I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Caduta nasce a Torino nel 2003 da un'idea di Massimo Betti Merlin e Lorena Senestro che trasformano una vecchia bottega di quartiere in un teatro in miniatura con palco all'italiana, sipario a mano, 45 posti a sedere e un palco di 4x3 metri. L'arredo intimo e famigliare, realizzato con materiali di recupero e una ristrutturazione artigianale, rievoca le atmosfere dei cabaret d'inizio secolo. A partire dal 2005 va in scena il Varietà della Caduta, lo spettacolo che ha reso noto al pubblico il Teatro della Caduta e ha rilanciato lo spettacolo di varietà a Torino. L'esperienza del Varietà ha permesso il confronto direttamente sul palcoscenico tra artisti di discipline molto diverse – musica, teatro, danza e arte di strada. Dalla pratica si è affermata un'idea di teatro dove l’attore è al centro - secondo la tradizione italiana dell’attore mattatore e delle avanguardie artistiche. Molteplici forme di spettacolo e linguaggi diversi caratterizzano le produzioni della compagnia – alcune di queste coproduzioni con istituzioni culturali di rilievo nazionale - che circuitano in Italia e all'estero. Fra questi segnaliamo gli spettacoli di Lorena Senestro (MadamA Bovary e La Signorina Felicita, coprodotto con il Teatro Stabile di Torino), in cui emerge la presenza scenica dell'attrice, gli spettacoli di ricerca di Marco Bianchini (Uno su Seimila), gli spettacoli comici di Francesco Giorda, ispirati allo stand-up anglosassone e gli spettacoli di Matthias Martelli, che coniugano la tradizione giullaresca in chiave moderna (Mistero Buffo, coprodotto con il Teatro Stabile di Torino, Il Mercante di Monologhi). La qualità delle produzioni ha valso l'attribuzione di numerosi riconoscimenti e premi nazionali alla compagnia. Produzione, circuitazione, programmazione, progettualità e formazione sono le linee guida del gruppo che hanno permesso alla Caduta di essere riconosciuta e sostenuta dal Ministero dei Beni e della Attività Culturali come impresa di produzione.
La Caduta conta più di 20 produzioni distribuite in Italia e all’estero e coprodotte con importanti istituzioni, in cui l’attore è al centro, secondo la tradizione italiana dell’attore mattatore e la lezione delle avanguardie artistiche.
Organizza eventi e rassegne su tutto il territorio nazionale in collaborazione con Regione Piemonte, Comune di Torino, Salone Internazionale del Libro, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Piemonte dal Vivo e altri partner istituzionali. Ha ideato e promuove il network Concentrica, la prima rete piemontese di respiro nazionale, che ospita compagnie nazionali in tante aree geografiche differenti.

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 80.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Nato dalla spinta della Caduta, Concentrica riunisce alcuni dei soggetti del panorama più dinamico della scena performativa italiana per portare il teatro indipendente ed emergente fuori dal contesto strettamente cittadino, e consolidare un nuovo modo di fare distribuzione, in rete con una pluralità di programmazioni in Piemonte e Liguria: piccole tournée utili per offrire alle compagnie date consecutive e maggiore visibilità su territori in cui il loro lavoro è poco conosciuto.

Tra Piemonte e Liguria i comuni coinvolti sono:  Deiva Marina, Vercelli, La Spezia, Genova, Valenza, Venaria, Ventimiglia, San Maurizio d’Opaglio, Asti, Lanzo Torinese, Casalborgone, Almese, Settimo Torinese, Busca, Caraglio, Dronero, Albenga.

Si rinnova la collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e con la Città di Torino. Mentre una novità di questa edizione è la collaborazione con il progetto Bruxelles en piste .

Concentrica si struttura secondo il criterio della multidisciplinarità e inserisce in cartellone non solo prosa e nuova drammaturgia, ma anche danza contemporanea e nuovo circo. La novità di quest’anno è un ricco calendario di Anteprime, con eventi che attraversano i linguaggi del cinema, della musica, della performance, dell’evento conviviale e del gioco di ruolo dal vivo.

Per chi vuole partecipare attivamente ci sono l’Osservatorio Giovani, spazio di confronto fra gli artisti invitati e gli studenti di liceo e università, e i tavoli di lavoro “Pensieri dal Vivo” momenti di riflessione su temi caldi dello spettacolo dal vivo.

Si confermano partner del progetto il Teatro Sociale (Valenza), l’Officina Teatrale degli Anacoleti (Vercelli), l’Associazione Craft (Asti), Compagni di Viaggio (Lanzo T.se), Teatro delle Selve (San Maurizio d’Opaglio, NO), Nido di ragno (Ventimiglia), Teatro Concordia (Venaria). Tanti i nuovi partner di quest’anno: Faber Teatro (Casalborgone), Fabula Rasa (Almese), SantiBriganti Teatro (Settimo T.se  e Teatri Civici – di Busca, Dronero e Caraglio).

A loro si affiancano importanti realtà metropolitane: Café Müller, Circolo dei lettori, Coorpi, Film Commission Torino Piemonte, Flic Scuola di Circ