I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La Chiesa di S.Maria del Tricalle o Tricaglio cioè a tribus callis,perché presso un trivio, è una caratteristica costruzione in laterizio a pianta ottagonale, eretta nel 1317, probabilmente sui resti di un tempio dedicato a Diana Trivia, e poi ricostruita nella parte superiore verso la fine del ‘400, con paraste angolari, cornici ad archetti intrecciati, ovuli e palmette e cupola ovoidale. Della costruzione trecentesca conserva il semplice portale ogivale in cotto e alcuni resti del portico. Nell’interno spazioso e solenne, su cinque latoi dell’ottagono sono altrettante nicchie incorniciate da arcate rinascimentali. Non lontano dalla chiesa è stato portato alla luce un villaggio di età neolitica con ceramica tipo “Guadone”(V millennio avanti Cristo). 

Informazioni sullo stato della conservazione

Il monumento necessita di revisione del manto di copertura, infissi e serramenti da sostituire/revisionare,  Impianti di riscaldamento ed elettrico a norma e insonorizzazione  ai fini del miglioramento acustico;  Restauro dell’affresco sulla lunetta di facciata soprastante il portone di ingresso,  dell’area verde prospiciente l’edificio.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

A seguito dell’accordo stipulato dalla Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Chieti e Pescara con il FAI-Fondo Ambiente Italiano-Delegazione di Chieti, il monumento è stato aperto al pubblico esclusivamente su richiesta. Attualmente è chiuso per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 75.000,00 €

L'intervento è a totale carico di una Fondazione bancaria ai sensi della Risoluzione n. 87/E del 15/10/2015 dell'Agenzia dell'Entrate.

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’edificio  necessita di revisione del manto di copertura, infissi e serramenti da sostituire/revisionare. Impianti di riscaldamento ed elettrico a norma e insonorizzazione  ai fini del miglioramento acustico.  Restauro dell’affresco sulla lunetta di facciata soprastante il portone di ingresso,  dell’area verde prospiciente l’edificio.

Obiettivo è quello di riaprire permanentemente la chiesa di Santa Maria del Tricalle (proprietà statale in consegna al MIBACT) attraverso un riuso consapevole che risponda alle istanze della comunità. La chiesa deve essere conosciuta e valorizzata perché ha un ruolo singolare nella stratificazione storica e artistica della realtà urbana e regionale che oggi è al centro di un rinnovato interesse di storici dell’arte abruzzesi. La sua valorizzazione prevede la nascita di un centro culturale che offrirà servizi alla cittadinanza e una programmazione culturale, artistica e formativa ampia e indirizzata ad un pubblico eterogeneo (cittadini, associazioni, aziende, istituzioni), con una progettualità sempre attenta all’attualità e al dialogo con il territorio. A partire dal recupero e restauto del bene, ogni operazione sarà infatti svolta e realizzata attraverso processi di coinvolgimento attivo e di individuazione di risorse territoriali in grado di sensibilizzare la comunità e favorire l’economia locale. Al contempo, il progetto vedrà la sua correlazione e integrazione con gli interventi della Strategia urbana sostenibile (SUS) del Comune di Chieti.

La gestione dello spazio vedrà inoltre la costituzione della prima Cooperativa di Comunità urbana sul territorio regionale, il cui lavoro sarà orientato alla: - produzione di welfare comunitario attraverso l'erogazione di servizi (sociali, culturali, di fruizione, educativi,  ecc.) a cui sarà possibile accedere agevolmente vista la collocazione strategica di Santa Maria del Tricalle, e che saranno fruibili anche attraverso una piattaforma digitale dedicata, una infrastuttura di Digital Social Innovation mirata a favorire l'incontro concreto tra offerta e domanda di servizi.