I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Teatro del Lemming si forma a Rovigo nel 1987 con l'obiettivo di dare vita ad una compagnia di teatro di ricerca, in grado di manifestare un nuovo modo di fare teatro su scala locale e nazionale. Il gruppo guadagna ben presto una precisa identità, producendo spettacoli in grado di realizzare un efficace coinvolgimento drammaturgico e sensoriale dello spettatore. L'originale poetica del gruppo lo porta a diventare uno dei gruppi di punta della ricerca teatrale italiana. Per la Compagnia, infatti, il teatro, per avere un senso oggi, deve affrancarsi dalla pretesa mediatica di rivolgersi ad un pubblico indifferenziato provando a recuperare un rapporto diretto e personale con ciascuno spettatore partecipante. In altre parole, gli spettacoli del Lemming rendono lo spettatore finalmente partecipe e soggetto drammaturgico di un’esperienza, in un tempo che sembra relegarlo ormai ad una totale passività voyeuristica.

Nel 1997, il Teatro del Lemming viene riconosciuto e finanziato dal MiBACT come Compagnia di Produzione. La produzione di spettacoli propri (mission principale del gruppo) ottiene nel corso degli anni molti riconoscimenti, che permettono l'affermazione della poetica del gruppo a livello internazionale.

Nel 1994 il Teatro del Lemming realizza il Festival Opera Prima, evento che contribuisce a far emergere una nuova generazione teatrale: I teatri 90 (Motus, Clandestino, Roberto Latini, Accademia degli Artefatti, Fanny & Alexander, ecc.). Per l’attività del Festival il Lemming riceve il Premio speciale Giuseppe Bertolucci all’interno dei Premi UBU 1997.

Dal 2007 l'amministrazione comunale affida al Teatro del Lemming la gestione del Teatro Studio, dove il Lemming realizza invece attività di produzione, formazione ed ospitalità. La gestione da parte del Lemming permette così di dare un’identità precisa e riconoscibile al Teatro Studio, trasformandolo in uno spazio dedicato alla sperimentazione dei linguaggi della scena.

A partire dal 2014, inoltre, la Compagnia utilizza il Teatro Studio di Rovigo come luogo per sviluppare un progetto di residenze artistiche, che permetta a gruppi teatrali del panorama locale, nazionale ed europeo di sviluppare I propri progetti legati alla sperimentazione nelle arti sceniche. Nel 2018, l’attività di residenza viene riconosciuta dalla Regione Veneto e dal MiBac: il Lemming diviene infatti uno dei tre soggetti della Regione Veneto riconosciuti come “Residenze per artisti nei territori” nel triennio 2018-20.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il momento politico per eccellenza è quell'atto capace di trasformarci da spettatori in attori di un evento
Zygmunt Bauman, La società sotto assedio

Il Teatro del Lemming ha saputo costruire una propria originale poetica centrata sul coinvolgimento drammaturgico e sensoriale dello spettatore.

Da sempre, inoltre, il Teatro del Lemming ha lavorato attorno al mito inteso come strumento sempre vivo per interrogare l'immaginario e la coscienza dello spettatore. Ha visto così la luce la Teatralogia sul mito e lo spettatore, composta da EDIPO.Tragedia dei sensi per uno spettatore, DIONISO. Tragedia del teatro, AMORE E PSICHE. Una favola per due spettatori, ODISSEO. Viaggio nel teatro; NEKYA. Viaggio per mare di notte, personale riscrittura delle tre cantiche dantesche; la Trilogia dell'acqua, attorno ai miti shakespeariani, composta da AMLETO, GIULIETTA E ROMEO. Lettere dal mondo liquido, WS TEMPEST.

Negli ultimi anni il Lemming ha iniziato un percorso di ricerca attorno a Le Metamorfosi di Ovidio. METAMORFOSI, il nuovo progetto produttivo del gruppo si configura, ancora una volta, come un'esperienza intima e personale per lo spettatore nella quale la sua soggettività incontrerà i modelli universali del mito. Sarà un lavoro in cui lo spettatore sarà indotto a navigare attraverso un universo estetico e sensuale aperto ad un ascolto intimo di sé, della sua memoria, delle sue emozioni, viatico necessario al possibile svelamento e all'incontro intimo ed autentico con l'Altro.

Scriveva di noi Fronzi su Micromega: "Questo teatro diverso, anti-tradizionale, che quotidianamente lotta per la propria sopravvivenza, rappresenta una piccola rivincita nei confronti di quel segmaneto di realtà che tenta silenziosamente di narcotizzare la coscienza di un uomo che, per poter comprendere ed interpretare il proprio mondo, sembra volersi avvalere sempre meno del potenziale ermeneutico ed euristico delle arti".


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 50.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

 

Nel 2007 il Teatro del Lemming vince il bando di gestione del Teatro Studio di Rovigo. Lo spazio è uno dei due teatri della città, assieme al Teatro Sociale che da sempre è dedicato alla lirica e al teatro di tradizione. Da allora il Lemming ha intrapreso un percorso volto alla riqualificazione dello spazio perseguendo l'obiettivo di creare un luogo di riferimento nella sperimentazione dei linguaggi scenici. Abbiamo realizzato una serie di interventi strutturali, adeguando il teatro alle nuove esigenze, realiziamo una programmazione dedicata all'ospitalità di artisti legati alla sperimentazione dei linguaggi scenici e sosteniamo la ricerca teatrale attraverso le residenze artistiche.

Residenze artistiche

La residenza è la forma che abbiamo individuato per ospitare o supportare il lavoro di altri artristi.

Ci piace intendere la residenza artistica, infatti, come la forma corretta ed ideale per ospitare, programmare e documentare i processi di lavoro nell’ambito della ricerca teatrale.

Per vivere ed operare appieno, infatti, qualsiasi sperimentazione sui linguaggi scenici ha bisogno di spazi e di tempi più dilatati rispetto a quelli offerti oggi dal sistema teatrale. Mediamente l’ospitalità di uno spettacolo consiste in “una data secca”: arrivo, montaggio, replica, smontaggio e si riparte, senza possibilita’ di creare un legame fertile e reale tra l’opera e il territorio. Occorre trovare nuovi modelli operativi, nuovi modi di ospitare la ricerca. Eccoci così alla modalità delle residenze, la possibilità cioè per un gruppo o per un'artista di rimanere per un periodo più o meno lungo su di un territorio, in modo che venga favorito il dialogo con la comunità che lo ospita ed in modo che il suo lavoro trovi lo spazio ed il tempo necessario per potersi svelare appieno.

Nel triennio 2018 - 2020, con il progetto IN METAMORFOSI - Residenze per la ricerca teatrale, sostenuto dalla Direzione Beni Attività Culturali e Sport della Regione Veneto, l'attività del Teatro del Lemming è rivolta da una parte al sostegno della giovane creatività locale e regionale, dall’altra all'ospitalità in residenza di artisti della scena nazionale ed europea che lavorano, in particolare, attorno al coinvolgimento dello spettatore nell’evento scenico, secondo formule e metodi innovativi ed inediti.

Ospitalità

La rassegna teatrale annuale del Teatro Studio è da sempre dedicata a quel teatro che sperimenta nuovi linguaggi e metodi in dialogo costante con il contemporaneo. Ogni rassegna è accompagnata da eventi collaterali: il laboratorio di scrittura critica, realizzato in collaborazione con gli istituti di istruzione superiore di Rovigo; laboratori di formazione attoriale, dedicati ai giovani attori anche non professionisti; percorsi di formazione critica del pubblico.

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 70.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

VISIONI è il nuovo progetto di rassegna teatrale presso il TEATRO STUDIO tra il 2019 e il 2020. La rassegna sarà dedicata alla sperimentazione e ai nuovi linguaggi della scena contribuendo ad arricchiri la proposta culturale di Rovigo e a consolidare il Teatro Studio come polo culturale legato al contemporaneo. Accanto alla presentazione di spettacoli, la rassegna ospiterà al suo interno un ciclo di residenze artistiche realizzate hgrazie al contributo del MiBAC e della Regione Veneto. Verranno attivati un laboratorio di teatro, aperto alla città ed un laboratorio critico. L'attività degli artisti al Teatro Studio verrà documentata attraverso delle brevi interviste che comporranno il ciclo Ipse Dixit


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 70.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Nel 2016 il Teatro del Lemming  ha dato vita al progetto CONNESSIONI, che mette in rete degli spazi teatrali veneti a favore dell'ospitalità di artisti che operano in direzione della ricerca teatrale. La rete è prodotta, gestita e diretta dal Teatro del Lemming.

CONNESSIONI – Rete Veneta per la Ricerca Teatrale

Allo stato attuale la rete mette “in connessione” tre spazi indipendenti (il Teatro Studio di Rovigo, Carichi Sospesi di Padova e Spazio Farma di Mestre) e un Festival (il Festival Opera Prima a Rovigo). Essi condividono parte della loro programmazione, permettendo ai gruppi della ricerca italiana ed europea di compiere delle piccole tournée. Obiettivi della rete: promuovere e diffondere la sperimentazione dei linguaggi scenici; facilitare la circuitazione delle compagnie teatrali di ricerca.

Come funziona?

Ogni anno le realtà che compongono la rete scelgono insieme alcune produzioni di ricerca o attività di formazione da far circuitare negli spazi della rete: queste scelte da una parte vanno ad arricchire le rassegne e le attività programmate dai singoli spazi, dall’altra vanno a costituire il cartellone di CONNESSIONI, che diventa così una rassegna trasversale capace di abbracciare diverse province distinte della Regione.

Nello specifico, in questi anni, oltre alla circuitazione delle produzioni dei soggetti della rete (Teatro del Lemming, Farmacia Zoo:è, Carichi Sospesi, Opera Prima), CONNESSIONI ha ospitato Roberto Latini, Teatro Sotterraneo, Ilaria Drago, Welcome Project, Doyoudada.

Il progetto è aperto ed in espansione.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 105.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

DI FORME MUTATE vuole essere un evento capace di inserirsi in modo originale ed innovativo all'interno del dibattito attorno al coinvolgimento e alla partecipazione attiva del cittadino-spettatore, inteso sia dal punto di vista artistico che sociale e politico. L'evento ruoterà attorno all'ultima produzione del Teatro del Lemming, compagnia rodigina che da oltre vent'anni s'interroga sul ruolo dello spettatore nell'evento scenico.
Fuoco dell’evento è infatti la presentazione in prima nazionale dell’ultima produzione del Lemming: Metamorfosi. Nel labirinto della memoria. Accanto allo spettacolo verranno proposti una serie di eventi performativi e una serie di cinque incontri/conferenze con alcuni importanti intellettuali e docenti universitari che contribuiranno ad affrontare la complessità de “Le Metamorfosi”, partendo dai miti cantati da Ovidio per riflettere sulle tante metamorfosi della nostra contemporaneità. Ogni conferenza – a due voci - tratterà di un tema diverso, fino a inerire il piano sociale, estetico, psicologico e politico. Sempre attorno ai miti delle Metamorfosi di Ovidio saranno realizzate quattro Chiamate Pubbliche - I cinque sensi dell’attore in quattro diversi spazi all’aperto della città di Rovigo.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 12.201,22 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Laboratorio Carcere - A partire dal 2016 il Teatro del Lemming conduce un laboratorio teatrale all'interno della Casa Circondariale di Rovigo.

 


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 30.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Progetto IN METAMORFOSI vuole sostenere il Teatro del Lemming rafforzando tutte quelle attività collaterali che si affiancano all'attività di produzione della Compagnia. Il progetto infatti sostiene la realizzazione di residenze artistiche dedicate ad altri artisti selezionati su bando, la realizzazione di una rassegna presso il Teatro Studio di Rovigo, laboratori e attività formative.


NOTE Intervento archiviato