I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Dal 1 gennaio 2018 il panorama teatrale si è arricchito di un nuovo soggetto, il Teatro di Genova, nato dall’unione del Teatro Stabile con l’Archivolto, due fra le più prestigiose realtà teatrali attive in Italia. Il Teatro di Genova, in continuità con la storia e identità artistica finora espressa, si propone di diventare uno dei più importanti teatri italiani per dimensione strutturale e quantitativa oltre che per la qualità ed eterogeneità della proposta produttiva, dal repertorio alla drammaturgia derivata, senza dimenticare l’attività storica della Scuola di Recitazione.

Quattro sale, il Teatro della Corte, il Teatro Duse, il Teatro Modena e la Sala Mercato, a cui si aggiunge un nuovo spazio nel Foyer della Corte, per un progetto ambizioso di attività spettacolare e di produzione culturale:un cartellone serale di oltre 60 titoli, una rassegna di matinée per le scuole, una il sabato pomeriggio per le famiglie e a iniziative culturali di primo piano, che collocano il nostro teatro come un punto di riferimento per il territorio nazionale e regionale, coinvolgendo circa 300 mila spettatori provenienti da ogni parte d’Italia, dalla Liguria e da Genova.

Tra i molti artisti coinvolti, oltre a Sciaccaluga e Gallione, registi come Valerio Binasco, Marcial Di Fonzo Bo, Gabriele Lavia, attori quali Eros Pagni, Elisabetta Pozzi, Claudio Bisio, Tullio Solenghi, Neri Marcorè, Filippo Dini, Giorgio Scaramuzzino.

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 2.000.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Teatro Stabile di Genova, considerato unanimamente fra le più prestigiose realtà teatrali italiane, opera da più di sessant’anni nel campo della produzione e distribuzione di spettacoli di Teatro d’Arte, della proposta di attività culturali di vario genere, della formazione degli attori, della promozione della drammaturgia contemporanea. Con l’acquisizione del Teatro dell’Archivolto, centro di produzione attento al contemporaneo e alla drammaturgia derivata, si propone di diventare uno dei più importanti teatri italiani, per dimensione strutturale e quantitativa oltre che per la qualità ed eterogeneità della proposta produttiva, senza dimenticare l’attività storica della Scuola di Recitazione. La stagione si articola su 4 sale con un cartellone serale di oltre 60 titoli, una rassegna di matinée per le scuole, una il sabato pomeriggio per le famiglie, oltre a iniziative culturali di primo piano, che sicuramente collocano il nostro teatro come un punto di riferimento per il territorio nazionale e regionale, coinvolgendo circa 300 mila spettatori provenineti da ogni parte d’Italia, dalla Liguria e da Genova. Tra i molti artisti coinvolti, oltre a Sciaccaluga e Gallione, registi come Valerio Binasco, Marcial Di Fonzo Bo, Gabriele Lavia, attori quali Eros Pagni, Elisabetta Pozzi, Claudio Bisio, Tullio Solenghi, Neri Marcorè, Filippo Dini, Giorgio Scaramuzzino.