I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Cortemilia è caratterizzata dalla presenza di un pregevole centro storico di impianto medievale. Di particolare rilievo la presenza dei "portici"  storici caratterizzanti i tratti iniziali dei due assi viari centrali: via Dante Alighieri nel Borgo San Michele, e via Cavour nel Borgo San Pantaleo dove si osservano basse e strette arcate in muratura di pietra, a volte a sesto acuto, con altezza d’imposta contenuta e capitelli che mantengono stilemi trecenteschi. Le medesime caratteristiche gotiche con altezze poco pronunciate degli archivolti e delle volte a crociera, la si può altresì riscontrare in tutto il primo tratto dei portici di San Pantaleo, in via Cavour (con l’esclusione delle campate di ricostruzione novecentesca); mentre il tratto successivo è evidentemente frutto di una totale ricostruzione settecentesca di pregio, corrispondente agli ampi ed altissimi portici dell’imponente e notevole Palazzo Racca. Se, come si è poc’anzi ricordato, la "porticatura" conserva in buona parte caratteri trecenteschi, così non è per quanto riguarda i fronti degli edifici corrispondenti, i quali presentano al contrario caratteristiche tipicamente barocche, frutto di successivi processi di riplasmazione degli edifici eseguiti tra il XVII e il XIX secolo, e dovuti principalmente alle mutate esigenze abitative dell’era moderna.

 

Informazioni sullo stato della conservazione

In generale il corpo edilizio storico del centro, nel suo insieme, si presenta in discreto stato di conservazione, con alcune emergenze di maggiore degrado ed occasionalmente di fatiscenza, dovute al prolungato abbandono dei fabbricati ed all’assenza di interventi manutentivi costanti. Si evidenziano inoltre numerosi strappi nel tessuto urbano medievale, costituiti da interventi puntuali di demolizione massiccia e successiva ricostruzione realizzati negli anni Sessanta e Settanta dello scorso secolo, fenomeni fortunatamente completamente esauriti da tempo.

Una situazione generale che, allo stato di fatto, si riflette ovviamente anche sui tratti porticati delle vie Dante e Cavour, oggetto del presente progetto, dove si riscontrano alcuni inserti moderni incongrui che hanno interrotto l’originaria continuità dei percorsi porticati.

Come accennato in premessa l’intervento che viene qui proposto è costituito dai lavori di restauro conservativo e ripristino proprio dei due percorsi porticati dei borghi di San Michele e San Pantaleo sopra brevemente descritti, ed affacciantisi sulle due vie centrali Dante Alighieri e Cavour. Si tratta di un intervento che andrà ad inserirsi quale coerente prosecuzione della notevole ed articolata iniziativa di riqualificazione generale del centro storico di Cortemilia, intrapresa in tempi recenti, e che vanta già numerose fasi eseguite e portate a termine.

Gli interventi di valorizzazione urbanistica ed architettonica del centro storico che si sono susseguiti negli anni addietro, hanno permesso di ottenere il risultato di un primo e già sostanziale recupero dell’originario nucleo medioevale del conglomerato urbano cortemiliese, seppure con le sue varie integrazioni, modifiche e sovrastrutture sedimentatesi nel corso del tempo. Un’opera di recupero alla quale tuttavia, per essere completata, mancano ancora parecchi passi, tra i quali il primo in ordine di importanza ed urgenza appare evidentemente il completamento del restauro dei portici, oggetto del presente progetto.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Portici oggetto dell'intervento di restauro sono fruibili liberamente dal pubblico essendo parte integrante della vialbilità pedonale pubblica.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Lavori in corso

COSTO COMPLESSIVO 337.000,00 €

 slide

DESCRIZIONE INTERVENTO

L’intervento di cui al presente progetto contempla tutte quelle lavorazioni che si rendono necessarie per ottenere il corretto ripristino delle superfici di pareti, volte in muratura e soffitti lignei, ridonando il più possibile ai porticati l’aspetto originario. Si prevede pertanto innanzitutto la rimozione di tutti gli elementi incongrui presenti sulle superfici, quali alcuni brutti rivestimenti recenti in marmo o altro materiale non idoneo, il consolidamento a “scuci e cuci” delle zone ammalorate delle murature in pietra e mattoni, il successivo risanamento e ripristino generale degli intonaci a calce e delle tinteggiature sulle pareti, sui pilastri e sulle volte, ed il restauro e riverniciatura protettiva dei pregevoli soffitti in legno presenti in alcune campate.

Entrando maggiormente nel dettaglio, il progetto in esame, è costituito dall’esecuzione delle seguenti opere su entrambi i tratti porticati di San Michele e di San Pantaleo:

1) Restauro volte in muratura e solai lignei:

2) Restauro pareti e pilastri:

3) Ripristino pavimentazioni: