I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il Cimitero monumentale di Staglieno . Inaugurato il 1 gennaio del 1851, il Cimitero monumentale di Staglieno è la più importante realizzazione urbana compiuta a Genova nella seconda metà del XIX secolo. Testimonianza tra le  più significative e rilevanti della società a cavallo tra i due secoli, appare ancora oggi come un immenso complesso iconografico e artistico, un museo a cielo aperto, dove sono rappresentate le principali correnti scultoree sviluppatesi tra XIX e XX secolo, dal neoclassicismo al realismo, dal simbolismo al liberty e al déco. 

L’immagine fotografica di Staglieno conservata nelle collezioni civiche. La fotografia ha contribuito in maniera determinante alla diffusione nel mondo di questi modelli e, con essi, dell’immagine del capoluogo ligure. I decenni più significativi dal punto di vista dell’elaborazione artistica dei manufatti scultorei (cioè gli ultimi del XIX secolo e i primi del XX) coincidono con il periodo nel quale l’arte fotografica ha raggiunto la piena maturità e ha saputo dispiegare le proprie capacità comunicative. Non è un caso che un’alta percentuale della produzione fotografica ligure, dagli anni Sessanta del XIX secolo, sia dedicata al Cimitero monumentale. Citiamo come esempio significativo il Catalogo commerciale dello studio di A. Noack, il fotografo più importante attivo a Genova in quei decenni, dove, su un totale di millecento immagini dedicate ai diversi aspetti del capoluogo, troviamo oltre trecento titoli al paragrafo Camposanto. A partire dal 1871 vennero confezionati numerosi Album fotografici aventi come principale soggetto il complesso monumentale, commissionati direttamente dal Municipio o frutto di iniziativa privata, di cui le civiche collezioni museali conservano molti pregevoli esemplari.

 

Informazioni sullo stato della conservazione

E' oggi necessario un intervento che permetta di recuperare nella sua totalità questo ingente patrimonio di immagini antiche,  fondamentali  per ricostruire le diverse fasi di crescita del complesso monumentale. Si tratta di centinaia di fotografie piene di fascino: delicati positivi su carta all’albumina, fragili originali negativi su lastra di vetro al collodio o alla gelatina ai sali d’argento.

Una prima mappatura delle fotografie databili tra 1865 e 1910 conservate presso le civiche collezioni museali (nello specifico presso l’Archivio Fotografico del Centro di Documentazione per la Storia, l’Arte, l’Immagine di Genova) porta alla seguente quantificazione:

circa 200 fototipi positivi (positivi su carta albuminata e aristotipi)

circa 500 negativi (lastre di vetro al collodio e alla gelatina)

cinque album fotografici, per un totale di circa 150 immagini

Accanto a questo cospicuo patrimonio, il Centro di Documentazione  conserva, presso la Biblioteca di Storia dell’Arte e le Collezioni Cartografica e Topografica, altre rare testimonianze storiche, artistiche, biblioteconomiche: schizzi, acquerelli e disegni progettuali (tra i quali autografi di Carlo Barabino e Giovan Battista Resasco, rispettivamente primo progettista e realizzatore del complesso), litografie, le prime guide ottocentesche.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Centro di Documentazione per la Storia, l’Arte, l’Immagine di Genova (Centro DocSAI)

Dipendenze di Palazzo Rosso,Via ai Quattro Canti di San Francesco 49-51, 16121 Genova

www.museidigenova.it

Nel Centro sono riuniti tre istituti dedicati alla conoscenza della vicenda artistica della nostra regione (la Biblioteca di Storia dell’Arte, le Collezioni cartografica e topografica, l’Archivio Fotografico del Comune), con l’intento di  rendere disponibili alla cittadinanza, in maniera integrata, decine di migliaia di documenti (volumi, periodici, fotografie, stampe, acquerelli…) dedicati al medesimo soggetto.

Biblioteca di Storia dell’Arte: è la biblioteca di storia dell’arte più importante della regione: oltre 50.000 volumi e centinaia di periodici in corso su arte italiana, ligure e genovese dal secolo XI al secolo XX, e una fitta rete di scambi bibliografici con le principali collezioni d’arte italiane e internazionali. 

Archivio fotografico: vero e proprio piccolo “museo” di fotografia storica, conserva oltre 100.000 immagini, databili dal 1860 al 1950, dedicate  al patrimonio artistico e architettonico ligure, allo sviluppo urbano, alle mutazioni sociali e del paesaggio. Ricchissima la documentazione, storica e contemporanea, del patrimonio artistico e museale cittadino. CONSULTABILE SU PRENOTAZIONE.               tel. 0105574962/63

Collezioni cartografica e topografica: oltre 7.000 immagini (incisioni, disegni, acquerelli, dipinti…), databili dal XVI al XX secolo, che illustrano i diversi aspetti della vicenda urbana, architettonica, paesaggistica, del territorio genovese e ligure. Spiccano i nomi di Antonio Giolfi, CarloBarabino, Luigi Garibbo, Pasquale Domenico Cambiaso, Marco Aurelio Crotta. CONSULTABILE SUPRENOTAZIONE  tel. 0105574961/59/57

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento prevede il restauro di: ARCHIVIO ALFRED NOACK successivi figlio e Paganini – 1880-1905 ca.: N° 14 NEGATIVI FOTOGRAFICI SU VETRO: 12 LASTRE GELATINE AI SALI D’ARGENTO,1 LASTRA AL COLLODIO,1 LASTRA ALLA GELATINA AI SALI D’ARGENTO N° 3 ALBUM FOTOGRAFICI ottocenteschi: PARTECIPAZIO. STAGLIENO ALBUM RICORDO di Giovanni Minuto del 1883 RICORDO DI GENOVA di NICCOLO TEOBALDO RICORDO DI GENOVA CAMPO-SANTO autore ANONIMO N° 3 GUIDE/LIBRI-brossure: MEMORIE SUL CAMPOSANTO DELLA CITTA DI GENOVA. RAVASCHIO 1864 IL CAMPOSANTO PENSIERI DEL P. VINCENZO MARCHESE 1879 CATALOGO DELLE VEDUTE PUBBLICATE DALLO STABILIMENTO FOTOGRAFICO ALFREDO NOACK – 1905.


NOTE Intervento archiviato