I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Biblioteca del Segretario regionale per la Liguria nasce nel 2002 a seguito della istituzione della Soprintendenza regionale per i beni e le attività culturali (DPR 441/2000, art. 13), diventata dal 2004 Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici (DPR 173/2004, art. 20) e attualmente Segretariato regionale del Ministero per la Liguria, a seguito della riforma entrata in vigore nel 2020 (DPCM 169/2019).

Scopo della raccolta libraria è stato inizialmente quello di fornire un supporto scientifico e conoscitivo ai funzionari degli uffici ministeriali nello svolgimento della loro attività.

A far data dal mese di maggio 2013, la Biblioteca entra a far parte del Servizio Bibliotecario Nazionale, con l'intento di mettere a disposizione un'informazione sempre più ampia sul patrimonio librario del Paese: i suoi volumi catalogati sono ricercabili tramite l'OPAC SBN-Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale.

Oltre a mantenere la funzione di strumento di ricerca per il personale interno all’Amministrazione, la Biblioteca oggi apre l'accesso e la consultazione del proprio patrimonio librario anche all'utenza esterna, che può usufruire delle attività di reference e di riproduzione del materiale bibliografico da parte del personale addetto sia in presenza, su appuntamento concordato, sia da remoto.

Il referente della Biblioteca del Segretariato è Annarita Bruno.

Il suo codice ISIL è IT-GE0457.

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 2.500,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La Biblioteca del Segretariato regionale della Liguria, Istituto periferico del Ministero della Cultura, ha in programma di avviare una linea editoriale anche per i piccoli lettori per avvicinarli al mondo dell’arte.

Il primo volume della collana è dedicato al pittore genovese Lorenzo De Ferrari e racconta in prima persona la storia della sua educazione artistica, bambino, presso la bottega del padre Gregorio, e della bella pala d’altare da lui realizzata nel 1714 per l’oratorio della Santissima Trinità di Casaleggio Boiro, oggi in provincia di Alessandria, in Piemonte. Partendo dalla descrizione del piccolo borgo dell’Oltregiogio, grazie ai disegni di Enzo Marciante e la narrazione di Rossana Vitiello, il pittore ci fa conoscere i protagonisti di una prestigiosa commissione che racchiude, nel soggetto del dipinto i santi titolari degli edifici religiosi del borgo, nei quali ancora oggi la comunità di Casaleggio si riconosce.

Il volume, composto da 40 pagine, può diventare un utile strumento per avvicinare un pubblico di giovani lettori alla storia dell’arte, attraverso un approccio ludico e di conoscenza.

Sagep Editori Genova

 

Per poter realizzare l’iniziativa occorre avere a disposizione un importo di 2.500,00 euro che garantirà la pubblicazione di 400 copie del volume di 48 pagine. Il volume verrà distribuito nel corso di una serie di iniziative di valorizzazione del dipinto di Lorenzo De Ferrari conservato a Casaleggio Boiro, e restaurato con finanziamento del Ministero della Cultura.