I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Con le sue 180.000 opere quella del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi è una delle più importanti e certamente la più antica collezione pubblica di disegni e stampe, che affonda le radici nel collezionismo mediceo del Cinquecento, si sviluppa nei secoli successivi ed è ancora oggi in costante accrescimento grazie ad acquisti e donazioni. Copre un arco cronologico che dal XIV secolo giunge al XXI. Ai grandi maestri del Rinascimento – tra i quali Botticelli, Mantegna, Michelangelo, Raffaello, Leonardo, Tiziano – si affiancano i maggiori esponenti delle diverse scuole artistiche italiane e straniere. Il Gabinetto costituisce un punto di riferimento internazionale per le attività di ricerca della comunità scientifica del settore e accoglie regolarmente studiosi e gruppi di studenti che svolgono seminari confrontandosi direttamente con i fogli originali. Ogni anno centinaia di opere vengono studiate, pubblicate e richieste in prestito da musei di tutto il mondo.

Meno conosciuta rispetto alla collezione dei disegni, ma altrettanto rilevante, è la raccolta di incisioni che sarà oggetto del progetto di digitalizzazione. Partendo da esemplari che illustrano i primordi delle tecniche incisorie nel XV secolo, questa collezione rappresenta in modo esaustivo l’evoluzione della stampa d’arte europea. Vi si rintracciano opere di importanti incisori come Rembrandt, Dürer, Marcantonio Raimondi, Luca di Leida o, per giungere a tempi più recenti, Giovanni Fattori e Giorgio Morandi. Sono rappresentate tutte le tecniche di stampa tradizionali - dal bulino alla puntasecca e all’acquaforte, dalla xilografia monocroma a quella a chiaroscuro, dalla mezzatinta alla ceramolle, dall’acquatinta alla litografia – fino alle tecniche sperimentali contemporanee.

Come è ben noto, le Gallerie degli Uffizi sono da sempre sensibili alla diffusione del proprio patrimonio artistico, e per questo sentire si sono assunte l’impegno di rendere ancora più fruibili le proprie opere d’arte, anche quelle meno note.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 300.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Obiettivo del progetto è la digitalizzazione di circa 113.160 fogli di uno straordinario patrimonio di opere di grafica: si tratta della raccolta di incisioni del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi, il settore delle Gallerie degli Uffizi che conserva le opere su carta.

Avvalendosi delle opportunità offerte dal web e in linea con le indicazioni sulla digitalizzazione della PA, dalle pagine del sito è possibile consultare le informazioni sulle collezioni. Ed è in quest’ottica che le Gallerie hanno previsto il progetto della digitalizzazione delle stampe al fine di creare una sezione ad esse dedicata da pubblicare sul portale istituzionale, per la consultazione delle immagini a grande risoluzione accompagnate da informazioni essenziali. Queste informazioni se agganciate ad altri dati analoghi presenti sulla rete permetteranno l’interconnessione e l’interoperabilità con altre banche dati di opere grafiche di istituzioni italiane e straniere. L’attivazione dei link di reciprocità offre l’opportunità all’utente, che si connette al nostro sito per la consultazione della sezione delle stampe, di essere messo in relazione con altre banche dati attraverso un percorso già individuato sulla base dell’interesse espresso con i parametri di ricerca impostati, per estendere la consultazione di opere grafiche presenti in altre collezioni online e viceversa. Questo tipo di collegamenti consente di individuare le informazioni provenienti dalle banche dati dei soggetti in partnership attraverso interrogazioni semantiche individuate nei campi comuni es: campo autore, campo cronologia, campo tecnica, campo soggetto. Lo scopo è quello di inserire la collezione di grafica degli Uffizi in un fluido colloquio tra banche dati in modo da arricchirne le conoscenze mettendola in relazione con il patrimonio artistico già presente sul web e aprendo la sua fruizione alla più vasta platea di utenti.

L'intervento in oggetto prevede, quindi, le seguenti attività:

Campagna di digitalizzazione, inventariazione e informatizzazione della collezione di incisioni del Gabinetto dei Disegni e delle Stampe: costo previsto € 270.000,00;

- Pubblicazione della banca dati sul portale delle Gallerie degli Uffizi, aggiornamento software per attivazione link di reciprocità: costo previsto € 30.000,00.