I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

La Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte promuove i linguaggi artistici come esperienze di animazione sociale, seguendo l’esempio di Hans Werner Henze che a Montepulciano ha ideato nel 1976 il Cantiere Internazionale d’Arte per stimolare il confronto tra il territorio della Valdichiana e l’orizzonte europeo.
L’Istituto di Musica Hans Werner Henze, gestito dalla fondazione, con i suoi 40 insegnanti, coinvolge oltre 1.000 allievi in tutto il territorio, dai neonati ai decani. Sono invece più di 100, ogni anno, gli allestimenti di spettacoli realizzati dalla Fondazione: opere liriche, concerti, teatro, mostre, danza, performance.
Il Teatro Poliziano, gestito dalla Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, propone una stagione invernale di prosa ben presente sul panorama nazionale, con un cartellone ricco di personaggi illustri e spettacoli inediti, produzioni fresche e curiosità, in linea con i teatri più prestigiosi d'Italia.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

IMPORTO 40.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Internazionale, multidisciplinare, devoto alla crescita culturale dei giovani e alla valorizzazione della creatività contemporanea, da sempre inteso come evento inclusivo e collettivo, lontano dalle logiche di ogni divismo. Dopo 48 anni il Cantiere Internazionale dell’Arte riconferma, edizione dopo edizione, la sua aderenza al sogno utopistico del suo fondatore, il compositore e intellettuale tedesco Hans Werner Henze, che volle trasformare uno dei borghi più incantevoli e autentici della Toscana in una fucina di bellezza socialmente utile attraverso il linguaggio sovranazionale della musica. Il Cantiere è un evento d’arte, democratico e orizzontale, festa delle comunità popolari.
Le produzioni artistiche si configurano infatti come residenze creative tese alla cooperazione tra professionisti affermati e giovani talenti.
Il 48° Cantiere Internazionale d'Arte presenta dal 14 al 30 luglio 2023 un programma intenso di appuntamenti di spettacolo dal vivo. Montepulciano e gli altri 8 Comuni della Valdichiana Senese, tutti sotto ai 15.000 abitanti, ravvivano così l’offerta culturale di un’area interna distante dai centri urbani con 35 appuntamenti, articolati tra opera, concerti sinfonici, teatro musicale contemporaneo, danza, programmi cameristici e performance originali. Dal progetto musicale che si ispira e si realizza al sensazionale scavo archeologico di San Casciano dei Bagni fino alle altre creazioni site-specific, la scelta degli spazi rafforza il legame con il turismo culturale. Con la direzione artistica di Mauro Montalbetti, che abbina radici classiche ed estro contemporaneo, il festival si conferma inoltre come un’occasione di incontro tra artisti stimati e giovani entusiasti.
I profili artistici dei partecipanti al Cantiere Internazionale d’Arte conferiscono alla manifestazione un’autorevolezza che ne afferma la rilevanza nello scenario mondiale.
Il progetto è sostenuto dal Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comuni di Montepulciano, Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 30.000,00 €

 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Internazionale, multidisciplinare, devoto alla crescita culturale dei giovani e alla valorizzazione della creatività contemporanea, da sempre inteso come evento inclusivo e collettivo, lontano dalle logiche di ogni divismo: dopo 47 anni il Cantiere Internazionale dell’Arte riconferma, edizione dopo edizione, la sua aderenza al sogno utopistico del suo fondatore, il compositore e intellettuale tedesco Hans Werner Henze, che volle trasformare uno dei borghi più incantevoli e autentici della Toscana in una fucina di bellezza socialmente utile attraverso il linguaggio sovranazionale della musica. Il Cantiere è un evento d’arte, democratico e orizzontale, festa delle comunità popolari.  

Tra Opera, danza, teatro musicale, concerti, progetti site specific, il 47° Cantiere Internazionale d'Arte presenta dal 16 al 31 luglio un programma intenso di appuntamenti di spettacolo dal vivo che, partendo da Montepulciano, coinvolgono le aree di Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda. Con la direzione artistica di Mauro Montalbetti, che abbina radici classiche ed estro contemporaneo, il festival si conferma inoltre come un’occasione di incontro tra professionisti affermati e giovani talenti.

OPERA
Rita
, un titolo meno frequentato del repertorio di Donizetti è individuato per la produzione operistica ospitata dal Teatro Poliziano: un atto unico caratterizzato dalla verve musicale, sarà presentato per la prima volta nella riduzione per ensemble. Regia di Vincent Boussard, direzione Marc Niemann, Orchestra Filharmonie.  

CONCERTI SINFONICI E ORCHESTRALI
Due orchestre giovanili - quella Poliziana nata col Cantiere e l’Orchestra Giovanile del Conservatorio della Svizzera Italiana - e due orchestre di provata esperienza - l’Orchestra della Toscana e i Dresdner Symphoniker.

DANZA
Due coreografie contemporanee sul palco di Piazza Grande con musica dal vivo. Nella prima parte due stelle della danza europea, Silvia Azzoni e Alezandre Ryabko interpretano Narciso ed Eco; s’intitola invece Camera Obscura la creazione proposta da Michele Pogliani – Mp3 project.

FOCUS PASOLINI
PSLN è il progetto olistico di Roberto Paci Dalò che vuole permeare tutta la città di Montepulciano per un’intera giornata di performance dedicate all’anniversario di Pasolini. Un lavoro di teatro dell’ascolto che riunisce voci soliste, Corale Poliziana, Banda Poliziana e una tessitura di live electronics.

TEATRO MUSICALE
Kammermusik 1958 di Henze
Considerato tra i capolavori henziani, il ciclo di lieder Kammermusik 1958 sarà reso in forma di teatro musicale grazie alla regia di Stefania Bonfadelli; per l’esecuzione musicale interviene la Dresdner Symphoniker, diretta per l’occasione da Marc Niemann.

Decameron al Castello di Sarteano è invece la realizzazione di teatro musicale firmata da Laura Fatini a Nuova Accademia degli Arrischianti che, per ognuna delle sei serate in agenda, mettono in scena tre diverse novelle boccaccesche.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 30.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il 46° Cantiere Internazionale d'Arte presenta la nuova direzione artistica di Mauro Montalbetti che abbina radici classiche ed estro contemporaneo. Dal 15 luglio all’1 agosto, sono 36 gli appuntamenti tra opera, danza, teatro musicale, concerti, progetti site specific, letture. A partire da Montepulciano, sono coinvolte le aree di Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda, in una cooperazione tra professionisti affermati e giovani talenti.

Figli di un dio ubriaco
Una produzione ibrida tra musica barocca, danza contemporanea e recitazione. Il progetto è di Michela Lucenti (coreografa per La Traviata di Martone/Gatti trasmessa da Rai3). In Piazza Grande, sette attori/danzatori di Balletto Civile, con la parte musicale e vocale dell’Ensemble Cremona Antiqua, diretto da Antonio Greco.

Else
Nuova opera contemporanea commissionata al compositore Federico Gardella e alla drammaturga Cecilia Ligorio che firma anche la regia di un lavoro ispirato ad Arthur Schnitzler. In coproduzione con Fondazione Teatri di Reggio Emilia e in collaborazione con Accademia di Belle Arti di Macerata, l’esecuzione è assegnata alla qualità dell’Ensemble Risognanze, con la prestigiosa direzione di Tito Ceccherini.

CONCERTI SINFONICI E ORCHESTRALI

  • Orchestra della Toscana insieme agli specialisti del Trio Kanon, con il direttore Antonio Greco, propone un excursus classico, da Händel a Haydn (con l’elaborazione del periodo luttuoso) fino a un liberatorio Beethoven. L’ORT torna poi sotto la autorevole bacchetta di Markus Stenz a rinnovare l’idillio italo-germanico della manifestazione.
  • Orchestra Poliziana collabora come si confà al Cantiere con artisti prestigiosi. Con la direzione Antonio Greco, presenta in prima assoluta il brano L’aurora commissionato a Carlo Boccadoro abbinata a classici di Vivaldi. Per il popolare Concerto di Chiusura in Piazza Grande, l’Orchestra Poliziana è affiancata dal celeberrimo pianista Davide Cabassi e dalla Corale Poliziana.

LILI ELBE SHOW
Ispirata alla vicenda dell’artista transgender, la coreografia di Riva-Repele coinvolge celebrità della danza quali Silvia Azzoni e Yumi Aizawa; l’Orchestra Giovanile Italiana esegue dal vivo partiture di Bach e Paolo Gorini, con la guida di Marc Niemann, direttore tra i più quotati della nuova scena tedesca.

TEATRO MUSICALE La coproduzione con Nuova Accademia degli Arrischianti è in scena al Castello di Sarteano; i registi Laura Fatini e Gabriele Valentini allestiscono il ritorno alla realtà dopo un lungo sonno, con la metafora della bella addormentata.

E ancora i due pianoforti dell’acclamato Michele Campanella con Monica Leone, il recital di Davide Cabassi, le sonorizzazioni site-specific al Lago di Montepulciano e alla Cantina Dei. Si celebrano poi gli anniversari di Dante (con un insolito concerto vocale contemporaneo), Piazzolla (con Orquesta Minimal Flores de Alma e la chitarra sola di Luigi Attademo) e Stravinskij (nella declinazione pianistica).


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

IMPORTO 15.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il Cantiere Internazionale d'Arte si caratterizza per la realizzazione di produzioni artistiche in ambito musicale, opertistico, teatrale, performativo. Lungi dall'inseguire l'impostazione del festival commerciale, il Cantiere Internazionale d'Arte assume l'approccio della residenza creativa dove gli spettacoli prendono forma in relazione al contesto ospitante, quello cioè della Valdichiana Senese e in particolare di Montepulciano. A tal fine l'intervento si configura come sostegno alle diverse produzioni artistiche che imbastite nell'ambito del Cantiere Internazionale d'Arte, valorizzando soprattutto l'interazione tra professionisti affermati e giovani talenti.


NOTE Intervento archiviato