I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Galleria Nazionale delle Marche, creata per Regio decreto nel 1912 e dotata di autunomia speciale con D.M. 27 novembre 2014, raccoglie, custodisce ed espone opere d'arte significative del territorio marchigiano. La sua importanza è legata principalmente, al ruolo che Urbino ebbe come capitale culturale nel Rinascimento e, in questa veste, è consegnataria anche del Palazzo Ducale di Urbino edificato da Federico Montefeltro a partire dalla metà del Quattrocento. Oggi, la sua mission si vede ampliata con le attività di divulgazione, con i parternariati con gli altri istituti culturali e con attività espositive che spaziano anche all'arte ed architettura contemporanee.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 23.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Si prevede lo smontaggio dell'opera ed il consolidamento preliminare dello smalto. Successivamente si provvederà alla rimozione dei sali dal corpo ceramico mediante impacchi e bagni desalinizzante, quindi, quindi alle operazioni di consolidamento definitivo dell'invetriatura. In seguito sarà effettuata la pulitura della superficie invetriata e del retro della ceramica con la rimozione parziale delle vecchie integrazioni ed, infine, si eseguirà l'integrazione pittorica delle lacune con il metodo del puntinato. L'intervento prevede anche la progettazione e realizzazione di un nuovo sistema di montaggio su pannello. Tutte le fasi di intervento saranno documentate mediante riprese fotografiche e da indagini diagnostiche approfondite per determinare le tecniche esecutive e le cause del degrado.