I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

MOSAICO DANZA presente sul territorio piemontese da 27 anni, svolge un’attività rivolta al sostegno, alla promozione e alla diffusione della giovane danza contemporanea d’autore nazionale e internazionale. Il progetto principale, a cui si affiancano altre iniziative come l'offerta di residenze coreografiche e progetti in networking, è INTERPLAY/International Contemporary Dance Festival, che giunto alla sua 20esima edizone, è la realtà più longeva sul territorio regionale dedicata ai linguaggi del contemporaneo. Il festival programma compagnie e danz'autori un pò da tutto il mondo, selezionando quegli artisti giudicati dalla critica come le punte di diamante della scena contemporanea. Il suo calendario presenta nella seconda metà di maggio prime nazionali e regionali, programmando il meglio della nuova danza contemporanea da tutto il mondo, in teatro e spazi urbani della città. Negli anni al festival hanno partecipato compagnie provenienti dal Canada, U.S.A., Israele, Brasile, Giappone, Germania, Olanda, Belgio, Polonia, Svizzera, UK, Danimarca, Asia, Finlandia, Spagna, Francia... oltre che dall’Italia.

Tutta la nostra storia passata e futura è visionalbile al sito www.mosaicodanza.it

Mosaico Danza fa inoltre parte del network nazionale Anticorpi XL dedicato al sostengo dei giovani artisti emergenti della scena nazionale e dal 2017 Mosaico entra nella RTO / Raggruppamento Temporaneo di Organismi della Lavanderia a Vapore/ Casa della Danza di Collegno (TO), che coinvolge nella governance i principali soggetti territoriali di promozione della danza. In quest’ottica Mosaico ha coordinato il progetto Sharing Moving International Residencies con il Graner di Barcellona ed è partner di ETAPE DANCE , un progetto trilaterale che coinvolge il Fabrik Potsdam ( DE) e la Maison centre de développement chorégraphique national Uzès Gard Occitanie e il Théâtre de Nîmes (FR).

Le azioni che ci hanno visto protagonisti in questi anni:

  • PROMOZIONE artisti nazionali ALL’ESTERO con progetti di RESIDENZA
  • PARTNERSHIP CON CENTRI COREOGRAFICI NAZIONALI E INTERNAZIONALI per sostegno a nuove creazioni
  • PROGETTI SPECIALI > FOCUS YOUNG MEDITERRANEAN AND MIDDLE EAST CHOREOGRAPHERS, con 7 partner nazionali e 7 internazionali
  • FORMAZIONE DEL PUBBLICO > YC4D/YOUNGEST CRITICS FOR DANCE  realizzato con il web magazine Krapp'S last post
  • PROGETTO PILOTA con il CORSO DI LAUREA DI FISIOTERAPIA dell’Università di Torino, durato alcuni hanno ha permesso uno studio approfondito sulle patologie del " danzatore"

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

INTERPLAY, il festival di danza contemporanea di Torino che proprio quest’anno compie 20 anni, con l’emergenza Coronavirus si è reinventato dividendosi in due parti, adattandosi e riformulando il proprio progetto in ragione delle necessità di sicurezza e di tutela sanitaria di artisti e pubblico. Il programma ipotizzato fino a gennaio è stato necessariamente stravolto, e Interplay si è trasformato in maggio in un format digitale che ha presentato in diretta streaming spettacoli, interviste, incontri con esperti di settore e grazie ad una formula coinvolgente e innovativa ha superato le 13.000 visualizzazioni. 10 compagnie programmate, su 3 teatri per 10 giorni di spettacolo, con il coinvolgimento di 5 esperti di settore che hanno introdotto le serate andate in streaming, dialogando con gli artisti. Per cui in ordine di apparizione: Sergio Trombetta, Elisa Guzzo Vaccarino, Alessandro Pontremoli, Claudia Allasia e Chiara Castellazzi, con una finzione cinematografica il pubblico è entrato nei teatri, ha visto il pubblico entrare in sala, assistito alle interviste curate dagli esperti, e poi ha assistito agli spettacoli. Il lavoro del team di Interplay e di Natalìa Casorati non si è concluso a maggio, perché per la parte autunnale del festival ha dovuto essere ancora una volta ripensata seguendo anche le ultime direttive nazionali in tema di sicurezza. Se per Interplay Digital a maggio è stato possibile mantenere – in una fiction del reale - spettacoli, teatri, date e orari, così come sono stati confermati gli impegni economici presi con gli artisti italiani prima del Covid19, per il programma autunnale si è ragionato su un progetto di spettacoli con soli o duetti di coppie di fatto, rimandando le compagnie internazionali alla prossima edizione.

La sfida, il tema del festival di quest’anno, resta il fil rouge anche degli spettacoli autunnali e anzi diventa la sfida del Festival stesso nel resistere e continuare a proporre spettacoli di grande qualità nonostante le tante incertezze economiche.

Interplay propone così una formula che è cara alla sua programmazione fin dagli esordi, ovvero quella di presentare spettacoli e interventi coreografici in luoghi non convenzionali, mescolandosi alle attività della città e intercettando così nuovi pubblici. Ma non solo: tra settembre e novembre incontra la programmazione di altre manifestazioni con cui, in questo tempo difficile, si sono consolidati rapporti di dialogo e incontro. Saranno così 10 le compagnie programmate su 3 mesi, incontrando 2 festival ( Mirabilia e Torinodanza)1 stagione ( Lavanderia a vapore/PDV), utilizzando 3 teatri ( Fonderie Limone, lavanderia a Vapore, Cubo Teatro), 1 museo ( GAM), 1 spazio multidisciplinare  (Noire gallery), 1 piazza ( Foro Boario).

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

INTERPLAY il festival dedicato alle nuove generazioni della danza più contemporanea, ritorna in primavera, portando a Torino per 10 giorni il meglio della nuova creatività nazionale ed internazionale.

Ogni festival ha un suo preciso carattere: INTERPLAY, alla sua diciottesima edizione, è come i giovani talenti che ospita nell’intenso cartellone che porterà a Torino, dal 21 al 31 maggio, sguardi, visioni, entusiasmo ed emozioni. Sempre ribelle agli schemi, ogni anno diverso, ostinato nel ricercare nomi e progetti che possano lasciare un segno nel mondo della danza contemporanea.

100 artisti da tutto il mondo, provenienti da 11 paesi europei ed extraEu e da diverse regioni italiane. 23 compagnie, per 8 prime nazionali. DEBUTTI, CREAZIONI SITE SPECIFIC e ospitalità di NUOVE GENERAZIONI, accanto a FORMAZIONI più CONOSCIUTE, innovative, coraggiose, libere di utilizzare codici linguistici e artistici più diversi. Una finestra sulle poetiche artistiche del presente, con uno sguardo verso il futuro, uno sguardo alle volte scomodo. Spettacoli e momenti di scambio per condividere esperienze estetiche e culturali, emozioni e impressioni bevendo un aperitivo con pubblico, operatori e artisti.

21/22 maggio Teatro Astra > 25 maggio Casa del Teatro Ragazzi > 26 maggio Blitz Metropolitani/Castello di Rivoli, Museo d'Arte Contemporanea > 29/31 maggio Lavanderia a Vapore

Dopo l’emozionante esperienza della scorsa edizione si rinnova nel 2018 l’attenzione verso artisti provenienti dal bacino del Mediterraneo, con una sezione del festival dedicata alle compagnie provenienti da diversi paesi arabi che arrivano in Italia per un tour fra i migliori festival di danza del nostro territorio. Il FOCUS YOUNG MEDITERRANEAN AND MIDDLE EAST CHOREOGRAPHERS 2018, di cui Interplay inaugura il tour, ospita un coreografo iraniano e una compagnia siriana, una scelta che è anche una scommessa, in un momento tanto delicato politicamente.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 60.000,00 €

 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

INTERPLAY il festival dedicato alle nuove generazioni della danza più contemporanea, dal 21 al 30 maggio ha portato a Torino il meglio della nuova danza nazionale e internazionale, ospitando compagnie da 10 nazioni diverse e da molte regioni italiane, incrociando progettualità in rete di respiro internazionale, quale testimonianza di scelte estetiche, poetiche e percorsi coreografici differenti. La novità di questa edizione è stata, accanto alla programmazione nei teatri, una sezione DIFFUSA, che si è svolta in Gallerie d’Arte, Musei, Università e IperMercati, spostandosi tra “palcoscenici tradizionali” e “palchi metropolitani”. Più di 100 artisti da tutto il mondo, 23 compagnie per DEBUTTI, CREAZIONI SITE SPECIFIC e ospitalità di NUOVE GENERAZIONI, accanto a FORMAZIONI più CONOSCIUTE. In apertura al Teatro Astra il 21 maggio, due compagnie di massimo rilievo. ENRICO&GINEVRA italo-berlinesi che con la nuova creazione Harleking e il portoghese MARCO DE SILVA FERREIRA un’esplosione di vitalità per 7 interpreti in BROTHER. Il 22 maggio 4 perfomance in due contesti antitetici. La piazza del Centro Commerciale Parco Dora e poi alla Galleria NOIRE con  CRISTINA RIZZO  e  Carlo Massari dei C&C. Il 23 maggio alla Lavanderia a Vapore FABIO LIBERTI , GRETA FRANCOLINI e FORECASTING di Giuseppe Chico & Barbara Matijević. GOBLIN PARTY, coreani ospitati nell’ambito del progetto internazionale in rete CROSSING THE SEA, vincitore del bando Boarding Pass Plus Mibac. Il 24 maggio alla GAM  perfomance di compagnie internazionali, in replica il 25/05, in piazza Vittorio Veneto.  Il 27 maggio alla Casa del Teatro MK di MICHELE DISTEFANO e FRANCESCA FOSCARINI . Il 28 maggio al Politecnico di Torino la compagnia LOS INNATO di MARKO FONSECA. 29 maggio, alla Casa del Teatro uno dei coreografi di punta della scena europea, il greco CHRISTOS PAPADOPOULOS (GR) e il30 maggio alla Lavanderia serata di chiusura con 4 spettacoli  in short format.


NOTE Intervento archiviato