I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L'Istituto musicale ebbe origine con decreto Granducale il 6 agosto 1849. Nel 1860 l'Istituto divenne autonomo, assumendo la denominazione di Regio Istituto musicale di Firenze. 

Con la riforma dell'istruzione artistica del 1923, si trasformò in Real Conservatorio di Musica Luigi Cherubini.

Con la legge del 21 dicembre 1999, n. 508 "Riforma delle Accademie di belle arti, dell'Accademia nazionale di danza, dell'Accademia nazionale di arte drammatica, degli Istituti superiori per le industrie artistiche, dei Conservatori di musica e degli Istituti musicali pareggiati"  il Conservatorio Cherubini è divenuto Istituto di Alta Formazione ed equiparato alle Università.

La sede del Conservatorio Cherubini occupa una parte del monastero benedettino di S. Niccolò di Cafaggio. L'unità immobiliare costituisce porzione del più ampio complesso immobiliare denominato "Antico Spedale di San Matteo", acquisito per effetto dell'incorporazione al Regno d'Italia dei beni di proprietà del Granducato di Toscana, appartenente al Demanio pubblico dello Stato - Ramo Storico Artistico, Iscritto nel registro Mod. 23D/8 al n. 25 della Provincia di Firenze e, pertanto, soggetto alla disciplina del D.Lgs. n. 42/2004, codice scheda FID0025. Il compendio ha mantenuto negli anni le funzioni di carattere preminentemente didattico e culturale, in coerenza con la prima destinazione del 1784 voluta da Pietro Leopoldo con l'assegnazione a sede dell'Accademia delle Belle Arti. 

 

 

Informazioni sullo stato della conservazione

Al 1853 vari disegni attestano la redazione di un progetto di ristrutturazione dell'intero complesso. La sede del Conservatorio Cherubini, negli ultimi anni, è stata oggetto di altri interventi di adeguamento e manutenzione che hanno garantito la fruizione dei locali in sicurezza. Parte dei locali, posti all'ultimo piano dell'edificio e trascurati da molti anni, andrebbero adeguati secondo gli standard di sicurezza, migliorando l’impianto di illuminazione, con l’installazione di  tecnologie che garantiscano un elevato risparmio energetico e l’impianto di raffrescamento e riscaldamento, permettendo tra l’altro la permanenza nei locali di strumenti musicali sensibili agli sbalzi termici.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Apertura dalle ore 8.30 alle ore 18.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 150.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento prevede modifiche interne atte ad un miglior sfruttamento degli spazi con la creazione, tramite una muratura eseguita in mattoni pieni di un bagno ricavato dall’attuale corridoio.

Il Rapporto aero-illuminante di 1/8 del locale Bagno, risulta rispettato in quanto: (1/8 della superficie) 5,10mq / 8 = 0,64, l’aerazione naturale presente risulta = 1,00x1,60= 1,60.

Congiuntamente saranno realizzati nuovi scarichi per il nuovo bagno, il nuovo impianto elettrico, realizzato a norma di legge e l’impianto di climatizzazione e riscaldamento in tutto il sottotetto.