I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il bene per il quale si chiedono erogazioni liberali è costituito da due lapidi in marmo di Carrara con incisi i nomi dei Caduti pizzighettonesi della Grande Guerra. Collocate nel 1921 sotto il portico del Palazzo comunale di Pizzighettone, le due lastre furono rimosse nel 1959-'60 in occasione dei lavori di ristrutturazione del Municipio. Lasciate per circa sessant'anni nel rivellino della cerchia muraria, adibito a magazzino comunale, sono state recentemente recuperate con l'intento di restaurarle e ricollocarle nella sede originaria. In occasione del sopralluogo per verificare le condizioni di conservazione dei manufatti, sono stati reperiti anche degli elementi decorativi, sempre in marmo di Carrara, pertinenti alle lapidi: si tratta di due mensole con pugnali entro corone di alloro che sormontano un nastro attorto con incise le date 1915 e 1918, e di due mensole con volute vegetali addossate. Infine, sono state recuperate due cornucopie, relalizzate con lo stesso marmo e con una fattura riferibile agli altri manufatti, ma al momento non inseribili nella ricostruzione del monumento commemorativo. D'accordo con la Soprintendenza competente, si è stabilito di ricomporre il monumento con le lapidi e i primi quattro elementi decorativi, e di custodire invece le cornucopie, dopo l'intervento di restauro, nei magazzini del Museo Civico, adatti a conservarle nelle migliori condizioni e protetti da sistema d'allarme.

Informazioni sullo stato della conservazione

Le lapidi e gli elementi decorativi non presentano danni strutturali, ma necessitano di interventi di pulitura (rimozione depositi mediante aspirazione e spolveratura), pulitura chimico-fisica, meccanica, risciacquo con acqua demineralizzata, integrazioni cromatiche ed eventuali velature, trattamenti finali con miscele di cere naturali/microcristalline o soluzioni di silossani oligomerici. Una volta restaurati, i manufatti saranno riassemblati in base alle prove effettuate presso il laboratorio di restauro (e agli attacchi che i vari elementi presentano), e grazie allo studio di analoghi monumenti eseguiti dalla ditta che quasi sicuramente ha realizzato il lavoro. Purtroppo, non è stato recuperato materiale iconografico e d'archivio utile a ricostruire l'aspetto originario del complesso, quindi ci si deve basare esclusivamente sulla ricomposizione dei vari elementi e sul confronto con altre opere della stessa tipologia.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Le lapidi e gli elementi decorativi sono attualmente in restauro, quindi non visibili al pubblico.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 3.985,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'Amministrazione Comunale di Pizzighettone intende svolgere un intervento di restauro e ricomposizione di due lapidi con i nomi dei Caduti pizzighettonesi della Prima Guerra Mondiale e dei relativi elementi decorativi. I manufatti, recuperati dopo essere stati lasciati in un ambiente adibito a deposito comunale per circa sessant'anni, una volta restaurati e ricomposti saranno collocati sotto il portico del Palazzo Comunale, loro sede originaria.

Le lastre commemorative, infatti, furono poste sotto i portici del Municipio nel 1921 e lì rimasero fino al 1959-1960, quando furono rimosse in occasione dei lavori di ristrutturazione dell'edificio.