I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Le collezioni d’arte contemporanea.

 

Il Museo nasce nel 1966 come Civica Galleria d’Arte Moderna di Gallarate, in seguito alle acquisizioni del Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate istituito nel 1949 e attivo ancora oggi. Conserva e valorizza una collezione di più di 6.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni, libri d’artista, fotografie, oggetti di design e opere di grafica che offrono ai visitatori un ricco e articolato panorama dei principali orientamenti artistici dalla metà del Novecento ai giorni nostri, con aperture sulle ricerche contemporanee internazionali.

Nel 2010 viene inaugurata la nuova e ampia sede museale e con questa il nuovo nome Museo MA*GA.

La collezione del MA*GA poggia su tre nuclei fondamentali: l’arte in Italia tra gli anni venti e gli anni cinquanta, le declinazioni della pittura informale e le ricerche spazialiste, e gli sviluppi dell’arte dagli anni settanta ai giorni nostri. Tra gli artisti in collezione Giorgio Morandi, Carlo Carrà, Mario Sironi, Renato Guttuso, Ernesto Treccani, Emilio Vedova, Ennio Morlotti, Giuseppe Santomaso, Afro, Atanasio Soldati, Enrico Prampolini, Bruno Munari, Fausto Melotti, Lucio Fontana, Dadamaino, Gianni Colombo, Studio Azzurro, Loris Cecchini, Adrian Paci, a cui si aggiungono le nuove acquisizioni tra cui Massimo Bartolini, Alessandra Spranzi, Moira Ricci, Alis/ Filliol, Diego Marcon, Riccardo Arena, Luigi Presicce che testimoniano la dinamicità di una collezione sempre in crescita.

Informazioni sullo stato della conservazione

La collezione del museo costituisce la sua ragion d’essere e ne determina la mission.  Oggi il MA*GA dispone di oltre 6000 opere, tra dipinti, sculture, disegni, grafiche, libri d’artista, oggetti di design, installazioni, opere fotografiche e multimediali, provenienti dal Premio Nazionale città di Gallarate, da acquisti, da donazioni private e pubbliche, da depositi e legati a lungo termine.

Poiché uno dei compiti principali del museo è la conservazione del proprio patrimonio artistico, è stato predisposto un piano pluriennale di restauro e tolettatura delle opere della collezione (tipologia OA, OAC, D, S) articolato in successive fasi di attuazione.

A seguito dell’incendio che ha devastato il museo nel 2013 sono state restaurate le opere che hanno subito maggiori danni, sia pittoriche che scultoree. Alcune opere tuttavia rivelano ancora problematiche conservative dovute alla movimentazione improvvisa, alla colatura di particelle di fumo e colle durante l’incendio, lesioni alle cornici, piccoli stacchi di colore o danni alle superfici scultoree. Oltre a ciò i dipinti storici, in collezione da oltre 50 anni, necessitano di un’operazione di manutenzione generale, tolettatura e revisione delle cornici. Infine abbiamo individuato tre installazioni contemporanee che necessitano di un restauro radicale in quanto collocate negli spazi pubblici e pertanto soggette ad un evidente deterioramento.

 

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

INFORMAZIONI SULLA FRUIZIONE E ORARI DI APERTURA

Lunedi chiuso
da Martedì a Venerdì 10.00 - 19.00
Sabato e Domenica 10.00 - 20.00
chiuso il 24, 25 e 26 dicembre il 31 dicembre 2015. 1 gennaio 2016.

Servizi al pubblico:

attività educative ( laboratori didattici, conferenze, visite guidate, ....) i relativi programmi sono disponibili sul nostro sito www.museomaga.it

biblioteca specialistica i cui orari di apertura sono consultabili sul sito

bookshop

caffetteria

guardaroba

servizi per i disabili

 

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 56.500,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Restauro opere della collezione del museo La collezione del museo costituisce la sua ragion d’essere e ne determina la mission. Oggi il MA*GA dispone di oltre 6000 opere, tra dipinti, sculture, disegni, grafiche, libri d’artista, oggetti di design, installazioni, opere fotografiche e multimediali, provenienti dal Premio Nazionale città di Gallarate, da acquisti, da donazioni private e pubbliche, da depositi e legati a lungo termine. Poiché uno dei compiti principali del museo è la conservazione del proprio patrimonio artistico, è stato predisposto un piano pluriennale di restauro e tolettatura delle opere della collezione (tipologia OA, OAC, D, S) articolato in successive fasi di attuazione. FASE II: costo complessivo euro 56.500,00 Restauro di Liliana Moro, Giuliano Mauri, Luca Vitone Interventi di manutenzione su dipinti e cornici (circa 180) da eseguirsi in loco durante lo spostamento dei depositi dalla sede della GAM alla sede del MAGA, sostituzione dei vetri con vetri museali Sostituzione di 10 vetri con altrettanto vetri museali

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 36.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Restauro opere della collezione del museo La collezione del museo costituisce la sua ragion d’essere e ne determina la mission. Oggi il MA*GA dispone di oltre 6000 opere, tra dipinti, sculture, disegni, grafiche, libri d’artista, oggetti di design, installazioni, opere fotografiche e multimediali, provenienti dal Premio Nazionale città di Gallarate, da acquisti, da donazioni private e pubbliche, da depositi e legati a lungo termine. Poiché uno dei compiti principali del museo è la conservazione del proprio patrimonio artistico, è stato predisposto un piano pluriennale di restauro e tolettatura delle opere della collezione (tipologia OA, OAC, D, S) articolato in successive fasi di attuazione. FASE I: costo complessivo euro 36.000,00 Saranno restaurate le seguenti opere: Fiorenzo Tomea, Aldo Carpi, Federico Simonelli, Franco Vaccari, Vittorio Tavernari, Franco Rognoni, Alberto Martini, Ottone Rosai Adriano Parisot, Emilio Isgrò, Enzo Mari, Vittorio Tavernari, Silvio Zanella, Ottonella Mocellin e Nicola Pellegrini, Massimo Bartolini, Pier Luigi Calignano, Loris Cecchini, Enrica Borghi, , Studio Azzurro, Viviani, Salvatore Garau scultura 2 vetri museali per Prampolini e Garau: Inoltre sono previsti pulitura e interventi di piccola manutenzione opere di Enrico Baj, Renato Birolli, Corrado Cagli, Massimo Campigli, Domenico Cantatore, Carlo Carrà, Felice Casorati, Bruno Cassinari, Giorgio De Chirico, Filippo de Pisis, Renato Guttuso, Giorgio Morandi, Ennio Morlotti, Mario Radice, Bruno Saetti, Aligi Sassu, Gino Severini, Mario Sironi, Maurice Utrillo, Renzo Vespignani, Victor Vasarely


NOTE Intervento archiviato