I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
Raccolta realizzata a seguito della Risoluzione n. 136/2017 dell'Agenzia delle Entrate

Attività principali dell'istituzione

Il MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, è la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea. E' pensato come un polo pluridisciplinare destinato alla sperimentazione e all’innovazione nel campo delle arti e di ogni manifestazione espressiva. Il Museo produce grandi mostre di arte e architettura contemporanea, design, fotografia e ha un’importante Collezione permanente. Il MAXXI è come un’antenna che trasmette i contenuti dell’Italia verso il mondo e riceve dall’esterno i flussi della cultura internazionale.

Nel 2009 il MIBACT ha promosso la costituzione della Fondazione MAXXI a cui è stata affidata la gestione del Museo e l’uso dello spettacolare edificio progettato da Zaha Hadid e delle collezioni nazionali di arte e di architettura contemporanea, fulcro dell’attività museale. La Collezione consta di oltre 400 opere d’arte dalla fine degli anni Sessanta ad oggi, di artisti italiani e internazionali tra cui William Kentridge, Alighiero Boetti, Mario Merz, Michelangelo Pistoletto, Gilbert & George, Lawrence Wiener, Gerhard Richter e Anselm Kiefer e un’importante raccolta di opere di architettura di grandi maestri tra cui Carlo Scarpa, Aldo Rossi, Pier Luigi Nervi, Enrico Del Debbio, Zaha Hadid, Cino Zucchi e Paolo Soleri, solo per citarne alcuni.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 100.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Tra i più importanti progetti vi sono:

BLACKOUT. ALLORA & CALZADILLA

A cura di Hou Hanru

16/02/2018 – 30/05/2018

Un’ampia panoramica dei lavori di Jennifer Allora e Guillermo Calzadilla che, attraverso sculture, video e performance,  affrontano la situazione sociopolitica di Portorico.

BRUNO ZEVI. CRONACHE E ARCHITETTURE

A cura di Pippo Ciorra

25/04/2018 – 16/09/2018

A partire dall’archivio MAXXI e dai documenti della Fondazione Zevi la mostra riflette sulla geografia critica dell’architetto Bruno Zevi e sulla sua visione dell’architettura italiana, presentando il suo spessore politico, etico e di attivista civile.

 AFRICAN MĒTRÓPOLIS . AN IMAGINARY CITY. UNA CITTA’ IMMAGINARIA

A cura di Simon Njami

22/06/2018 – 21/10/ 2018

 Il MAXXI apre il suo sguardo sulla scena artistica poliedrica dell’Africa, presentando i lavori di circa 40 artisti tra i quali Marthine Tayou, Akinbiyi, Webb, Alaoui, Ng’ok, Munroe, Hajjaj, Konate, Amin, Boutros, che affrontano i temi della contemporaneità e della globalizzazione, in un percorso espositivo ricco di opere, installazioni e video.  

PAOLO PELLEGRIN – RETROSPECTIVE

A cura di Germano Celant

07/11/2018 – 02/2019

Il MAXXI dedica una mostra monografica a Paolo Pellegrin (1964), uno dei più importanti fotoreporter sulla scena internazionale. Le sue immagini trascendono la restituzione documentaria del singolo fatto per divenire simboli dei conflitti che attraversano i rapporti tra gli uomini. 

LA STRADA. DOVE IL MONDO SI CREA

A cura di Hou Hanru

30/11/2018 – 04/2019 

Attraverso lo sguardo di artisti internazionali, la mostra affronta il tema complesso della strada in tutti i suoi aspetti sociali svelando, attraverso  interventi site specifc, fotografie e video, una dimensione spesso nascosta: street art, spazi nascosti e luoghi di convidivione, play ground  e creazione di comunità.

SOSTEGNO E SVILUPPO DELLE ATTIVITA’ EDUCATIVE E FORMATIVE DEL MAXXI

Con l’obiettivo di avvicinare i visitatori di tutte le età all’arte e all’architettura contemporanee, il MAXXI propone laboratori interattivi per le scuole, laboratori per famiglie, workshop creativi e conferenze con artisti in relazione a tutte le sue mostre.  

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 300.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Negli ultimi anni si è verificato un notevole incremento delle collezioni del MAXXI con circa 100 opere tra arte e architettura. Per questo motivo sono prioritari interventi di adeguamento funzionale degli spazi del deposito, progettazione e fornitura di arredi e strumentazioni in grado di ottimizzare lo spazio e consentire una movimentazione agevole e sicura delle opere.

Il progetto SMART STORAGE mira dunque a valorizzare la Collezione nazionale di arte e di architettura contemporanea anche attraverso il miglioramento della funzione dei depositi. Questa idea si basa sulla riflessione che un museo “intelligente” ha dei depositi “intelligenti” e che un museo capace di aggiornarsi e di sperimentare nuove forme di inclusione e di accessibilità debba prevedere la fruizione ottimale dei propri spazi.

La crescita di efficienza e efficacia dei depositi è studiata da un gruppo di professionisti che lavorano insieme al fine di garantire l’accessibilità alle opere e di garantire per ciascuna tipologia di materiale, anche quelli più sperimentali tipici dell’ambito contemporaneo, i migliori criteri di conservazione preventiva.

Nei depositi rinnovati sarà possibile offrire, in futuro, una nuova visibilità del backstage del lavoro nel museo e si verificheranno inedite occasioni di visita ad opere di arte e architettura contemporanee. Il collegamento tra le sale e i depositi darà al pubblico la possibilità di comprendere realmente il valore della collezione e il sistema del Museo. 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 30.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

SUPERSTUDIO, Il Monumento Continuo. Taj Mahal, 1969

Illustrazione da rotocalco, carta da lucido, china, tempera, trasferibili su cartoncino, 49 x 56 cm

Fondato a Firenze nel 1966 da Adolfo Natalini e Cristiano Toraldo di Francia, ai quali si sono poi uniti Gian Piero Frassinelli, Roberto e Alessandro Magris e Alessandro Poli, Superstudio è stato uno dei gruppi più influenti della cosiddetta architettura radicale. Se i primi progetti svelano le potenzialità – e i rischi – dell'architettura nella "seconda età della macchina", i lavori successivi, tra cui Il Monumento Continuo (1969), sono deliberate utopie negative, espedienti retorici attraverso cui dimostrare ad absurdum le possibilità e i limiti dell'architettura come strumento critico della società moderna.

A partire dal 2007 il MAXXI Architettura ha avviato una campagna di acquisizioni del cospicuo Archivio Superstudio articolata in tranches successive con i membri dello studio. Nel 2017 si propone di portare avanti tale processo con l'acquisizione di un’opera tra le più iconiche della produzione del gruppo fiorentino, della serie Il Monumento Continuo (1969).


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 12.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Giuseppe Penone, Sculture di Linfa, 2007 cuoio, legno, resina. Dimensione ambiente.

Prodotta nel 2007 in occasione della Biennale di Venezia, l’opera è entrata a far parte della Collezione Permanente del MAXXI.

Giuseppe Penone è tra gli artisti italiani più riconosciuti a livello mondiale per la sua ricerca fondata sul rapporto tra uomo e natura. Esponente dell’Arte Povera tra gli anni Sessanta e Settanta, ha partecipato  alle principali rassegne internazionali ed ha esposto le sue imponenti opere in tutto il mondo. Nel 2014 è stato insignito del Premio Imperiale per la scultura a Tokyo. Sculture di Linfa (2007) è un’opera monumentale che coinvolge un intero ambiente in cui le pareti sono ricoperte di cuoio conciato aderente su corteccia e il pavimento è costituito da lastre di marmo scolpite con l’impronta di un cervello umano. Distese orizzontalmente sul marmo, due travi di legno al cui interno scorre della resina, metafora di linfa vitale. La natura multisensoriale dell’opera - che coinvolge non solo il senso della vista, ma anche l’olfatto (l’odore della pelle e della resina) e del tatto (il rilievo del marmo che è possibile percepire attraverso il calpestio)- impone una “praticabilità” dell’intero ambiente che rende necessarie nel tempo, delle operazioni di manutenzione e restauro che la riportino al suo aspetto originario.  


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 120.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Attività di riallestimento della Collezione Permanente del Museo MAXXI prevista per il periodo 2018/2019.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 300.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Tra i più importanti progetti vi sono: 

Gio Ponti. Amare l’Architettura

27/11/ 2019 – 13/04/2020

Artista a 360 gradi e soggetto di una produzione espositiva difficile da eguagliare. A 40 anni dalla sua scomparsa è a Gio Ponti che viene dedicata una grande retrospettiva che ne studia e comunica la poliedrica attività: dagli oggetti d’uso quotidiano all’invenzione di soluzioni spaziali per la casa moderna, alla realizzazione di progetti complessi nel proprio contesto urbano.

 

Aldo Rossi. L’autobiografia scientifica

12/04/2020 –12/2020

Aldo Rossi è stato il primo italiano ad aggiudicarsi il Premio Priztker per l’architettura. La prima edizione della sua importante Autobiografia scientifica è la base di partenza della mostra che tramite i documenti conservati nell’Archivio della Collezione MAXXI Architettura intende rileggerne il contenuto, per restituire la visione di un maestro tra “moderno” e tradizionale sotto una nuova ottica.

 

Collezione MAXXI (MAXXI 2020)

In occasione del suo decennale nel 2020, il MAXXI si propone di realizzare uno speciale allestimento delle sue Collezioni, focalizzato sul suo costante lavoro di accrescimento, tutela, promozione e studio del patrimonio.

 

Archive for the Future (MAXXI 2020)

25/05/2020 – 01/10/2020

Reinterpretazione critica dei 10 anni di attività del MAXXI, la mostra vuole costruire una nuova prospettiva per il possibile futuro dell'istituzione e dei suoi archivi. Attraverso un allestimento d'autore, la mostra presenta i 5 temi cardine della programmazione del museo, in dialogo con una timeline riassuntiva dell'intera attività.

 

Thomas Hirschhorn. The Purple Line (MAXXI 2020)

27/05/2020 – 04/10/2020

Tra i più importanti artisti viventi, Thomas Hirschhorn (Berna, 1957), presenta per la prima volta al pubblico la serie Pixel-Collage (2015-2017), composta da più di 120 lavori, sul sistema della riproduzione delle immagini nel mondo contemporaneo. E’ il fenomeno della pixelation e, di conseguenza, quello della de-pixelation, una delle questioni più conflittuali del mondo contemporaneo e punto di partenza per nuove modalità di rappresentazione dell’immagine e della sua percezione.

 

Technotopia

12/2020 -  04/2021

Technotopia affronta il tema della relazione tra tecnica, creatività e consapevolezza sociale tramite un doppio registro espositivo: il primo tratterà il tema della tecnologia sempre più presente nel campo della progettazione architettonica e urbanistica, il secondo metterà a confronto gli attuali capolavori dell’ingegneria strutturale con i loro precedenti storici modernisti.

 

SOSTEGNO E SVILUPPO DELLE ATTIVITA’ EDUCATIVE E FORMATIVE DEL MAXXI

 

Con l’obiettivo di avvicinare i visitatori di tutte le età all’arte e all’architettura contemporanee, il MAXXI propone laboratori interattivi per le scuole, laboratori per famiglie, workshop creativi e conferenze con artisti in relazione a tutte le sue mostre.