I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Tre dipinti contenuti nella ex Chiesa di Sant'Agostino

1. Dipinto raffigurante i Santi Giovanni Battista, Antonio Abate e Agostino, riconducibile al XVIII secolo, di non certa attribuzione ma riconducibile alla bottega dei Ricci di Fermo. 

2. Dipinto raffigurante la Madonna della Cintola (Madonna con Bambino) riconducibile al sec. XVIII, di non certa attribuzione ma riconducibile alla bottega dei Ricci di Fermo. 

3. Dipinto raffigurante "Ecce Homo", del 1816 e firmato sul retro dal pittore fermano Alessandro Ricci.

Informazioni sullo stato della conservazione

Le opere si trovano in avanzato stato di degrado. La tela di supporto sono lacerate in più punti. L'allentamento generale del supporto ha evidenziato una serie di problematiche ai lati. Il pigmento risulta staccato in alcuni puniti. La superficie è interamente ricoperta da una patina biancastra resa ancor più spessa da un abbondante deposito di particellato incoerente. 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Museo di Palazzo Bonafede. Apertura su richiesta agli uffici comunali

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

L'intervento è a totale carico di una Fondazione bancaria ai sensi della Risoluzione n. 87/E del 15/10/2015 dell'Agenzia dell'Entrate.

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Pulitura preliminare della superficie, velatura di protezione, smontaggio della tela dal vecchio telaio, rimozione dal retro del dipinto della polvere e del sudicio, applicazione dal retro di nuovi inserti di garza o tela con la stessa orditura dell'originale e ricongiunzione delle lacerazioni, foderatura, montaggio del dipinto su un nuovo telaio ligneo o nel suo vecchio telaio restaurato, svelinatura, pulitura definitiva, stuccatura delle lacune, integrazione pittorica e protezione.