I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il Sarcofago degli Sposi rappresenta una delle più importanti espressioni della civiltà artistica etrusca, e costituisce un documento eccezionale sulla vita quotidiana e sui costumi funerari di questo popolo.

Realizzato a Cerveteri intorno al 520 a.C., era destinato a contenere le ceneri dei due defunti, le cui figure sono realizzate in uno stile caratterizzato dai profili allungati, dall’accuratezza dei particolari delle vesti e delle pettinature, elementi propri delle influenze artistiche greco-orientali, che in questo periodo a Cerveteri erano predominanti.

Informazioni sullo stato della conservazione

Dall’analisi dello stato di conservazione emerge che il problema conservativo principale è di tipo strutturale, correlato al sistema di ricomposizione dei frammenti.

Si riscontrano molteplici danni di tipo fisico, quali fessurazioni e fratture, sia pregresse che di nuova formazione, dovute alla distribuzione dei carichi fra le diverse parti dell’opera, alle vibrazioni prodotte dal passaggio veicolare all’esterno del Museo e dall’invecchiamento dell’adesivo con cui sono incollati i frammenti del sarcofago, ormai applicato più di un secolo fa.

La superficie esterna del sarcofago appare offuscata dalla presenza di depositi incoerenti e vecchi protettivi, ormai alterati. Nonostante i precedenti interventi, sono ancora presenti residui di incrostazioni da scavo e macchie scure riconducibili a ossido di manganese.

La superficie interna risulta oggi poco leggibile per la diffusa presenza dei materiali aggiunti in occasione degli interventi precedenti.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Sarcofago degli Sposi è attualmente esposto nella Sala 12. Dal momento che si tratta di una delle opere più celebri e amate del Museo, è previsto l’allestimento di un open laboratory che consenta al pubblico di assistere allo svolgimento delle operazioni di restauro.

Orari di apertura: dal martedì alla domenica 9.00 - 20.00. Chiuso il lunedì, il 1 gennaio e il 25 dicembre. Quando il lunedì, giorno di chiusura, coincide con una festività (es. lunedì dell'Angelo) il Museo rimane aperto.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 9.790,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Vista la complessità dello stato di conservazione e l’alto valore dell’opera, si ritiene opportuno far precedere la redazione del progetto esecutivo di restauro da un intervento pilota su una porzione del sarcofago, in modo di acquisire tutti gli elementi utili per definire la metodologia più adeguata, costi e tempi del lavoro.

Nell’ambito di questo intervento pilota, si prevede di procedere ad una scansione delle superfici interne ed esterne di tutte le parti del sarcofago, alla realizzazione di una controforma esterna per contenere la sezione del sarcofago durante l’intervento, per procedere infine al restauro completo di parte del coperchio del sarcofago.