I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Le attività svolte sono finalizzate a garantire un’ottimale conservazione, fruizione e valorizzazione del patrimonio custodito:

- Catalogazione antico e moderno;

- Servizio prestito librario -

Promozione e incentivazione alla lettura;

- Programmazione, organizzazione e gestione di manifestazioni ed eventi culturali;

- Didattica;

- Supporto alle attività delle associazioni operanti sul territorio;

- Gestioni di rapporti con altri enti pubblici, privati e le Istituzioni scolastiche;

- Punto lettura nati per leggere.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 10.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto mira a raggiungere gli “irraggiungibili” e a coinvolgere sempre più famiglie della Città Metropolitana di Reggio Calabria, soprattutto quelle famiglie in cui la lettura non è praticata, secondo le buone prassi del programma nazionale Nati per Leggere.

Al contempo mira a connotare sempre più come “spazio comunitario” la Biblioteca comunale De Nava di Reggio, la Biblio-Mediateca Comunale di Gioia Tauro a Palazzo Baldari e Bibliopedìa a Bova Marina coinvolte nella rete: non solo luoghi del “sapere” per pochi intellettuali, ma luoghi di incontro, di scambio, luoghi in cui le persone “comuni” possano ritrovarsi intorno ai libri per sviluppare relazioni e legami, senso di appartenenza e consapevolezza circa il potenziale sociale, culturale, relazionale che la lettura condivisa può essere capace di generare.

La sinergia tra le tre biblioteche sopraccitate e i Gruppi di Lettura Nati per Leggere, allora, diventa strategica, perché permetterà un maggior raggiungimento delle famiglie del territorio, in particolar modo quelle disagiate.

Perché tutto questo possa realizzarsi è necessario accrescere la dotazione libraria dei punti lettura e dei presìdi NpL dell’area metropolitana, sia per poter garantire un’offerta ricca e di qualità sia per poter attuare il prestito, che permetterebbe da un lato di rendere sempre più accessibile e praticabile la lettura in famiglia e, dall’altro lato, di creare una fidelizzazione delle famiglie verso la Biblioteca.

Strumentalmente occorrerà anche diffondere e testimoniare, sul territorio metropolitano, le buone prassi del Programma nazionale “Nati per Leggere”, i luoghi in cui è possibile fruirne e le ricadute positive di ordine cognitivo, relazionale, emotivo che esso determina sullo sviluppo del bambino e delle comunità.