I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Si parla di un Palatium con Roffredo Caetani già nel 1299, ma la dimora nobiliare venne alla ribalta sotto Onorato I Caetani, dal momento che ospitò il conclave del 1378 di Clemente VII.

Un periodo di grande splendore per la Famiglia Caetani e per il suo Palazzo fu il Quattrocento, quando Fondi divenne il centro politico e amministrativo di un rilevante complesso di feudi. Fu il conte Onorato II ad abbellire la dimora con le finestre in stile tardogotico e i portali di gusto rinascimentale. Fece realizzare anche la Cappella ed installare nelle sue stanze i camini conl nuovo stemma dei Gaetani d'Aragona.

Dopo la fioritura quattrocentesca, con l'allontanamento dei Conti di Fondi, ebbe inizio un periodo di costante declino, interrotto dal breve periodo (1526-1535) in cui la contessa Giulia Gonzaga ne fece la propria residenza. In tal senso, incise in modo traumatico anche l'incendio divampato il 24 dicembre 1798 in occasione dell'entrata delle truppe FRancesi in città.

Il complesso monumentale è stato per gran parte acquistato dalla Regione Lazio, che ne ha curato il recupero dei suoi ambienti e il restauro dei lacerti di affresco ritrovati nelle sale

Informazioni sullo stato della conservazione

Il Palazzo è in ottimo stato di conservazione e di mantenimento. E' necessario prevedere alcuni interventi di manutenzione straordinaria nelle sale attualmente non utilizzate, nel tetto, nelle facciate e controfacciate.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Palazzo è attualmente aperto a cura dell'Ente Regionale Parco Naturale Monti Ausoni e Lago di Fondi, che ne cura iniziative ed eventi speciali. E' aperto tutti i giorni, con ingrsso gratutito.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 242.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Studio di fattibilità  e computo metrico - realizzazione ponteggi e opere di cantiere - messa in sicurezza dell'area - montaggio e somntaggio impalcature - smaltimento rifiuti - pulizia e ripristino ambienti sottotetto - iniezioni di consolidamento - tinteggiatura delle facciate in prossimita degli interventi - realizzazione manto di copertura e canale di gronda