I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L’Associazione Camerata Ducale nasce nel 1992 come prima formazione musicale dedicata a valorizzare l’opera di Giovan Battista Viotti, dal 1998 la Camerata Ducale è l’orchestra stabile del Viotti Festival, la stagione concertistica di Vercelli che fin dalle prime edizioni si è affermata come una delle realtà musicali più interessanti del panorama nazionale e internazionale e che oggi propone una media di 110 concerti l’anno. La sede della Camerata Ducale è il Teatro Civico di Vercelli, autentico gioiello di architettura e acustica. Nel corso della ultraventennale attività artistica - all’interno della cornice del Festival – l’orchestra ha eseguito un repertorio estremamente vasto, dal 1700 ai giorni nostri, con solisti quali Viktoria Mullova, Shlomo Mintz, Isabelle Faust, Salvatore Accardo, Angela Hewitt, Louis Lortie, Uto Ughi, Vladimir Spivakov, Misha Maisky, Andrea Lucchesini, Igudesman&Joo, Richard Galliano, Renato Bruson, Giuliano Carmignola, Avi Avital e gli indimenticabili Ruggiero Ricci e Daniela Dessì.

La Camerata Ducale è ospite nelle più prestigiose stagioni concertistiche nazionali. Gli impegni nelle sale italiane si vanno a sommare alle tournées all’estero. Molto intensa l’attività discografica, dal 2012 in esclusiva per Decca Universal. Sempre dal 2012 la Camerata Ducale è protagonista del Progetto Viotti, al fianco del suo direttore e violino solista Guido Rimonda: un impegno discografico di ben 15 cd che rappresentano la prima esecuzione integrale mondiale dei concerti per violino e orchestra di Viotti. La conclusione è prevista per il 2021 con gli utlimi 3 dei 15 CD complessivi. Sempre per Decca: Le Violon Noir, il cd dedicato alle musiche del mistero, Voice of peace,  Haydn concertos (2017-2020) e il recente Smile Uno Stradivari al cinema (2021). Dal 2020 la Camerata Ducale è impegnata anche in un importante progetto editoriale in collaborazione con CURCI di Milano: la pubblicazione integrale degli spartiti viottiani. Per la prima volta in assoluto, i musicisti di tutto il mondo avranno accesso alle opere di Viotti, corredate di indicazione stilistiche e interpretative a cura di Guido Rimonda.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 150.000,00 €

 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Viotti 2024 è il progetto ideato per celebrare il 200° anno dalla scomparsa di Giovanni Battista Viotti, il più importante violinista e compositore piemontese di ogni epoca,

Le celebrazioni per il 200° anniversario della scomparsa di Viotti, si terranno a Vercelli e Fontanetto Po (paese natale di Viotti) per tutto l’anno 2024.

I concerti avranno luogo al Teatro Civico di Vercelli e in altri luoghi di alta rilevanza turistica e territoriale come il Salone Dugentesco di Vercelli e l’Auditorium Viotti di Fontanetto Po. I solisti internazionali si esibiranno con l’orchestra Camerata Ducale, formazione nata nel 1992 con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il repertorio viottiano.
Il cartellone sarà integrato anche da, spettacoli teatrali, conferenze, convegni, lezioni-concerto, presentazioni libri e progetti discografici e editoriali.


Tutte queste attività affiancheranno un evento internazionale promosso dalla Fondazione Viotti, la mostra Viotti e Stradivari, la ricerca della perfezione, la prima mostra mai dedicata a Viotti e che si terrà a Vercelli dal 13 aprile al 2 giugno 2024.

L’entusiasmante serie di concerti renderà onore al più grande musicista piemontese di tutti i tempi cercando di valorizzarne l’eccezionale rilievo storico; il pubblico, accanto ai lavori ormai da tempo entrati stabilmente nel repertorio concertistico (tra cui il Concerto per violino e orchestra n. 22 in la minore, amato da Brahms ed eseguito da alcuni dei più grandi violinisti della storia, a partire da Joseph Joachim), avrà infatti modo di ascoltare altre opere viottiane autentiche rarità come il Tema e variazioni in do maggiore (straordinariamente simile alla melodia della Marsigliese, l’inno nazionale francese… eppure scritto ben undici anni prima!) e la struggente Meditazione in preghiera.
Il programma comprenderà poi, tra i diversi concerti violinistici scritti dal Maestro di Fontanetto, una nutrita selezione tanto di quelli “parigini” (fino al Concerto n. 19), quanto di quelli “londinesi” (dal Concerto n. 20 in avanti). Il loro ascolto sarà di grande interesse soprattutto per comprendere l’evidente evoluzione dello stile di Viotti dagli anni di Parigi (dove era approdato, dopo un entusiasmante viaggio nelle corti europee insieme al maestro Gaetano Pugnani, nel 1782, facendosi entusiasticamente applaudire al Concert Spirituel) a quelli di Londra.
Grande spazio sarà dato anche alla musica da camera con l’esecuzione di quartetti, trii, duetti e sonate per violino e pianoforte (basso continuo).

 

Tutti i concerti inseriti nel progetto comprenderanno almeno un'opera di Viotti, Un importante obiettivo delle celebrazioni viottiane: portare a Vercelli i grandi concertisti nel nome di Giovanni Battista Viotti.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO Non definito (Sostegno generico)

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La programmazione 2023 ha come obiettivo principale il coinvolgimento di nuove fasce di spettatori. Con ben 130 appuntamenti, il cartellone si articola in una proposta musicale che spazia tra diversi generi e forme, una programmazione ricca di giovani solisti, proposte musicali variegate formule di fruizione particolarmente vantaggiose e valorizzazione dell’opera viottiana (in vista del 2024, 200° anniversario della morte di Viotti)

Progetti di rilevanza nazionale e crescita dell'offerta
Concerti orchestrali e cameristici al Teatro Civico di Vercelli e in luoghi di alta rilevanza storica e artistica, con solisti affermati (Bouchkov, Leong, Tjeknavorian, Romanovsky, Baglini, Obiso, Pierdomenico, Mercelli, Rimonda), ma anche giovani talenti in piena ascesa (Pagano, Ying Li, Ranaldi, Sedona, Giulia Rimonda, Kaufman, Trio Chimera). Inoltre, progetti di alto profilo incentrati su autori specifici e legati a particolari ricorrenze (Rachmaninov in occasione dei 150 anni dalla nascita, Ligeti per il 100° anniversario della nascita) insieme a concerti con programmi di facile ascolto ma di alta qualità interpretativa.
Continuazione opera di valorizzazione viottiana
Proseguiranno l’attività discografica per Decca (nel 2023 verranno incisi gli ultimi 3 cd, sui 16 totali, dell’integrale per violino e orchestra) e quella editoriale (Viotti Edition per l'editore Curci), con la pubblicazione dei Concerti n° 1, 4, 5 e 6. La valorizzazione di Viotti prevede anche la partecipazione di Guido Rimonda a trasmissioni su reti nazionali (Freedom – Italia 1 con R. Giacobbo, in onda nel febbraio 2023) e interviste esclusive su testate nazionali (C. Augias – La Stampa), nonché le lezioni-concerto Ti presento Viotti (nella nuova sede Viotti Club), rivolte alle Scuole primarie e secondarie ma anche a turisti e appassionati.
Ricambio generazionale
A partire dall’attività della Camerata Ducale Junior, formazione under 25 della Camerata Ducale e “motore” del ricambio generazionale, si sviluppa una serie di iniziative volte alla promozione dei nuovi talenti e al coinvolgimento del pubblico più giovane.
- 3 concerti CDJ con musicisti under 25. Novità assoluta, i concerti sono inseriti nel cartellone principale del Viotti Festival (e nell’abbonamento). I maestri preparatori (Gnocchi, Piovano, Obiso, Spada) diventano protagonisti suonando insieme ai talenti della CDJ, che è formata dai alcuni dei migliori giovani artisti italiani (Pagano, G.Rimonda, Lombardo, Ranaldi, Tomada).
- 4 concerti Ducale LA.b con i migliori diplomati dei Conservatori piemontesi, selezionati tramite bando e valutati da una giuria qualificata.
- 45 concerti Viotti Tea: la nuova sede della Camerata Ducale a Vercelli è diventata un polo culturale e il centro di una lunga serie di attività.
- 4 concerti Viotti Festival Estate: nella nuova sede estiva ad Alagna si esibiranno giovani artisti già affermati come Davide Ranaldi, il Quartetto Goldberg, il Trio Chimera e Vikram Sedona.
- 5 concerti Note prima degli esami: una nuova rassegna realizzata al Viotti Club che dà la possibilità ai giovani di esibirsi prima di un importante appuntamento (esame, concorso, tesi) e di “testare” davanti al pubblico la resa della propria performance.
Per Viotti Tea e Ducale.LAb è prevista un'introduzione musicale a cura degli stessi interpreti (il Ducale.LAb prevede anche l’aperitivo).
- 13 appuntamenti Viotti Educlassica, introduzioni all’ascolto realizzate 1 ora prima del concerto nel ridotto del Teatro Civico di Vercelli.
-  Appuntamenti Musitondo, realizzati nelle Scuole primarie di Vercelli con giovani artisti selezionati da Camerata Ducale.

Presenza costante di progetti multidisciplinari
Anche nel 2023 saranno presenti iniziative che si propongono di superare i confini tra arti e generi differenti. Gli eventi Ti presento Viotti intrecciano musica e parola, mentre il Concerto di San Silvestro prevede la realizzazione apposita e la proiezione di filmati ispirati a celebri film nonché una singolare fusione tra musica e teatro, e ancora i laboratori Musitondo portano nelle Scuole la musica sotto forma di favola, coinvolgendo i giovani alunni nel “racconto” musicale.
Presenza costante di manifestazioni innovative e commistione di generi
Il Viotti Day&Night (23 e 24 settembre a Vercelli e Fontanetto Po) presenta contenuti fortemente innovativi. Punterà infatti sui concerti Face to Face, per uno spettatore solo, che mettono in risalto luoghi storici poco conosciuti, e spazierà tra generi diversi come classica, jazz e world music. Inoltre, lo spettacolo The Neapolitan Songbook con Emilia Zamuer Quartett è dedicato alla grande musica napoletana (da Pino Daniele a Roberto Murolo e molti altri).
Coinvolgimento del pubblico
In collaborazione con UPO e con le Scuole vercellesi e con il sostegno di Lions e Rotary di Vercelli, il progetto Free Music offrirà 100 abbonamenti gratuiti agli studenti sotto i 26 anni interessati a partecipare a tutti gli eventi del Viotti Festival.
Innovatività dei progetti e assunzione del rischio culturale
Nel presente, ovvero alla ripresa dell'attività dopo l'evento pandemico, la programmazione degli eventi musicali nel settore della musica classica deve affrontare da un lato l'esigenza di ampliare l'offerta coinvolgendo nuove fasce di pubblico, soprattutto quelle giovanili, da un lato le difficoltà dell'educazione musicale nelle scuole e in generale la scarsità di strumenti di cui i giovani stessi dispongono per avvicinarsi alla fruizione musicale. Si rendono dunque necessari per il 2023 progetti innovativi e di ampio respiro. Un fondamentale segno di continuità proviene dalla valorizzazione della figura di Viotti, impegno che già di per sé presenta un carattere innovativo: quando la Camerata Ducale ha infatti iniziato ad occuparsi di Viotti questi era praticamente sconosciuto al grande pubblico, e in 30 anni la sua opera ha invece assunto una dimensione europea, valorizzando un patrimonio italiano che ha rischiato di essere dimenticato. Vercelli (sulla scia di realtà come quella di Salisburgo con Mozart) lega oggi la propria identità a Viotti, con importanti ricadute non solo culturali, ma anche turistiche ed economiche, e questa tendenza verrà rafforzata e consolidata nel corso del 2023, anche in vista del 2024, “Anno viottiano” per eccellenza in quanto vedrà le celebrazioni dei 200 anni dalla morte del grande musicista vercellese. Ma diversi altri progetti presentano aspetti innovativi, volti all'ampliamento e al rinnovamento del pubblico.
- L'apertura del Viotti Club (spazio dedicato a tutto quanto riguarda Viotti) nel centro storico di Vercelli ha segnato la nascita di un nuovo polo culturale polivalente: il Viotti Club ospita infatti la biglietteria del Viotti Festival, ma soprattutto concerti, conferenze, lezioni-concerto, incontri con gli artisti, laboratori, presentazioni di dischi e libri e altro ancora. Molto frequentato in quanto aperto a tutti, musicofili, appassionati, turisti e naturalmente i vercellesi in generale, sarà nel 2023 una presenza importante nella vita culturale.
- I Viotti Tea, concerti settimanali realizzati in orario pomeridiano nel Viotti Club con cadenza settimanale. Appuntamenti molto attesi e seguiti, che vedono protagonisti in gran parte giovani musicisti, molti dei quali allievi dei Conservatori (a questo scopo è stata avviata una collaborazione specifica con i Conservatori di Torino e Alessandria ).
Note prima degli esami, nuova rassegna realizzata al Viotti Club, dà la possibilità ai giovani di “testare” davanti al pubblico la resa della propria performance prima di appuntamenti importanti quali esami, tesi e concorsi.
- I concerti Viotti Festival Estate, 4 appuntamenti nella nuova sede estiva di Alagna Valsesia che vedranno protagonisti giovani talenti italiani già proiettati verso una carriera internazionale: Davide Ranaldi, il Quartetto Goldberg, il Trio Chimera e Vikram Sedona.
- I Viotti Hour, concerti on demand (ovvero nei quali gli spettatori scelgono da un “menu musicale” i brani da eseguire) realizzati a Torino nell'elegante Spazio Lux, che vedono il pubblico protagonista dell'evento.
- Il Viotti Day&Night, kermesse musicale di due giorni la cui VI edizione verrà realizzata a settembre 2023 e che propone sia gli ormai celebri concerti Face to Face (per uno spettatore solo, con programmi scelti dallo spettatore in un “menu”), sia eventi che spaziano dalla classica al jazz.
Viotti Educlassica, una serie di spettacoli musicali pensati per gli allievi delle Scuole e realizzati sia negli Istituti stessi (esempio sono i laboratori Musitondo), sia in altri luoghi storici, come il ridotto del Teatro Civico o il Museo Leone, per le introduzioni e le guide all'ascolto (spesso a cura degli artisti stessi) prima degli spettacoli del Viotti Festival o delle rassegne dei giovani talenti.
- I concerti della Camerata Ducale Junior, formazione di talenti under 25 nata dalla Camerata Ducale e capace, con il suo insieme di entusiasmo e altissime capacità musicali, di coinvolgere un pubblico sempre crescente.
- La politica dei prezzi. L'investimento per rendere sempre più accessibile la fruizione musicale proseguirà nel 2023 con importanti iniziative dedicate alle persone più in difficoltà (il “biglietto sospeso”), con il contenimento dei costi di ingressi e abbonamenti e soprattutto con il progetto Free Music: 100 abbonamenti al Viotti Festival completamente gratuiti per i giovani sotto i 26 anni. Ai giovani abbonati viene rilasciata anche la Viotti My Card, che garantisce ulteriori vantaggi a seguito della presenza ai concerti della stagione.
- I progetti multidisciplinari come il Concerto di San Silvestro (che prevede in una cornice festosa il dialogo della musica con la proiezione di filmati, appositamente realizzati, ispirati a celebri film), i laboratori Musitondo, che fondono musica e favola, e gli incontri-concerto Ti presento Viotti, nei quali l'ascolto musicale si intreccia con la storia raccontata dal vivo.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 512.080,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il 2022 è stato un anno decisivo per la Camerata Ducale. La ripresa effettiva dopo la parentesi pandemica è diventata l'occasione per investire sul coinvolgimento di nuove fasce di spettatori. Una scelta premiata da importanti risultati.

Il programma 2022 è arrivato a realizzare nel complesso 123 appuntamenti musicali e ha proposto quanto di meglio offra la nuova generazione di solisti. Una scelta che ha rappresentato una realtà unica nel panorama nazionale e ha avvicinato alla classica una larga fascia di pubblico giovane.

Progetti di rilevanza nazionale e crescita dell'offerta

I 122 eventi musicali realizzati sono andati in scena sia al Teatro Civico di Vercelli, sia in altri luoghi rilevanti del territorio. Tali eventi sono stati così distribuiti.

47 concerti orchestrali e cameristici al Teatro Civico e in altri luoghi rappresentativi del patrimonio artistico vercellese. Hanno visto protagonisti interpreti affermati (Lupo, Campaner, Gnocchi, Bakanova, Rimonda) e giovani solisti internazionali (Tjeknavorian, Gibboni, Ridout, Moreau, Giulia Rimonda, Pagano, Kainrath, Guercio). È inoltre proseguita la proposta di cicli monografici con le integrali dei Quartetti per archi di Beethoven e dei Preludi di Chopin, alternate a programmi di facile ascolto e di alta presa emotiva.

Ricambio generazionale

Molti appuntamenti sono stati dedicati alla valorizzazione dei nuovi talenti, al coinvolgimento del pubblico più giovane e alla promozione della musica in luoghi di alta rilevanza sociale.

2 concerti Camerata Ducale Junior. Composta da musicisti under 25, ha visto i Maestri preparatori (Lupo, Spada, Obiso) esibirsi insieme ai giovani orchestrali.

4 concerti Ducale LA.b. I vincitori del Concorso che premia i migliori diplomati dei Conservatori piemontesi sono stati protagonisti di concerti negli spazi dello splendido Museo Leone.

6 concerti Green Ties. Riservati a giovani premiati in Concorsi internazionali o allievi di prestigiose Accademie, sono stati realizzati in collaborazione con Cidim.

41 concerti Viotti Tea. Il Viotti Club, nuova sede della Camerata Ducale, è stato ideale per ospitare concerti di giovani solisti e allievi dei Conservatori.

Viotti EduClassica. Incontri nelle Scuole primarie volti a coinvolgere i più giovani.

5 concerti Viotti Festival Estate. Un cartellone di alto livello, composto dai migliori giovani talenti italiani: Gibboni, Dalia, il Trio Chagall ed Ettore Pagano.

6 concerti Dedalo. Nell'ambito di Wings – Musica per volare, sono stati realizzati nell'Aula Magna dell’ospedale di Vercelli e si sono rivolti ai pazienti e agli operatori dell’ospedale stesso.

9 concerti Viotti Hour. A Torino, nello Spazio Lux di Galleria S. Federico, sono andati in scena con cadenza mensile appuntamenti on demand, nei quali gli spettatori scelgono in un “menu musicale” i brani da eseguire


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 486.180,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’edizione 2021 del Viotti Festival – stagione concertistica dell’associazione Camerata Ducale - , a causa del perdurare dello stato di emergenza, si svolgerà a partire dal mese di giugno fino a dicembre. Nei mesi precedenti, il lavoro della Camerata Ducale si è concentrato sulla realizzazione dei nuovi Cd per Decca, della nuova collana editoriale per Curci e di  video sul canale YouTube. Infine, sulla progettazione di nuovi strumenti e strategie per un lavoro più efficace e per la ristrutturazione della nuova sede.

Per quanto riguarda la programmazione, a partire da giugno  il progetto artistico dell'Associazione Camerata Ducale si svilupperà secondo varie direttrici, producendo un'offerta musicale di ampio respiro che spazierà dalla classica alla world music, concorrendo in maniera decisiva all'evoluzione nel territorio vercellese della fruizione musicale e del sistema dello spettacolo dal vivo. Molti degli eventi proposti nel ricco cartellone 2021 vedranno protagonisti artisti che, causa Covid, non si sono potuti esibire nella stagione precedente.

Nel periodo giugno - dicembre 2021 si realizzeranno molti concerti orchestrali e cameristici sia presso il Teatro Civico di Vercelli sia in tutta una serie di luoghi di alta rilevanza storica e artistica, con solisti affermati (Tifu, Sollima, , Tjeknavorian, Lucchesini, Bahrami, Rimonda, Campaner e molti altri) ma anche giovani interpreti. Novità assoluta, poi, è l’attività - con frequenza bisettimanale - nella nuova sede Viotti Club: sono previsti eventi monografici, guide all’ascolto, presentazione di nuovi progetti discografici, incontri con gli artisti, concerti dedicati a gruppi e concerti dedicati a particolari settori.


NOTE Intervento archiviato