I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Plautus Festival, uno dei festival di prosa più longevi d’Italia, è organizzato dal Comune di Sarsina con l’obiettivo di onorare Tito Maccio Plauto, il suo più illustre figlio, e con esso l’antica e nobile arte del Teatro.
Il Festival, la cui prima edizione risale all’ormai lontano 1956, per la rilevanza nazionale che negli anni è riuscito a conquistare, beneficia di contributi da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Regione Emilia-Romagna.
Nelle 57 edizioni fino ad ora realizzate sono andati in scena quasi 400 spettacoli di prosa, allestiti dalle più importanti compagnie teatrali nazionali, e non solo, e con i volti più noti del teatro, della cinematografia e della televisione italiana.
La predilezione del Plautus Festival per il repertorio tratto dal Dramma Antico e dal teatro moderno, fa dello stesso un unicum nell’Italia centro settentrionale.
Per questa sua forte e apprezzata identità, il Festival richiama un pubblico, peraltro assai eterogeneo, proveniente anche da località molto distanti. Numerosi anche i turisti che provengono dalle vicine località della costa adriatica.
Dal 1995 il Festival è allestito all’interno dell’Arena Plautina: una moderna e funzionale arena in grado di ospitare 1068 spettatori in posti numerati, che dista circa un chilometro dal capoluogo.
L’arena è posta in un dolce declivio naturale posto ai piedi del suggestivo borgo medioevale di Calbano.
Il Plautus Festival non è, però, solo prosa: insieme al cartellone principale del Festival ogni anno sono organizzati simposi internazionali di approfondimento delle opere di Plauto, eventi musicali, mostre, attività didattiche, ecc…
Al fine di rendere accessibile il Festival anche alle persone non vedenti o ipovedenti, molti degli spettacoli vengono audio descritti: unico Festival in Italia che offre tale servizio.
L’intera organizzazione del Festival è in capo all’Amministrazione ed all’apparato comunale. Questo assicura la massima economicità ed efficienza, in quanto il Festival non genera ricchezza a favore degli organizzatori, ma al Bilancio dello stesso Festival e, di riflesso, a quello del Comune.
Questo è il motivo per cui, le spese di personale costituiscono una percentuale inferiore ai 10% del totale: un’esperienza unica in Italia ed esemplare sul piano internazionale.
Sostenere il Plautus Festival significa, sostenere un Comune, di neppure 4000 abitanti, nel suo impegno per la valorizzazione della sua storia e per la promozione della Cultura, leva imprescindibile per il conseguimento della piena maturità umana.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 190.000,00 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

La 58° Edzione del Plautus Festival si svolgerà dal 14 luglio al 26 agosto 2018.

Il programma del Festival prevederà l'allestimento di non meno di 12 spettacoli dei quali, almeno uno, in prima nazionale.
Forte della sua originale tradizione, il cartellone del Festival sarà costituito in prevalenza da spettacoli tratti dal repertorio del Dramma Antico; quindi tragedie e commedie greche e latine, con una particolare attenzione alle commedie di Tito Maccio Plauto, il vero e proprio "padrone di casa", colui che il compianto prof. Ettore Paratore amava definire il gigante che torreggia ai primordi della letteratura latina.
In cartellone non mancano mai neppure autori divenuti ormai dei "classici" del Teatro, quali: Shakespeare, Molière, Goldoni.
Al tradizionale contenitore del Festival, costituito dall'Arena Plautina, in questi ultimi anni si è affiancato il Museo Archeologico Nazionale di Sarsina: uno dei più interessanti dell'Italia Settentrionale per la ricchezza e la varietà dei reperti custoditi. Al suo interno ogni anno vengono allestiti uno o due spettacoli, al fine di consolidare sempre più il legame fra il festival e la Città di Sarsina, ed al fine di promuovere il valore del Museo. Per evidenti motivi di spazio, l'accesso agli spettacoli messi in scena all'interno del Museo è riservato ai numerosi mecenati del Festival ed ai suoi abbonati.
Il Plautus Festival non è però solo Teatro: grazie alle risorse da esso raccolte, ed alle energie veicolate, ogni estate vengono organizzati:
- Ludi Plautini Sarsinates: simposi internazionali di approfondimento per la scena dei più importanti personaggi delle Commedie Plautine, organizzati insieme al Centro Internazionale di Studi Plautini (CISP) dell'Università di Urbino;
- Editio Plautina Sarsinatis: realizzazione, sempre insieme al CISP, della nuova edizione critica delel opere di Plauto (fino ad ora ne sono stati pubblicati 8 volumi);
- pubblicazione degli atti dei Ludi Plautini Sarsinates;
- Laboratorio Teatrale residenziale a Sarsina, riservato ai giovani attori di età compresa fra i 18 ed i 35 anni;
- Premio Nazionale teatrale Tito Maccio Plauto, riservato al miglior attore del Laboratorio Teatrale. Questa iniziativa, così come quelle precedenti sono realizzate insieme alla Banca di Credito Cooperativo di Sarsina ed al Rotary Club "Valle del Savio";
- progetto "Plautus Versione 2.2", che coinvolge gli alunni delle scuole dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° Grado di Sarsina;
- organizzazione di eventi musicali gratuiti in Piazza Plauto prima dell'inizizo degli spettacoli del Plautus Festival.