I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L'opera, di ignota provenienza, presenta accanto ad elementi di un carraccismo bolognese un gusto luministico legato all'ambiente veneto che richiama l'attività di Alassandro Tiarini con particolare riferimento al dipinto: S. Pietro liberato dal carcere (Pescia, S. Stefano e Niccolao).

Il soggetto è abbastanza raro nell’iconografia religiosa e raffigura San Bendetto insieme a due angeli in un contesto paesaggistico sul cui sfondo compare, a sinistra, l’Abbazia di Montecassino. Secondo alcuni l’opera rappresenta la predizione da parte di un angelo a San Benedetto della terza distruzione del monastero, avvenuta nel 1349 a causa di un terremoto. Altri vedono nella scena un dialogo tra il Santo e un angelo che gli illustra una questione dogmatica sulla Trinità o i tre capi principali della Regola.

Il dipinto costituisce una delle due repliche della tela conservata a Roma nel Monastero di S. Ambrogio alla Massima (l’altra trovasi in una collezione privata genovese). E’ ancora da chiarire se l’opera debba considerarsi almeno parzialmente autografa o una buona copia di bottega.

Informazioni sullo stato della conservazione

Il dipinto, olio su tela, si trova in un discreto stato di conservazione.  I colori sono alterati dallo strato di vernice ossidata. Le cadute di colore sono presenti lungo il bordo orizzontale in basso dovute ad un allentamento della tela . il dipinto in passato è già stato reintelato. La cornice  si trova in un buono stato di conservazione

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

L'opera è conservata nel Museo Civico Palazzo dei Consoli, aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 (da novembre a marzo dalle 14.30 alle 17.30)

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 2.050,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto concerne l'esecuzione degli interventi di seguito elencati. Rimozione del dipinto su tela dal telaio ligneo, rimontaggio del dipinto sullo stesso telaio sempre che sia dotato di un sistema di espansione sugli angoli, pulitura della pellicola pittorica da strati facilmente asportabili tipo vernici recenti, ridipinture a base di resine naturali o sintetiche, eseguita mediante applicazione di miscele di solventi volatili ad impacco e con tamponcino di cotone idrofilo, Stuccatura delle lacune degli strati pittorici mediante applicazione a spatola e rasatura con bisturi e carte abrasive con eventuale lavorazione plastica della superficie per l’adeguamento dell’area circostante. Reintegrazione pittorica delle lacune con tecnica mimetica e a tratteggio, mediante applicazione di stesure successive di colore ad acquarello o a vernice, con finalità di ricostituzione del tessuto cromatico e di riduzione dell’interferenza visiva delle lacune. verniciatura in corso d’opera e finale della pellicola pittorica mediante applicazione a pennello o per nebulizzazione di resine sintetiche in soluzione; con finalità di protezione e di ristabilimento del giusto indice di rifrazione del colore. Interventi conservativi sulla cornice.