I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La sala teatrale di Civitella venne costruita, a spese di Lorenzo Golfarelli, cittadino civitellese, dal 1819 al 1824,  su progetto dell'ingegnere Giuseppe Missirini. Le tavole del progetto, oggi conservate presso la bibblioteca comunale di Forlì (fondo Piancastelli) sono valida testimonianza dell'evoluzione architettonica dell'edilizia teatrale. Il progetto del Missirini, datato 1811, prevedeva la costruzione della cavea comprendente tre ordini di palchi, del foyer e del palcoscenico. Le decorazioni della volta, delle pareti e dell'arcoscenico erano costituite da stucchi, dorature e motivi floreali. Per ampiezza poteva contenere 600 persone e per eleganza era giudicato "convenientissimo al paese" (cit. Monografia ... 1866). Venne inaugurato nel 1825 e dedicato a Napoleone per la presa di Mosca. La facciata è caratterizzata al primo piano da tre porte ad arco. Sopra queste, al secondo piano, si trovano tre finestre di cui quella centrale munita di balconcino. Una lapide ricorda Lorenzo Golfarelli e il progettista Giuseppe Missirini. La sala si compone di tre ordini di undici palchi, di cui il terzo costituisce il loggione. Un sistema di archi a sesto acuto regge la volta. Il 5 marzo 1970 il teatro fu fortemente danneggiato da un incendio che causò il crollo del soffitto. In seguito è stato restaurato con criteri che ne hanno stravolto la tipologia originaria. Da lungo tempo il teatro  non svolge più la sua funzione originaria. E' stato acquisito recentemente da parte dell'Amministrazione Comunale. 

 

Informazioni sullo stato della conservazione

Da lungo tempo il teatro non svolge più la sua funzione originaria. Fino alle fine degli anni 80 il teatro è stato utilizzato per feste danzanti, dai ragazzi delle scuole per l'allestimento di spettacoli e saltuariamente per attività espositive. Lo stabile si trova in cattivo stato di conservazione ad eccezione delle coperture sistemate nel 2012 dall’amministrazione comunale mediante il rifacimento del manto di copertura e dell’impermeabilizzazione. La facciata principale su Via Garibaldi risulta fortemente degradata. Gli infissi lignei sono in pessimo stato di conservazione così come il pregevole parapetto in ferro battuto del balconcino sopra l’ingresso principale. Le strutture del fabbricato sono state oggetto di opportune verifiche tecniche.  L'Amministrazione Comunale ha avviato un percorso di riqualificazione del teatro da attuarsi mediante stralci funzionali e risultano in corso i lavori relativi al 1^ stralcio dell'importo di €. 250.000,00 su un progetto complessivo di circa un milione di euro. Il recupero complessivo della funzionalità del teatro si attua attraverso i seguenti interventi: restauro architettonico e funzionale dei palchi e della platea; eliminazione barriere architettoniche; opere di miglioramento statico/sismico; rifacimento di tutta l’impiantistica; adeguamento alle normative di prevenzioni incendi; rifacimento degli arredi e dei tendaggi del teatro. Con l'attuazione del 1^ stralcio prevista per giugno/luglio 2016 si sistemerà completamente la facciata esterna e si renderà fruibile per la visitabilità turistica preliminare l'ingresso e  la platea dove si affacciano i tre ordini di palchi.



Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Al termine dei lavori del 1^ stralcio previsti per giugno/luglio del corrente anno si renderà fruibile per la visitabilità turistica l'ingresso e la platea dove si affacciano i tre ordini di palchi.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 250.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

La realizzazione del 1^ stralcio funzionale ha l’obiettivo di mettere in sicurezza la facciata su via Garibaldi e rendere agibile ed usufruibile la platea del teatro per convegni, mostre e manifestazioni tutelando e conservando quegli elementi architettonici e storici ancora di pregio che potrebbero deteriorarsi ulteriormente. La sistemazione della facciata esterna verrà attuata mediante i seguenti interventi: recupero di tutte le parti in pietra, degli intonaci e della tinteggiatura; restauro del balconcino in pietra al di sopra dell’ingresso e del parapetto in ferro battuto; riposizionamento delle lapidi a L.Golfarelli e L.Gattinelli nella loro posizione originaria;sostituzione degli infissi. Internamente si prevede di sistemare l’ingresso del teatro con l’eliminazione dell’attuale bussola di ingresso non idonea e non rispondente alle norme relative alle via di fuga eliminando le barriere architettoniche per rendere a tutti accessibile la struttura. Si procederà e al recupero degli intonaci, delle tinteggiature e delle pavimentazioni. Si realizzeranno quegli interventi di carattere strutturale volti al miglioramento statico/sismico della struttura in particolare per ciò che riguarda la parte del palcoscenico e la parte retrostante il palcoscenico oggetto d’intervento negli anni 70. Dal punto di vista impiantistico verrà realizzato l’impianto elettrico funzionale all’utilizzo parziale del teatro e quindi principalmente l’impianto di illuminazione e tutte le predisposizioni impiantistiche per il completamento futuro dell’opera. Particolare attenzione verrà posta agli aspetti relativi alle normative in materia di prevenzione incendi con gli apprestamenti e le predisposizioni che si renderanno necessarie per garantire lo svolgimento delle attività previste.