I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Scultura a tuttotondo in arenaria, rivestita originariamente con stucco dipinto.Rappresenta una figura maschile obesa e nuda, conservata fino a sotto la vita.Il volto mostra incavi oculari profondi, naso largo, guance paffute e baffi. Tiene le braccia abbassate con gli avambracci protesi in avanti all’altezza dei fianchi; i fianchi sono cinti da un perizoma. L’opera è riconducibile allo schema egittizzante di Bes, ma le braccia, verosimilmente una sollevata e l’altra con un serpente in mano, rievocano le raffigurazioni del dio diffuse in Egitto solo a partire dal periodo tolemaico. Proviene probabilmente da un santuario salutifero; si data tra il IV e il III sec. a.C.

Informazioni sullo stato della conservazione

La statua, alta 115 cm, è mutila degli avambracci, della parte al di sotto dell'addome e delle gambe. La sua superficie è fortemente consunta, coperta da depositi incoerenti e residui di varia natura. In alcune zone la pietra arenaria presenta difetti di adesione e coesione. La scultura attualmente è priva di supporto e necessita di una struttura espositiva per la sua valorizzazione.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Museo è visitabile tutti i giorni, escluso il lunedì, con orario continuato dalle 9,00 alle 20,00, ma la statua non è attualmente esposta al pubblico.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 6.500,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’intervento di restauro richiede la pulitura della superficie lapidea,il consolidamento delle parti decoese e distaccate e la progettazione di un supporto idoneo all’ esposizione della scultura. L’intervento si baserà su un’indagine conoscitiva e lo studio dell’opera anche attraverso una accurata documentazione grafica e fotografica. La scultura attualmente è priva di supporto e necessita di una struttura espositiva per la sua valorizzazione.