I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La tela oggetto di restauro è conservata nell'altare sinistro della chiesa della Madonna delle Grazie che si affaccia sulla piazza principale del borgo, nel punto più alto di Giano dell'Umbria. Costruita nel XIV secolo, dell’originaria decorazione trecentesca rimane solo una Madonna col Bambino sopra l’altare maggiore ed un crocifisso affrescato sulla parete destra; fu completamente trasformata in epoca barocca, con il cambio di direzione del suo asse centrale, e con la ricca decorazione in stucchi e marmi.

La tela, inserita in una cornice in stucco che sovrasta l'altare, raffigura la Madonna col Bambino e i Santi Agostino, Michele Arcangelo, Giovanni Evangelista e Francesco. E' stata eseguita dal pittore tuderte Andrea Polinori nel 1620 di cui si conserva anche la firma e la data in calce al dipinto.

Informazioni sullo stato della conservazione

La tela (150 x 200 cm) è realizzata a olio su tela ed è stata oggetto di un restauro precedente oltre 30 anni fa.

La situazione conservativa risulta caratterizzata da depositi superficiali poleverosi e da uno strato di vernici ossidate ed opache, tali da falsarne l’immagine. La pellicola pittorica è interessata da sollevamenti, craquelure e diversi punti di perdita di adesione con conseguente formazione di piccole lacune diffuse. La tela di supporto è allentata e deformata.

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La tela è visibile all'interno della Chiesa della Madonna delle Grazie a Giano dell'Umbria negli orari di apertura per le celebrazioni religiose.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 5.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’intervento seguirà le metodologie del restauro scientifico conservativo, seguendo i criteri di reversibilità e riconoscibilità, partendo dallo studio preliminare della situazione conservativa e dalla ricerca storico artistica sull'opera e terminando col suo inserimento nel database ministeriale tramite piattaforma informatizzata sigec e carta del rischio.

Con la fase di pulitura meccanica e poi chimica si provvederà alla rimozione dei depositi superficiali e delle vernici posticce con solventi individuati dall’esecuzione di saggi preventivi. La pellicola pittorica verrà consolidata nei punti critici di sollevamento mentre la tela verrà trattata con un biocida per evitare la comparsa di attacchi biodeteriogeni e ritensionata. Una volta stuccate le lacune sarà possibile reintegrare mimeticamente le lacune della pellicola pittorica con colori ad acquerello e a vernice. La verniciatura protettiva si eseguirà a spruzzo conferendo anche il corretto indice di rifrazione della luce sulla superficie, utile alla migliore lettura dell’immagine.