I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

ACS Abruzzo Circuito Spettacolo è un circuito multidisciplinare di distribuzione e promozione dello spettacolo dal vivo nei settori di teatro, danza, musica e circo nelle Regioni Abruzzo e Molise.

Già riconosciuto e finanziato dal MiBACT per il settore danza, ACS come circuito multidisciplinare nasce a seguito di un’ analisi dei bisogni territoriali che ha messo in luce l’esigenza di un organismo di gestione integrata delle attività di spettacolo dal vivo in grado di coordinare e gestire le proposte culturali, creando sinergie con Enti Locali pubblici e privati ed organizzazioni culturali.

Attualmente l'ACS svolge la sua attività di programmazione in oltre 30 comuni tra l'Abruzzo e il Molise, coordina e gestisce le programmazioni teatrali multidisciplinari di 13 teatri comunali.

Dal 2017 ACS vince il bando pubblico per la gestione e programmazione del Teatro Comunale di Teramo.

I settori principali di attività dell'ACS sono il teatro, la danza, la musica e il circo contemporaneo. Le finalità dell'ACS sono le seguenti:
1) programmare la distribuzione sul territorio regionale abruzzese e molisano spettacoli dal vivo di qualità, anche cooperando a tal fine con organismi di settore pubblici o privati e assicurando la più ampia diffusione delle esperienze artistiche maggiormente significative prodotte in campo regionale, nazionale e internazionale;
2) promuovere le condizioni per lo sviluppo della produzione e della ricerca nell’ambito dello spettacolo dal vivo, sostenendo le iniziative pubbliche e private e favorendo la loro più vasta diffusione e conoscenza;
3) favorire l’uso e la gestione pubblica dell’esercizio teatrale, attuando anche forme di collaborazione con l’iniziativa privata qualora essa concorra ai programmi degli Enti locali;
4) promuovere e sostenere le iniziative teatrali rivolte al mondo della scuola e dell'università, all’animazione culturale, all’utilizzazione delle attività teatrali come mezzo di espressione, incentivando la sperimentazione di nuove metodologie;
5) promuovere e sostenere rassegne, convegni, festival, iniziative di studio e editoriali e le altre attività che contribuiscano alla formazione degli operatori teatrali, al consolidamento e alla crescita del pubblico e alla diffusione della cultura e della storia del teatro;
6) predisporre servizi comuni qualificati nell’ambito delle iniziative programmate;
7) favorire il recupero funzionale e la valorizzazione dei teatri, degli spazi teatrali di interesse storico, artistico ed architettonico ed anche di spazi alternativi muniti delle autorizzazioni di legge per il pubblico spettacolo e che risultino di interesse locale e/o regionale.

 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 60.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Per il triennio 2018/2020 l'ACS porta avanti il progetto delle residenze artistiche teatrali con l' obiettivo di sostenere la creatività artistica nell’ambito delle discipline dello spettacolo dal vivo con un focus mirato ai nuovi linguaggi e alle nuove generazioni, attraverso l’offerta di un congruo spazio di residenza artistica alle produzioni in fieri e ad un sostegno economico alla creazione.

Il progetto si rivolge da una parte agli artisti del territorio nazionale e internazionale mediante la partecipazione a progetti in rete con altre strutture teatrali italiane ed estere, dall’altra guardando al proprio territorio regionale, valorizzandone le risorse artistiche  e favorendo il consolidamento e lo sviluppo della produzione teatrale abruzzese.

Sede principale delle residenze artistiche sarà la stessa sede legale dell'ACS, il Teatro Comunale di Teramo, strutturalmente il luogo ideale per le creazioni teatrali, sia per le misure di palcoscenico (12,50 X 13,50, altezza 12,50) che lo classificano come teatro di discrete dimensioni, quindi utilizzabile anche per i medi/grandi allestimenti, sia perché dispone al suo interno una foresteria ubicata un piano superiore rispetto al palco, con cucina attrezzata, 1 bagno e 2 camere da letto con 5 posti letto complessivi.

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 20.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Interferenze, nato nel 2006 a Teramo, è un festival caratterizzato da una forte componente innovativa, sia nel formato che nella scelta degli artisti che annualmente ospita nelle sue edizioni. Il comune denominatore è sempre stato la dislocazione delle performance in luoghi altri dal tradizionale palcoscenico, nelle strade, nei luoghi pubblici, nei palazzi, al carcere... spazi abitati da produzioni artistiche riadattate e ripensate per offrire al pubblico un nuovo scenario. 

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 300.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

Per il nuovo triennio 2018/2020 l'ACS Abruzzo Circuito Spettacolo vuole potenziare le stagioni teatrali abruzzesi in termini qualitativi, partendo da dati rilevanti registrati nelle stagioni passate che hanno visto l’ACS impegnata in un’attività di programmazione multidisciplinare con una media di 250 spettacoli l’anno di cui 48% prosa, 36% danza e 16% musica. Importante sarà ricreare le condizioni per ricucire i legami storici con il vicino Molise. Abbiamo già avviato collaborazioni con alcune municipalità e strutture teatrali locali, finalizzate a riavviare una virtuosa offerta, non solo teatrale, nell’ambito di un progetto multidisciplinare e bi-regionale che è stato per anni capace di garantire livelli adeguati di offerta teatrale in territori svantaggiati e a rischio culturale.

Straordinario sarà anche il nostro impegno nel ridare continuità gestionale e piena vitalità alla nostra sede legale e operativa collocata presso il Teatro Comunale di Teramo, sede acquisita nel 2016 mediante aggiudicazione di un bando pubblico per la gestione e programmazione dello stesso per un periodo di 6+6 anni, dando inizio così ad una straordinaria programmazione di oltre 60 spettacoli tra stagione di prosa, musica, danza, rassegne di teatro emergente, festival di danza d’autore, teatro sperimentale, scolastiche, rassegne domenicali per famiglie e grandi concerti ed eventi di circo contemporaneo.

Per la programmazione multidisciplinare nel 2018 prevediamo 220 spettacoli in 35 comuni delle regioni Abruzzo e Molise nei settori della prosa, danza, musica e circo. Nella seconda e terza annualità del triennio cercheremo di riequilibrare la programmazione delle diverse discipline, incrementando il numero complessivo degli spettacoli almeno dell’8 % nel 2019 e del 12% nel 2020. Saranno quindi ampliate le programmazioni estive che danno largo spazio soprattutto alla musica e aiutano nella diversificazione dei target di pubblico. Molte delle stagioni teatrali saranno promosse già dal mese di aprile di ogni anno, a chiusura delle stagioni in corso, in modo da incentivare la fidelizzazione del pubblico grazie alle politiche di prelazione sul posto e attraverso una scontistica particolare per chi acquista in anticipo. Inoltre si tenderà ad abbandonare il tradizionale, unico ed esoso abbonamento a tutti gli spettacoli, prevedendo invece abbonamenti diversificati per genere e numero, in modo da venire incontro alle esigenze delle differenti fasce di pubblico. Ciò permetterà anche nei teatri più tradizionalisti di spaziare maggiormente su spettacoli innovativi, sulle giovani proposte, incuriosendo e stimolando il pubblico a piccole dosi, rendendolo pian piano consapevole della complessità e varietà dei linguaggi della scena. Saranno incrementate le attività di promozione degli appuntamenti in cartellone attraverso eventi collaterali abbinati agli spettacoli che prevedono momenti di confronto e di approfondimento.

 


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 113.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto “Teatro Accessibile” prevede lo studio di un percorso urbano che conduce il disabile dalla zona pedonale di Corso S. Giorgio e Largo S. Matteo al nuovo ingresso da Piazza Cellini, eliminando i diversi ostacoli alla mobilità rappresentati dalle differenze di quote attraverso la parziale pedonalizzazione della piazza e di Via Albi e la creazione di un piano inclinato di raccordo tra la quota del piano foyer e il piano pedonale. La necessità di superamento dei forti vincoli esistenti richiede una riprogettazione totale degli spazi del Teatro, in grado di integrare le esigenze delle persone diversamente abili con quelle di tutti, inserendole nell’ambito di un più generale processo di riorganizzazione degli spazi e dei servizi offerti dal nuovo Teatro e in grado di intervenire per diversi gradi e fasi di realizzazione in maniera da aumentare immediatamente e progressivamente i livelli di accessibilità . La progettazione integrata dei nuovi spazi del piano Terra (foyer con spazi di attesa, biglietteria, office point, bar e servizi) propone nuove soluzioni architettoniche in grado di rispondere ai diversi bisogni evitando aree e spazi discriminanti. Il servizio di biglietteria è pensato ad una altezza tale da poter rispondere all’esigenza di gestione autonoma. Il bancone del bar a servizio del Teatro deve avere un piano di utilizzo posto ad un’altezza pari a 0,90 cm dal calpestio” (art.8.1.4 D.M. 236/89). All’interno del foyer del piano terra sarà prevista l’installazione di un ascensore in grado di consentire immediatamente l’accessibilità alla platea e successivamente in grado di collegare tutti i restanti livelli del Teatro garantendo l’ accessibilità al roof-garden e ai servizi previsti all’ ultimo piano. L’ascensore avrà una portata fino a 8 persone e sarà dotato di una tastiera interna ed esterna idonea alle altezze diverse per chi è in carrozzina (85 cm). I posti riservati ai disabili in carrozzina saranno previsti in platea in corrispondenza del corridoio centrale e nelle vicinanze dell’uscita prossima all’ascensore in modo da assicurare sia una visione ottimale del palcoscenico sia una agevole accessibilità alle vie di esodo. I bagni per disabili attualmente presenti, sebbene rispettino la normativa, presentano tuttavia elementi di comando, come maniglie, dispenser, rubinetti, ad una altezza o uso non agevoli e saranno pertanto adeguati. Ai diversi livelli del teatro saranno realizzati percorsi in grado di rispondere alle esigenze delle persone in carrozzina mediante la realizzazione di rampe e garantendo così l’accessibilità a tutti le sue parti.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 30.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

"Il biglietto sospeso" è una iniziativa sociale finalizzata a donare ingressi a teatro a persone che non hanno possibilità economiche per l'acquisto del biglietto.   
Versando una somma libera potrai offrire gratuitamente uno spettacolo del cartellone del Teatro Comunale di Teramo. L’ACS ti informerà sulla storia delle persone che hanno potuto beneficiare di questo dono. Ai beneficiari del biglietto sospeso infatti sarà chiesto di scrivere un breve messaggio sull’esperienza vissuta.
I potenziali beneficiari saranno scelti dalle associazioni di volontariato del territorio in base alle maggiori criticità che le stesse riscontrano con i loro utenti. Gli spettatori beneficiari potranno scegliere tra uno spettacolo di prosa, danza, musica, teatro ragazzi e teatro contemporaneo.