I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il bene, sul frontespizio contiene un articolato titolo in latino: "De simplicium nominibus qualitatibus nec non facultatibus cum indice divisum in duo volumina, ad usum Antonii Guglerii de Assisio ...". Si tra è un erbario di carte 68, compilato per scopi scientificia Antonio Guglieri,fu allievo del celebre lettore di medicina presso lo Studium di Perugia Pio Alberti.Il codice contiene, fissati sulle pagine cartecee, 133 essenze vegetali per le quali si rende una minuziosa descrizione e le relative proprietà terapeutiche.

Informazioni sullo stato della conservazione

A causa della sua frequente consultazione e della sua vetustà, si notano lacerazioni e perforazioni del supporto causate dall'acidità dell'inchiostro ferrogallico. Il fissaggio delle essenze, con ceralacca e carta, inoltre, ha causato un rigonfiamento dello spessore del codice con conseguente danneggiamento delle carte e degli stessi inserti che in molti casi risultano staccati dal supporto oppure frantumati.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il codice, appartenente all'archivio Fiumi Semattei Della Genga di Assisi, è custodito dalla Sezione di Archivio di Stato di Assisi ed è consultabile, osservando tutte le cautele del cas, presso la Sala studio dell'istituto archivistico assisano nei giorni dal lunedì al venerdi, dalle ore 8,00 alle ore 14,00

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 1.100,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto di restauro del codice prevede le seguenti opererazioni: documentazione fotografica prima, durante e dopo l'intervento di restauro; pulizia a secco dell'intero codice; distacco delle controguardie e rimozione della coperta; umidificazione e pulitura della coperta e integrazione delle lacune. Velatura parziale delle carte in corrispondenza dei punti di ossidazione più avanzata; chiusura dei fori presenti con polpa do carta giapponese. Consolidamento di tutti gli inserti vegetali dove possibile e incollaggio degli stessi con metilcellulosa; velature parziali degli inserti solo dove strettamente necessario con velo di adeguato spessore. Spianamento delle carte dove possibile, senza danneggiare gli inserti; Inserimento di una velina protettiva tra una carta e l'altra.

Realizzazione di un contenitore conservativo in cartoncino a base di alfacellulosa "acidfree"