I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Pietro Piva (1864-1925) nipote del suo omonimo che acquisto inizialmente la proprietà, fu colui che decise di costruire la villa (ora denominata “dei Cedri”) come residenza di famiglia vicino al filatoio di Martignago.

Pietro Piva acquisì nel 1889 dal Comune la via Bottoia ed altre proprietà del borgo non ancora in possesso dei Piva. Demolì gran parte del vecchio borgo Martignago, perciò le preesistenze collocate intorno alla manifattura furono distrutte per far posto alla villa e al parco, che furono progettate secondo i gusti del periodo (giardini ecclettici).

Il parco, spazio del tutto privato e rinchiuso da alte recinzioni, ricalca fedelmente gli stili romantici.

L’ex opificio di Villa dei Cedri è il manufatto architettonico più rilevante di un insieme di annessi inseriti nel parco di matrice romantico eclettico di Villa dei Cedri. Ha un’origine antica inserita nell’ex Borgo Martignago successivamente demolito per far posto a Villa Piva. Trae la sua origine dalla presenza della sorgente d’acqua del torrente Cordana.

Utilizzato prima del ‘700 come mulino da grano poi trasformato in filatoio per seta. Al suo interno veniva utilizzata una particolare macchina lignea definita “incannatoio alla bolognese” che produceva una seta di alta qualità detta “organzino”, Nell’800 vi è stata la trasformazione definitiva con la realizzazione di Villa Piva e il parco di stile eclettico che hanno definitivamente destinato i locali a cantina e stalle.

Informazioni sullo stato della conservazione

Mentre il corpo principale di Villa dei Cedri e l’attigua barchessa sono in buono stato risulta evidente il degrado dell’ex Opificio. Attualmente è in corso il recupero dell’ala ovest del manufatto, con il restauro delle facciate esterne, il ripristino del sistema di deflusso delle acque del torrente Cordana che un tempo alimentava l’opificio, il recupero degli ambienti interni con la realizzazione del M.A.I.P. –Museo dell’Archeologia Industriale e del Paesaggio.

Il recupero dell’ala est è in fase di progettualità in attesa del reperimento di fondi.

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La villa e il parco vengono concesse su richiesta per eventi e manifestazioni. 

Il parco inoltre viene utilizzato come parco pubblico ed è aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 23.00

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 3.927.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento su Villa dei Cedri e il relativo parco comprende i seguenti interventi:

A) INTERVENTI STRALCIO FUNZIONALE A (A1+A2) ex opificio, ala ovest in fase di realizzazione:

Al) INTERVENTI AL PIANO TERRA, INTERRATO E PRIMO PER M.A.I.P. (in fase di realizzazione nel 2018);

A2) INTERVENTI DI COMPLETAMENTO PER M.A.I.P. (impianti e allestimento multimediale)

INTERVENTI DI COMPLETAMENTO IPOTIZZATI:

  • Realizzazione impianti piano primo
  • Completamento ambienti piano primo (velature, pavimenti e sottopavim.)
  • Realizzazione impianti piano interrato
  • Rifacimento intonaci piano interrato
  • Realizzazione pavimentazione in resina piano interrato
  • Realizzazione 7 serramenti piano interrato
  • Allestimento, dispositivi multimediali ed illuminazione accesso piano terra
  • Allestimento, dispositivi multimediali ed illuminazione M.A.I.P. piano terra
  • Allestimento, dispositivi multimediali ed illuminazione M.A.I.P. piano primo
  • Realizzazione modello incannatoio alla bolognese per M.A.I.P. piano primo
  • Demolizione pensilina corte, pavimentazione, illuminazione ed arredo

 

B1) INTERVENTI SU PORZIONE NORD-EST DELL'EDIFICIO

INTERVENTI IPOTIZZATI:

  • Interventi strutturali (cerchiaggi e fondazioni)
  • Rifacimento porzione tetto
  • Restauro facciate
  • Serramenti ed oscuri
  • Realizzazione ambienti interni ristorante / bai-
  • Realizzazione impianti elettrico e termotecnico ristorante / bar
  • Finiture ristorante / bar piano terra (porte, pavim.e dipint. interne)
  • Arredi cucina e sala ristorante / bar piano terra
  • Arredi esterni, pergolato plateatico ristorante / bar piano terra
  • Realizzazione ambienti interni M.A.I.P. - fase 2 - piano primo
  • Realizzazione impianti elettr. e termotec. M.A.I.P. - fase 2 - PP
  • Finiture M.A.I.P. - fase 2 - PP (porte, pavim.e dipint. interne)
  • Allestimento, dispositivi multimediali, illuminazione - fase 2 - PP

 

B2) INTERVENTI SU PORZIONE ALA EST DELL'EDIFICIO (abitazione custode e bike point)

  • Interventi strutturali (cerchiaggi e fondazioni)
  • Rifacimento porzione tetto
  • Restauro facciate
  • Serramenti ed oscuri
  • Realizzazione ingresso abitazione custode piano terra
  • Realizzazione ambienti interni abitazione custode PP per circa 100 mq
  • Realizzazione impianti elettrico e termotecnico abitazione custode
  • Finiture abitazione custode (porte, pavimentazioni e dipinture inteme)
  • Realizzazione ambienti interni bike point piano terra
  • Realizzazione impianti elettrico e termotecnico bike point piano terra
  • Finiture e attrezzate bike point (porte, pavimentazioni, ecc...)

 

E) INTERVENTI Stralcio funzionale E: parco villa dei Cedri:

INTERVENTI IPOTIZZATI:

  • Sistemazioni aree esterne nord-est ex opificio
  • Realizzazione teatro naturale
  • Realizzazione giardino multisensoriale
  • Riapertura tratto torrente Cordana interrato
  • Realizzazione specchio d'acqua e videomaping
  • Illuminazione esterna parco