I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Nella seconda metà dell’Ottocento, sotto una vivace spinta demografica e con il miglioramento dell’economia locale il centro della città disposto sulla collina si espande facendo dell’attuale piazza della Libertà il nodo urbano principale. Anche il sottostante litorale, fino all’Unità d’Italia sostanzialmente deserto, grazie all’entrata in funzione nel 1863 della linea ferroviaria Ancona-Pescara e quindi, nel 1884, di quella per Teramo, registra una sempre più vivace attività sia commerciale che industriale. Grazie anche alla “scoperta” del turismo balneare, con la costruzione nel 1874 dello stabilimento balneare e la presenza dal 1896 di un frequentatissimo Ippodromo, l’abitato a valle si infittisce di nuove costruzioni estendendosi progressivamente nelle aree adiacenti alla stazione.


Nel 1936 la già solida vocazione balneare, rappresentata dall’imponente Kursaal nell’odierna piazza Dalmazia, realizzato nella parte inferiore nel 1913 come club marino e ultimato in stile liberty sedici anni dopo come albergo assai prestigioso, viene rafforzata dalla costruzione del lungomare monumentale che ancora oggi disegna la zona centrale del Lido con le sue esedre e le colonne in travertino terminanti con lampioni che riecheggiano il simile lungomare di Bengasi in Libia.

Informazioni sullo stato della conservazione

La vicinanza al mare e l'esposizione alle intemperie hanno reso necessario il restauro dei tripodi dell'illuminazione pubblica, ad oggi termnata. Mentre il travertino che compone il monumento è aggredito da muschi ed agenti atmosferici, nonchè da atti di vandalismo come scritte e graffiti.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

la fruizione è quella della passeggiata del Lungomare

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La prossimità alla spiaggia e gli atti di vandalismo rendono necessario l'intervento di restauro e pulitura delle colonne e degli elementi in travertino attraverso una preliniare indagine diagnostica e una successiva attività non aggressiva e rispettosa del materiale, in accordo con la competente Soprintendenza.