I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Comune di Bassano del Grappa è il promotore diretto di Operaestate Festival Veneto, da oltre 30 anni (nel 2018 è alla sua 38^ edizione) festival multidisciplinare e come tale riconosciuto dal Mibact. Ha raggiunto nell'ultimo decennio e nel triennio appena concluso in particolare, una solida reputazione extranazionale grazie la suo marcato impegno nella progettazione europea ed extraeuropea, soprattutto nella sua attività prevalente dedicata alle arti performative e alla danza in particolare e con una ricaduta importante verso gli artisti italiani, specie le professionalità emergenti. Continuando a coltivare con temacia e costanza le sue due anime: quella di animazione culturale e di incentivo all'attrattività del territorio ricompreso nell'area della Pedemontana Veneta e di cui Bassano del Grappa è al centro e quella di attivatore di nuove progettazioni, verso l'innovazione dei linguaggi dello spettacolo dal vivo, attraverso scouting, formazione, sostegno verso i nuovi talenti. 

Per il primo dei suoi obiettivi è ormai consolidato il rapporto con gli altri enti territoriali: Comuni soprattutto della Pedemontana Veneta dove il festival si dispiega e con i quali il Comune di Bassano rinnova ad ogni edizione puntuali accordi per la promozione e la realizzazione del progetto nei rispettivi ambiti. Un intero territorio quindi che condivide e continuerà a condividere anche nel 2018 (saranno 36 i comuni aderenti), il progetto culturale di Operaestate Festival con l'obiettivo anche di valorizzare il suo eccezionale patrimonio, sia trasformandolo in originali spazi scenici e sia assumendolo come ispiratore e generatore di nuove e originali creazioni. 

Per il secondo dei suoi impegni, avrà proseguimento e nuovo impulso, grazie alle numerose partnership attivate e ai nuovi spazi fisici in via di apertura, il programma generato da Operaestate: CSC Centro per la scena contemporanea diventato oggi uno degli incubatori più attivi a livello nazionale e internazionale. In accordo, in rete e in dialogo con le magigori relatà culturali e dello spettacolo impegnate per gli stessi obiettivi e che condividono le stesse azioni, dal locale all'internazionale. Dal 2011 al 2017 il Comune di Bassano del Grappa, grazie alle progettualità del festival, ha vinto ben 18 progetti europei nell'ambito dei programmi Cultura della UE (5 solo nel 2017). Un record a livello europeo e una straordinaria opportunità di sviluppo di scambi e incontri e incremento di buone pratiche che nutrono incessantemente la scena locale e nazionale di artisti, operatori, pubblico. 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 500.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

La 38^ edizione di Operaestate Festival Veneto si terrà dal 11 luglio al 7 ottobre 2018 a Bassano del Grappa e in altre 35 “città palcoscenico” della Pedemontana Veneta.

Un lungo viaggio lungo tutta un’estate, sempre a ricercare il nuovo per i suoi tanti pubblici e per tutte le comunità che lo accolgono.

Del tutto in linea con il nuovo corso ministeriale che ha valutato e collocato Operaestate ai vertici dell’offerta culturale nazionale, tra i tre festival multidisciplinari italiani meglio valutati. Premiandone evoluzione, sviluppo e impegni che coincidono con i nuovi criteri di valutazione. Tutte direzioni che Operaestate n. 38 conferma, superando la "contingenza" dell'evento e coltivando la densità della "permanenza", presentandone la sintesi tra luglio e ottobre, in danza, teatro e musica.

Con un tema conduttore che informerà tutta l’edizione 2018: “Dei Conflitti e delle Civiltà”. Perché il 2018 è l’anno europeo del patrimonio ed è l’anno di conclusione dell’anniversario del primo conflitto mondiale. Tema generale quindi quello del “conflitto” e nelle sue più diverse declinazioni: dei conflitti contemporanei, dei conflitti sociali, dei conflitti tra generazioni… Per ricordare l’anniversario di un evento che ha lasciato tante memorie proprio nei luoghi dove il festival si sviluppa. Il tutto in connessione con il tema del patrimonio (come valore di civiltà) sia materiale che immateriale, da sempre e strettamente connaturato al festival e alla sua evoluzione di festival ambientato, in relazione con le istituzioni della cultura, che valorizza spazi e paesaggi, che i paesaggi li percorre e li disvela con le arti dello spettacolo.

 BASSANO E LE CITTA’ PALCOSCENICO (il festival diffuso - luglio/ottobre)

Da Bassano, capofila del progetto, una programmazione densa di percorsi multidisciplinari si diffonde lungo tutta la Pedemontana. Tanti i percorsi in cui si declineranno i temi conduttori in danza, teatro e musica attraversando paesaggi, tra la meraviglia dei luoghi inconsueti dove s’ambientano drammaturgie originali, passeggiate teatrali, dance raids, la tradizione dell’opera, progetti musicali.

B.MOTION (scena contemporanea festival – agosto/settembre)

B.motion chiude il festival e si apre al mondo attirando l’attenzione di molti operatori internazionali, proseguendo con convinzione la sua indagine sul contemporaneo in Danza, nel Teatro e (per la seconda edizione) anche in Musica. Oltre 40 appuntamenti in 15 giorni, e molti in prima assoluta: il meglio della scena nazionale e internazionale più giovane e innovativa. Con tanti artisti in cartellone sostenuti e coinvolti nelle diverse progettazioni del CSC/Centro per la scena contemporanea di Bassano: generato dal festival, attivo tutto l'anno con programmi di residenza, formazione e sostegno ai talenti più innovativi. Un impegno riconosciuto e premiato anche dall’Unione Europea con ben 18 progetti vinti sui programmi Cultura UE.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

DESCRIZIONE INTERVENTO

Comune di Bassano del Grappa - Operaestate Festival Veneto 2019