I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L’Accademia Musicale Chigiana nasce a Siena nel 1932 per volontà del Conte Chigi Saracini (1880-1965), il mecenate appassionato di musica che creò i corsi di alto perfezionamento musicale, ospitando nella propria casa prestigiosi docenti di fama internazionale e allievi provenienti da tutti i continenti. Il Conte rese la sua dimora, il Palazzo Chigi Saracini ubicato nel centro storico di Siena, un luogo di intensa attività musicale e, con le proprie iniziative, riuscì a trasformare l’atmosfera della sua amata città, contribuendo, così, all’apertura e all’accoglienza degli stranieri.

Nel 1961 l’Accademia fu eretta a Fondazione Accademia Musicale Chigiana (riconosciuta come ente morale nel 1961 e come Onlus-Organizzazione non lucrativa di utilità sociale nel 1997) grazie al lascito in suo favore di tutto il patrimonio del Conte Chigi Saracini.

L'oggetto istituzionale e scopo della Fondazione è (come declinato all’interno dello Statuto) l’attività di tutela, diffusione e promozione dell’arte e della cultura in ogni loro forma, con particolare riguardo alla valorizzazione del patrimonio musicale classico nazionale ed internazionale, per consentire la più ampia e qualificata diffusione dell’interesse e della sensibilizzazione per i valori artistici e culturali, in particolare musicali, e la loro pratica, l’educazione musicale della collettività, la formazione dei quadri artistici e tecnici.

In particolare l’Accademia svolge sia corsi di alta formazione musicale che attività concertistica (festival estivo, concertistica invernale) e di audience development.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Istituito nel 2015 il Chigiana International Festival & Summer Academy riunisce sotto un'unica e rinnovata programmazione l’intera offerta concertistica estiva dell’Accademia Chigiana. L'edizione 2021, che si svolgerà a Siena da 5 Luglio al 1° Settembre, presenta un'intensa e articolata offerta musicale, ampia e suddivisa in aree tematiche, dedicata al grande repertorio classico, al teatro musicale, alla creazione contemporanea, ai nuovi linguaggi intermediali. Il Festival si qualifica come la prima manifestazione in Italia ad ampio spettro e di alto profilo internazionale che raccorda in maniera organica e coordinata l'alta formazione, la produzione e la diffusione musicale. Ogni edizione è contraddistinta da un tema conduttore, che caratterizza la programmazione della manifestazione, dandole unità e coerenza. Il Festival 2021 è intitolato “Diverso” ed è incentrato sui molteplici aspetti della diversità culturale, anche rispetto al contesto storico, geografico, sociale, umano e
comunicativo in cui viviamo. Il tradizionale focus contemporaneo è dedicato al compositore americano Steve Reich.

Il progetto artistico consiste in 57 concerti, con grandi eventi in esclusiva, una programmazione innovativa, un'offerta che spazia dalla grande tradizione classica alla modernità articolata in quattro aree tematiche: LEGENDS, i grandi nomi internazionali; TODAY, la musica del nostro tempo; FACTOR, l'esordio dei giovani talenti; OFF THE WALL, i concerti nei luoghi più suggestivi delle terre senesi. Evento centrale del Festival è il concerto del 16 luglio, in Piazza del Campo a Siena, organizzato in collaborazione con il Comune di Siena, con l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia diretta da Antonio Pappano, con Ilya Gringolts violino solista. 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 877.417,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Festival 2020 "In Silence" incentrato sul rapporto tra suono e silenzio. Ospiterà artisti del più alto profilo professionale: D.GATTI direttore d’orchestra di fama mondiale attualmente al Teatro dell'Opera di Roma; S.ACCARDO celeberrimo violinista, i più grandi compositori del nostro tempo gli hanno dedicato loro opere; B.BELKIN uno dei più importanti violinisti in campo internazionale; L.ZILBERSTEIN tra le più celebri pianiste; D.KRAKAUER uno dei più grandi clarinettisti del mondo; M.BACELLI mezzosoprano tra i nomi più significativi del belcanto italiano; B.BERMAN pianista russo di fama mondiale; E.SPANJAARD direttore d’orchestra di risonanza mondiale; P.GALLOIS insigne flautista francese; M. BENVENUTI soprano, interprete di un ampio repertorio; E. REIJSEGER violoncellista docente chigiano nella sezione “New Sounds”; A. CAGGIANO percussionista, attivo nelle maggiori istituzioni lirico-sinfoniche italiane; A. CARBONARE primo clarinetto nelle maggiori orchestre docente in masterclass e conservatori in tutto il mondo; E. FISK chitarrista tiene corsi al Mozarteum di Salisburgo, al Conservatorio di Boston; P. ETTORRE, primo contrabbasso della Filarmonica della Scala perfezionato con Petracchi alla Chigiana; D. GERINGAS violoncellista possiede un vastissimo repertorio che spazia dal primo barocco alla musica contemporanea; G. DAVIS, celebre clarinettista britannico; A. MENESES violoncellista, suona con le orchestre più famose e i direttori più prestigiosi del mondo; C. SCHMITT primo oboe solista in molte orchestre internazionali.

A questi artisti si affiancano numerosi ensemble cameristici quali il QUARTETTO PROMETEO, il QUARTETTO SINCRONIE, lo SCORE COLLECTIVE ENSEMBLE di Amsterdam, il MICROLOGUS dedicato alla musica medievale, il CHIGIANA PERCUSSION ENSEMBLE, la neonata terza formazione stabile chigiana, TABULA RASA, costituita in collaborazione con Siena Jazz, diretta da S. BATTAGLIA, che ha esordito durante il Festival 2019, complessi orchestrali e corali quali LaFIL-FILARMONICA DI MILANO, l’OGI, la SIENA JAZZ UNIVERSITY ORCHESTRA,  il CORO DELLA CATTEDRALE DI SIENA “Guido Chigi Saracini”.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La musica come spazio di trasformazione della natura: è questo il tema del Chigiana International Festival & Summer Academy 2019, Out of Nature, in programma dal 6 luglio al 31 agosto a Siena e nei più affascinanti luoghi delle Terre di Siena, con un cartellone sorprendente di oltre 60 concerti ed eventi musicali realizzati in esclusiva.

 

L’inaugurazione del Festival, sabato 6 luglio al Teatro dei Rinnovati, è un evento del più alto standing internazionale, con l’atteso ritorno a Siena, dopo sedici anni di assenza dall’estate chigiana, dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Fabio Luisi. In programma la Sinfonia n.6 in fa maggiore op.68, Pastorale di Ludwig van Beethoven, come a voler porre l’accento, fin dal concerto di apertura, sul rapporto tra la musica e la trasfigurazione della natura, e nella prima parte il Concerto n.1 per pianoforte e orchestra in sib minore, op.23 di Pëtr Il’Ic Čiaikovskij. Solista d’eccezione, la grande pianista russa Lilya Zilberstein.

 

Il Festival estivo della Chigiana consolida un modello produttivo unico tra le istituzioni di alto perfezionamento internazionali collegate a grandi festival di spettacolo. Il “Modello Chigiana” fonde al più elevato standard qualitativo una vasta offerta formativa di alto perfezionamento musicale con la partecipazione dei giovani interpreti allievi alle nuove produzioni concertistiche, accanto ai più grandi solisti del mondo. Il Festival è uno straordinario laboratorio di produzione musicale, cui collaborano quest’anno 7 eccellenti ensemble residenti cui si aggiunge un’opportunità creativa sperimentale inedita, grazie a un eccezionale sound design lab per il live electronics (guidato da Alvise Vidolin e Nicola Bernardini), tutti tratti d’eccellenza che si ritrovano, riuniti “a sistema”, soltanto alla Chigiana.

Out of Nature – che può significare tanto “dalla natura” quanto “il più lontano possibile da essa” – è il fil rouge che unisce tutti i concerti e gli eventi in cartellone: un’esperienza di scoperta dei più inediti legami tra musica e natura, un rapporto che ha assunto molte forme nell’arco dei secoli.

Protagonista del programma del Festival, accanto ai grandi concerti dedicati al repertorio classico e romantico, al Rinascimento italiano, all’opera settecentesca, è come sempre la musica del XX e del XXI secolo, con particolare attenzione all’incontro tra la musica strumentale e il live electronics. Nel 2019 il Festival farà omaggio al grande compositore Iannis Xenakis.

 

Le erogazioni liberali saranno utilizzate a copertura di tutte le spese sostenute per la realizzazione del Festival 2019, partendo da quelle ammissibili ai fini FUS.&l


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L’Accademia, nata nel 1932, ha sempre organizzato, dalla sua costituzione, attività concertistiche estive a stretto contatto con i corsi di perfezionamento (che fino al 2014 vedevano le rassegne di concerti chiamate Estate Musicale Chigiana e Settimana Musicale Senese).

Dal 2015 l’Accademia Musicale Chigiana ha proseguito la propria attività nel campo della programmazione di musica colta, opera, contemporanea e multimedialità, con il festival estivo “Chigiana International Festival and Summer Academy” (Luglio-Agosto) che, interamente ridisegnato nella struttura e nella tipologia dell’offerta, riunisce sotto un'unica e rinnovata programmazione l’intera stagione concertistica estiva dell’Accademia, articolata in aree tematiche (today, expanded, mix, legends, factor, off the wall).

 “Chigiana International Festival and Summer Academy” si qualifica come il primo festival in Italia di alto profilo internazionale che unisce e collega in maniera organica e coordinata la produzione (festival), l'alta formazione e la diffusione musicale (summer academy).

Il Festival ospita annualmente  (con i suoi ca 50 concerti) artisti del più alto profilo professionale, mantenendo quello standard che negli anni ha portato a Siena musicisti del calibro di Daniel Barenboim, Claudio Abbado, Maurizio Pollini, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Lilya Zilberstein, Boris Belkin, Jurij Bashmet, Alexander Lonquich, Misha Maisky e molti altri. Sono nomi di artisti che hanno fatto e stanno facendo la storia della musica e dell'interpretazione concertistica a livello mondiale.