "en plain air", con spettacoli allestiti e pensati per risuonare con differenti contesti del territorio locale: dal centro del paese con la monumentale Piazza Bentivoglio ai quartieri residenziali, dalla zona industriale fino all’aperta campagna.

Terreni Fertili festival, rivisto e riadattato, a fianco di novità della scena teatrale contemporanea che ne rappresentano il focus, quest’anno ha visto anche spettacoli di repertorio di importanti artisti. Il festival, dedicato anche alla promozione e valorizzazione di artisti emergenti e alla formazione del pubblico e in particolare del pubblico dei giovani, a dispetto delle avversità è riuscito a lavorare su questo obiettivo realizzando e completando la VII edizione di Direction Under 30. Altro obiettivo del festival è quello di avvicinare a teatro bambini e ragazzi, in particolare attraverso la cornice di spettacoli Gulp! Un teatro da ragazzi. Quest’anno non è stato possibile organizzare questa cornice in collaborazione con le scuole, anche se alcuni appuntamenti della programmazione hanno raggiunto anche giovanissimi spettatori. 

Terreni Fertili festival, solitamente composto da tre cornici di spettacolo definite e complementari (Teatro contemporaneo / Gulp! Un Teatro da ragazzi / Direction Under 30) quest’anno ha potuto svilupparne solamente due, raggiungendo comunque un pubblico vasto anche grazie all’espansione del teatro fuori dal teatro e al desiderio di ritrovarsi insieme, così vitale e percepibile già ai primi appuntamenti di luglio.  

Sono in totale 12 gli spettacoli programmati, di cui 6 per la finestra “Teatro contemporaneo” e 6 per il progetto e concorso “Direction Under 30”. 

Le informazioni su Terreni Fertili festival e sull’edizione 2020 sono disponibili a questa pagina: https://www.teatrosocialegualtieri.it/terreni-fertili-festival/


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 133.800,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Terreni Fertili Festival sarà dedicato alle novità della scena teatrale contemporanea, alla promozione e valorizzazione dei progetti di artisti emergenti, alla formazione del pubblico e in particolare del pubblico dei giovani, all’avvicinamento al teatro di bambini e ragazzi. “Terreni fertili” poiché l’identità del Festival si ritrova esplicitamente in tutto ciò che può crescere e che ha prospettive; tutto ciò su cui può valere la pena investire, su cui ha valore seminare.
“Terreni fertili”, inoltre, richiama l’ubicazione geografica del Festival, che insiste principalmente sul territorio del Comune di Gualtieri: un’area bagnata dalle acque del fiume Po, un territorio di campi e distese ampie e filari di pioppi e case isolate, un’area costellata di piccoli borghi monumentali, un luogo d’elezione per artisti (Antonio Ligabue, Cesare Zavattini, Pietro Ghizzardi, Luigi Ghirri). Un terreno fertile.
Terreni Fertili Festival si articolerà su tre linee progettuali ben definite che vengono descritte di seguito.

 

Teatro contemporaneo | Ogni anno del triennio 2018-2020 verranno messi in scena 6 spettacoli di teatro contemporaneo, d’innovazione e ricerca. Nella programmazione del festival verrà prestata particolare attenzione alla drammaturgia contemporanea e alle nuove drammaturgie. Saranno previsti sempre almeno un debutto nazionale, debutti regionali, anteprime e in ogni caso verrà data priorità agli spettacoli prodotti nell’ultimo anno. Le compagnie e gli artisti ospitati nella porzione di programmazione di Terreni Fertili Festival dedicata al teatro contemporaneo avranno tutte rilevanza nazionale o internazionale.

 

Direction Under 30 | Si tratta del progetto di valorizzazione dei talenti emergenti di Terreni Fertili Festival. Ogni anno del triennio 2018-2020 verranno messi in scena 6 spettacoli (in replica singola) selezionati tramite bando nazionale per compagnie under 30. Gli spettacoli verranno selezionati entro la fine di giugno di ciascun anno e saranno in scena a Gualtieri alla fine di luglio.

Per ulteriori informazioni si veda la pagina web del progetto a questo link.

 

Gulp! | Gulp! Un teatro da ragazzi è la porzione di Terreni Fertili Festival dedicata al pubblico dei bambini, dei ragazzi e delle famiglie. Dal punto di vista della proposta artistica Gulp! ospita ogni anno almeno 4 spettacoli, differenziati per fascia di età di fruizione consigliata. Dal punto di vista della qualità artistica delle compagnie ospitate si attinge al bacino delle compagnie di teatro ragazzi di riconosciuta rilevanza nazionale ed internazionale sia italiane che straniere.

Per ulteriori informazioni si veda la pagina web del progetto a questo link.

 


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 138.200,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Terreni Fertili Festival sarà dedicato alle novità della scena teatrale contemporanea, alla promozione e valorizzazione dei progetti di artisti emergenti, alla formazione del pubblico e in particolare del pubblico dei giovani, all’avvicinamento al teatro di bambini e ragazzi. “Terreni fertili” poiché l’identità del Festival si ritrova esplicitamente in tutto ciò che può crescere e che ha prospettive; tutto ciò su cui può valere la pena investire, su cui ha valore seminare.
“Terreni fertili”, inoltre, richiama l’ubicazione geografica del Festival, che insiste principalmente sul territorio del Comune di Gualtieri: un’area bagnata dalle acque del fiume Po, un territorio di campi e distese ampie e filari di pioppi e case isolate, un’area costellata di piccoli borghi monumentali, un luogo d’elezione per artisti (Antonio Ligabue, Cesare Zavattini, Pietro Ghizzardi, Luigi Ghirri). Un terreno fertile.
Terreni Fertili Festival si articolerà su tre linee progettuali ben definite che vengono descritte di seguito.

Teatro contemporaneo | Ogni anno del triennio 2018-2020 verranno messi in scena 6 spettacoli di teatro contemporaneo, d’innovazione e ricerca. Nella programmazione del festival verrà prestata particolare attenzione alla drammaturgia contemporanea e alle nuove drammaturgie. Saranno previsti sempre almeno un debutto nazionale, debutti regionali, anteprime e in ogni caso verrà data priorità agli spettacoli prodotti nell’ultimo anno. Le compagnie e gli artisti ospitati nella porzione di programmazione di Terreni Fertili Festival dedicata al teatro contemporaneo avranno tutte rilevanza nazionale o internazionale.

Direction Under 30 | Si tratta del progetto di valorizzazione dei talenti emergenti di Terreni Fertili Festival. Ogni anno del triennio 2018-2020 verranno messi in scena 6 spettacoli (in replica singola) selezionati tramite bando nazionale per compagnie under 30. Gli spettacoli verranno selezionati entro la fine di giugno di ciascun anno e saranno in scena a Gualtieri alla fine di luglio.
Per ulteriori informazioni si veda la pagina web del progetto a questo link.

Gulp! | Gulp! Un teatro da ragazzi è la porzione di Terreni Fertili Festival dedicata al pubblico dei bambini, dei ragazzi e delle famiglie. Dal punto di vista della proposta artistica Gulp! ospita ogni anno almeno 4 spettacoli, differenziati per fascia di età di fruizione consigliata. Dal punto di vista della qualità artistica delle compagnie ospitate si attinge al bacino delle compagnie di teatro ragazzi di riconosciuta rilevanza nazionale ed internazionale sia italiane che straniere.
Per ulteriori informazioni si veda la pagina web del progetto a questo link.


NOTE Intervento archiviato