I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L'Associazione Culturale Controluce Teatro d'Ombre nasce nel 1994 dall'incontro a Torino tra il pittore spagnolo Jenaro Meléndrez Chas e i musicisti Cora De Maria e Alberto Jona grazie alla loro comune passione per il teatro. L'idea iniziale di unire musica, pittura astratta e tecniche di teatro d'ombre orientale in un progetto artistico comune, da subito è cominciata a svilupparsi in due direzioni: quella del Teatro di Figura dedicato a un pubblico adulto e quella del Teatro Musicale.

Nel 1994 per iniziativa dell'Associazione, grazie alla spinta di alcune delle istituzioni della regione Piemonte, nasce INCANTI - Rassegna Internazionale di Teatro di Figura

INCANTI è un festival dedicato al Teatro di Figura, rivolto principalmente ad un pubblico adulto, che ha come obiettivo la diffusione e promozione di questo genere teatrale in Italia, a partire dal Piemonte.

Il festival offre, insieme alla tradizione, un panorama della ricerca e degli sviluppi internazionali del Teatro di Figura ospitando produzioni in cui tutti i linguaggi performativi attuali (musica, poesia e arti visive ecc.) si incrociano con libertà creativa e dialogano con il presente toccando temi anche di scioccante attualità.

Si distingue per il respiro internazionale e l'attenta scelta della programmazione che vede grandi nomi affiancarsi a compagnie emergenti.

Ogni anno il festival presenta una tematica di fondo, che viene declinata e proposta quale fil rouge che lega tutti gli spettacoli e gli eventi collaterali programmati, adoperandosi affinché il festival non sia solo una vetrina di alta qualità ma uno stimolo e un
momento di riflessione sul Teatro di Figura in relazione a diverse tematiche.

Numerose le attività e i progetti che affiancano la programmazione serale degi spettacoli, alcune ormai storiche come:

PROGETTO ACCADEMIA | propone un momento di incontro con una scuola di teatro europea – che ha una sezione dedicata al Teatro di Figura - con l'obiettivo di aprire una finestra sullo stato dell'arte e della formazione in ambito europeo. L'intenzione è mostrare il lavoro degli allievi tramite la proposta di uno o più spettacoli degli stessi e far conoscere la didattica e la ricerca che si sta sviluppando all'estero, creare un'occasione di scambio, grazie a workshop e laboratori, e conoscenza.

PIP - Progetto Incanti Produce | il festival si propone come piccolo centro di alta formazione, invitando un regista di fama internazionale a lavorare con cinque artisti provenienti da tutto il mondo selezionati in base a curriculum e lettera motivazionale, per la realizzazione di uno spettacolo inedito.

PROGETTO CANTIERE | intende sostenere ed accompagnare nella creazione alcune giovani compagnie nell'ottica di creare un passaggio culturale tra storiche compagnie di Teatro di Figura italiane e nuove generazioni . Inoltre vuole offrire alle migliori la possibilità di circuitare all'interno di festival partner dell'iniziativa.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 5.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Sin dall sua nascita l'Associazione Culturale Controluce Teatro d'Ombre si occupa di tradurre in ombra capolavori della musica lirico sinfonica. Partecipando a festival, rassegne e manifestazioni teatrali e musicali ha proposto messinscene in cui si mescolano teatro d'ombre, musica, immagini in movimento, pittura e letteratura.

Controluce ha collaborato con scrittori, musicisti, compositori, artisti ed enti culturali e musicali nella produzione dei propri spettacoli e continua a perseguire l'idea iniziale di unire musica, pittura astratta e tecniche di teatro d'ombre orientale proponendo al proprio pubblico un repertorio ricco di suggestioni e meraviglia.



RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 94.153,45 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L'edizione di INCANTI Rassegna Internazionale di Teatro di Figura 2020 non sarà la XXVII, come avrebbe dovuto, ma un’edizione speciale senza numerazione e ONLIVE (dal vivo + online) con spettacoli, incontri, un appuntamento al cinema, una sezione Dietro le Quinte per sbirciare dove di solito non si può e 3 appuntamenti speciali, extra festival, con la Spagna.

Grazie al progetto Incontra Incanti ha discusso e ripensato con il pubblico e gli artisti il festival definendo così l’edizione 2020. Le principali modifiche decise per questa speciale edizione, a parte aver rimandato alla edizione 2021 gran parte delle compagnie straniere, sono state quelle di proseguire la programmazione “oltre” le date del festival, grazie all’aiuto della Fondazione TRG, per conservare il progetto La Spagna a Incanti, che ha ricevuto il sostegno del Ministero della Cultura spagnolo e organizzare la partecipazione a distanza proponendo al pubblico di andare a spiare il teatro di figura Dietro le Quinte grazie a una serie di appuntamenti online.

Quanto al programma live, Incanti inaugura al Teatro Astra, grazie alla collaborazione con il TPE, con lo spettacolo Waterpeace nato all’INDA (Accademia del Dramma Antico di Siracusa) come progetto sociale e artistico di un gruppo di allievi diplomati ripensato per questa edizione speciale di INCANTI con la partecipazione straordinaria di Moni Ovadia e le ombre di Controluce Teatro d’Ombra, compagnia organizzatrice e fondatrice del festival dal 1994.
Il festival continua poi alla Casa del Teatro con altri grandi del teatro di figura italiano e due prime assolute: l’ultimo spettacolo di Tonino Murru di Is Mascareddas e lo spettacolo/studio ispirato al libro Le venti giornate di Torino di Giorgio De Maria di Controluce. Molti gli altri progetti che stanno attorno a Incanti quest’anno, in parte dal vivo in parte online: il Progetto Cantiere, Dietro le Quinte, Incontra Incanti, i Workshop di Agnes Limbos e Ariel Doron e l’installazione/omaggio a Rodari.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 116.807,70 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La XXVI edizione di INCANTI porta in scena ombre, marionette, pupazzi e immagini per raccontare il tema del viaggio in tutte le sue possibili declinazioni: dal viaggio interiore al viaggio fisico, dall'esodo alla migrazione, dalla terra promessa alla terra permessa, dal viaggio nella mente al viaggio nella letteratura, dal viaggio fantastico a quello mitico, dal viaggio turistico a quello onirico, toccando senza esitazione anche argomenti scottanti e quotidiani. Il Teatro di Figura, linguaggio estremamente contemporaneo, dialoga, nella sua complessità e contaminazione, con tutti i linguaggi performativi attuali e con il presente.

La ventiseiesima edizione ha visto protagoniste compagnie provenienti da Canada, Perù, Spagna, Francia, Svizzera e Italia, che hanno toccato in modi differenti questo tema partendo dalla letteratura e dalla filosofia per arrivare alla concretezza della migrazione. In tutto 8 giornate intense di programmazione fra cui alcuni appuntamenti fissi come il PIP – Progetto Incanti Produce, il Progetto Cantiere, il Progetto Accademia.

L'inaugurazione del festival il 3 ottobre è stata affidata alla notissima compagnia svizzera Mummenschanz, evento realizzato in collaborazione con la Fondazione Teatro Piemonte Europa.

Tra le compagnie di questa edizione: Gaia Teatro/Ines Pasic (Perù), Compagnia Flop (Francia), Compagnia Pupella-Nogués (Francia), La Tortue Noire (Canada), Compagnia Ortiga (Spagna), Controluce Teatro d'Ombre (Italia), Teatro Gioco Vita (Italia), I sacchi di Sabbia (Italia), Marionette Di Filippo (Italia), El Gecko con Botas (Spagna).

Importante per Incanti quest’anno l’Omaggio a Guido Ceronetti che è stata una figura fondamentale sia per la Compagnia Controluce sia per il festival. Ospite più volte, Ceronetti ha coinvolto Controluce in numerosi spettacoli e performance. A un anno dalla morte, Incanti, in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino, gli dedica un omaggio rievocando alcuni momenti dello spettacolo storico La Jena di San Giorgio.

Continua il rapporto con enti e istituzioni come il Museo Nazionale del Cinema, che ha ospitato la serata dedicata al tema Marionette e Cinema in collaborazione con ASIFA; il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli con il workshop di stop motion; il Comune di Grugliasco con il progetto PIP e la sezione per le scuole Piccoli Incanti. Continua la collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics di Torino a cui anche quest'anno è stata affidata l'immagine e la grafica del festival. Nuova collaborazione con l'IIS Bodoni Paravia per il progetto Il Bodoni Incantato dedicato alla cattura delle immagini del teatro di figura attraverso la fotografia e il video.