I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Teatro del Drago è una Compagnia di  di rilevanza nazionale riconosciuta dal MIBAC e dalla Regione Emilia- Romagna per la promozione e la produzione di Teatro di Figura. Ma soprattutto è una Famiglia d'Arte, attiva nel settore dei burattini e delle marionette dalla prima metà del XIX secolo. Oggi, con il nome Teatro del Drago, acquisito nel 1979, i fratelli Mauro ed Andrea Monticelli rappresentano la quinta generazione ininterrotta di questa lunga tradizione familiare. proseguendo un filone artistico sia tradizionale (burattini in baracca)  che contemporaneo (animazione a vista, ombre e pupazzi).

Nel corso di quest quarant'anni di attività gli spettacoli prodotti dalla Compagnia sono stati più di 30, ed hanno girato l'Italia ed il mondo ospiti dei maggiori Teatri e Festival del settore, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti.

Teatro del Drago annualmente cura la Direzione Artistica e l'organizzazione di numerosi eventi e manifestazioni culturali e teatrali, di Teatro scuola e formativi  non solo nella sua città, ma in tutta la Regione A Ravenna , la Stagione Teatrale LE ARTI DELLA MARIONETTA giunta alla sua 30°edizione, CASOLA è UNA FAVOLA, spettacoli, concerti, laboratori e trekking nei luoghi più suggetivi di Casola Valsenio . Da segnalare il progetto BURATTINI&FIGURE una  rassegna estiva  di Teatro di Figura diffusa  che mette in rete tanti Comuni piccoli e grandi della Romagna. E ancora fuori regione, a Lignano Sabbiadoro PUPI E PINI

Dal 2015 Teatro del Drago cura la Direzione Artistica del FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI BURATTINI E DELLE FIGURE ARRIVANO DAL MARE! uno dei più antichi Festival di settore in Italia, giunto quest'anno alla sua 44°edizione, che rappresenta uno dei momenti di massima visibilità per il settore del Teatro di Figura italiano in un contesto dall'ampio respiro internazionale.

Sempre dal 2015 la compagnia ha la gestione del TEATRO COMUNALE DI GAMBETTOLA un piccolo gioiello liberty recentemente restaurato ed uno dei pochi Teatri in Italia completamente privo di barriere architettoniche.

Tradizione e ricerca sono sostenute  dalla conservazione del patrimonio storico di famiglia, oggi raccolto nel piccolo MUSEO LA CASA DELLE MARIONETTE in pieno centro storico a Ravenna. Una collezione viva, un insieme di materiale di spettacolo apparteneti alla tradizione italiana del Teatro di Burattini e Marionette dal 1840.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 100.000,00 €

 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Da sempre punto di riferimento per il Teatro di Figura, il Festival Internazionale dei Burattini e delle Figure Arrivano dal Mare! ospita ogni anno oltre cinquanta compagnie provenienti da tutto il mondo, abbracciando ogni tecnica ed espressione artistica del variegato mondo del Teatro di Figura.

La 45esima edizione del Festival Internazionale dei Burattini e delle Figure Arrivano dal Mare! aprirà il suo sipario virtuale il 21 maggio: non è stato lockdown per l’immaginazione, le idee, la voglia di continuare a fare Cultura, di dialogare con il pubblico, con i colleghi, con gli studiosi, con i bambini. E cosi, giorno dopo giorno, è nata quest’idea che ora vi consegniamo come si consegna un dono, molto artigianale, fatto con le nostre mani, pensato per chi ama il mondo del Teatro di Figura. Il programma (un totale di 58 appuntamenti fino al 26 maggio) è composto da contenuti inediti prodotti dagli artisti italiani e internazionali ospiti del Festival. Una programmazione totalmente on line su piattaforma ZOOM, Facebook, YouTube. Il Festival avrà una seconda parte che si svolgerà nei mesi di luglio e agosto e questa volta dal vivo, così come avviene da 45 anni.

Il Festival, uno dei più longevi in Italia, nasce nel 1975 con gli "sbarchi" a Cervia e Ravenna. Dal 2015 la Direzione Artistica e organizzativa passa a Teatro del Drago/Famiglia d'Arte Monticelli.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 100.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

A pochi passi da Piazza del Popolo, sorge il Museo “La Casa delle Marionette”, che ospita la storica Collezione Monticelli: uno spaccato di duecento anni di storia del teatro di figura italiano.

La storia della Famiglia Monticelli si intreccia con la città di Ravenna da lunga data, infatti risalgono ai primi del Novecento i documenti che testimoniano le prime tournèe in città della Compagnia Marionettistica Monticelli-Salici.

La collezione comprende 132 scenografie in carta, un sipario in tela, centotrenta burattini, sessantatre marionette, centoventi copioni e innumerevoli materiali cartacei di tournée (locandine, lettere, bandi, permessi), nonché materiale sparso (teste di legno, mani di burattini, costumi per burattini e marionette). Fra tutti i materiali di particolare valore la muta di Agostino Galliani Serra e alcuni pezzi come

la Pulonia, fra le marionette la muta “Fantocci Lirici Yambo”, le marionette Picchi; fra le scenografie i nove rotoli della Famiglia Picchi; fra i copioni manoscritti i dodici redatti da Ariodante Monticelli fra il 1850 e il 1890. Una Collezione itinerante che dal 2005 è diventato un MUSEO, un luogo pubblico dove bambini e adulti, turisti e studiosi, possono trovare il piacere di sognare ad occhi aperti, e attraverso la storia delle marionette e dei burattini imparare a conoscere meglio la geografia, l’economia, la società del nostro Paese.

L’allestimento è coinvolgente, stupisce il visitatore il cui sguardo può spaziare dal soffitto alle teche poste a livello del pavimento per consentire anche ai più piccoli una corretta visione del patrimonio.

Il museo è attivo tutto l’anno con percorsi specifici per il mondo della scuola racchiusi nel progetto Il Museo va a scuola, e molti eventi, workshop, incontri e laboratori per grandi e piccini. Molta attenzione viene data anche al settore della formazione con percorsi come Le arti crescono, la Piccola Accademia della Poesia, Puppets Camp. Raccontar- ci, Bend The Rules. Inoltre spesso la sala centrale si

trasforma in luogo teatrale e il museo viene animato da spettacoli e narrazioni.