I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L’Accademia Filarmonica di Messina, già esistente e operante sin dal 1829, è una tra le poche Associazioni Concertistiche italiane che può vantare così antiche e illustri origini. L’attività doveva purtroppo interrompersi nel 1908 a causa del terremoto mentre il Sodalizio poteva  ricostituirsi solo nel 1948, dopo l’ultima grande guerra che ne ritardò la ripresa.

Dal 1948 ad oggi l’Accademia a svolto, con continuità, una programmazione di grande rilievo a Messina e Provincia, con cicli organici di concerti di musica sinfonica, vocale, cameristica, jazz, etnica, promuovendo inoltre varie attività propedeutiche, nonché mostre, pubblicazioni, concorsi, ecc.. Organizza una regolare Stagione Concertistica da Ottobre a Maggio, punto di riferimento della vita musicale della Città e della Regione, che offre l'occasione di ascoltare i nomi più significativi del panorama musicale nazionale ed internazionale, con particolare attenzione anche ai giovani interpreti e al mondo della scuola.

Tra gli artisti che hanno suonato negli anni per l’Accademia Filarmonica Di Messina  possiamo annoverare Uto Ughi, Salvatore Accardo, Ramin Bahrami, Nikita Magaloff, Luis Bacalov, Enrico Rava, Stefano Bollani, Katia Ricciarelli, Lazar Berman, Sviatoslav Richter, Ivo Pogorelich,  Paolo Fresu, Aldo Ciccolini, Andrei Gavrilov, Chiara Taigi, Enrico Pieranunzi, Benedetto Lupo, Francesca Dego, Francesca Leonardi, Valentina Lisitsa, Mario Ancillotti, Katia e Marielle Labèque,  etc..

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 200.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'attività istituzionale dell’Accademia Filarmonica di Messina, in linea con la tradizione dell’Ente Musicale, si basa sull’eclettismo della programmazione con artisti di fama nazionale e internazionale, che ribadisce in via prioritaria l’impegno per la valorizzazione degli artisti italiani accanto alla eventuale scelta di musicisti provenienti da altri paesi. La programmazione, particolarmente dinamica e fortemente innovativa, per venire incontro ai gusti del pubblico in continua evoluzione, offre la possibilità di ascoltare dal vivo i musicisti più significativi del panorama nazionale ed internazionale. Ne risulta una attività che, nella sua ricca articolazione, permette  anche di presentare i giovani talenti e che si rivolge anche a fasce di popolazione svantaggiate, affiancando alla tradizionale attività concertistica anche un significativo impegno nel sociale con progetti educativo-didattici con particolare attenzione al mondo della scuola, non tralasciando le attività all'interno di Ospedali, andando oltre il semplice mandato istituzionale per garantire occasioni di crescita culturale per chi, per svariati motivi, è impossibilitato a recarsi in una sala da concerto.