I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L’edificio, progettato dall’ing. Torello Marini nel 1879, realizzato nel più puro stile dell’architettura funebre non è scevro da influenze neoromantiche. Fu innalzato su un terrazzamento artificiale attiguo all’ abitazione estiva di Tommaso Conversini, oggi concessa in comodato dall’Azienda alla Comunità Incontro. Il Romitorio, è stato concepito come una scatola di piccole dimensioni e realizzato in muratura in pietra di cava. Il fronte anteriore fu rivestito da un paramento in pietra “tipo alberese” mentre le modanature architettoniche che incorniciano il portale e formano il timpano in pietra arenaria tipo pietra “serena”. Il portale d’ingresso e le modanature di collegamento con il frontone accolgono una lapide commemorativa del luogo e di Tommaso. All’interno della struttura vi è il sarcofago in ferro, sormontato da un coperchio sulla cui cuspide è posto il globo terrestre sormontato dalla croce cristiana. Il Romitorio ha al suo interno l’affresco affresco di scuola quattrocentesca “Vergine dei Brancolini”.

Informazioni sullo stato della conservazione

L'edificio necessita di interventi complessivi di restauro che comportano, tra gli altri, il distacco delle parti affrescate.

Attualmente l'edificio presenta problematiche di consolidamento della struttura architettonica e alle coperture, deperimento degli intonaci interni e degli infissi, non corretta regimazione degli scarichi e delle pendenze per lo smaltimento delle acque, necessità di potatura e ripulitura dell'esterno a verde adiacente nonché deperimento degli affreschi e del sarcofago interni.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

L'edificio è visitabile su appuntamento

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 51.500,00 €

 slide
 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento prevede il consolidamento e il restauro strutturale dell'intero complesso architettonico al fine di renderlo fruibile dai visitatori insieme al parco dlla Villa all'interno del quale è inserito.

Il primo lotto comprende:

- le opere provvisionali comprensive di trasporto, montaggio, smontaggio e noleggi. Le strutture saranno utilizzate per puntellare le volte e l'arco centrale e per il sostegno del sarcofago;

- le oper al tetto: smontaggio di manto, pianelle, piccola e grossa orditura, gronda in mezzane;

- rettifica e rinforzo dell'arcone;

- messa in opera di capriata spuria e di catene traverse longitudinalli;

. rimontaggio del tetto;

- sistemazione impianto di smaltimento delle acque;

- opere di consolidamento della nicchia del sarcofago;

- chiusura delle lesioni nelle murature verticali;

- smontaggio dei ponteggi interni;

- ricostruzione del pavimento;

- rimontaggio dell'altare.

Il secondo lotto comprende:

- restauro del materiale lapideo della facciata, del portone, degli intonaci interni;

- rifacimento degli infissi;

- imbiancature;

- rifacimento impianto elettrico;

- varie opere di completamento esterne;

- pavimentazione esterna e rettifica delle pendenze;

- sistemazione dell'area a verde adiacente.

Questo lotto prevede anche lo stacco, il restauro e il riposizionamento dell'affresco di scuola quattrocentesca “Vergine dei Brancolini” .

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 8.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto prevede lo stacco dell'affresco di scuola quattrocentesca “Vergine dei Brancolini” attualmente all'interno dell'edificio ai fini di una sua conservazione e futuro restauro e ricollocazione.