I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

L'Archivio di Stato di Brescia, organo periferico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, è un istituto deputatoalla conservazione della documentazione storica prodotta dagli uffici preunitari e statali attivi sul territorio provnciale. L'istituto conserva circa 24.000 metri linerari di documentazione che dall'Alto Medioevo giungono sino ai giorni nostri. 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

L'Archivio di Stato di Brescia, organo periferico del Ministero per i beni e le attività culturali, è preposto alla conservazione della documentazione storica prodotta dagli uffici statali pre e post unitari presenti sul territorio provinciale. Inoltre l'Istituto conserva importanti archivi storici di enti locali e di famiglie del territorio. Consta di circa 24.000 metri lineari di documentazione che dall'alto Medioevo giunge sino ai giorni nostri.

Il progetto si propone il sostegno all'attivita di fruizione e valorizzazione svolta dall'Istituto, dagli interventi di riordino e descrizione dei fondi alle migliorie dei servizi resi agli utenti.


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO Non definito (Sostegno generico)

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'Archivio di Stato di Brescia, organo periferico del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, è preposto alla conservazione della documentazione storica prodotta dagli uffici statali pre e post unitari presenti sul territorio provinciale. Inoltre l'istituto conserva importanti archivi storici di enti locali e di famiglie del territorio. Consta di circa 25.000 metri lineari di documentazione che dall'alto Medioevo giunge sino ai giorni nostri.

Il progetto propone il sostegno all'attività di fruizione e valorizzazione svolta dall'istituto, dagli interventi di riordino e descrizione dei fondi alle migliorie dei servizi resi agli utenti.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 40.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

DESCRZIONE

Il progetto prevede un approfondito lavoro di riordino e valorizzazione di un archivio composto da documentazione prodotta da diverse istituzioni pubbliche di età veneziana. Il fondo, ad oggi non inventariato in maniera analitica, risulta determinante per la conoscenza delle vicende storiche di Brescia e del suo distretto lungo un arco cronologico che dal Basso medioevo giunge sino all’età napoleonica (1426 - 1797). Il progetto è articolato in tre fasi:

  • Censimento del materiale archivistico, al momento stimato in circa 500 unità tra registri e buste;
  • Inventariazione analitica del fondo e indicizzazione, con la produzione di una banca data descrittiva;
  • Selezione della documentazione oggetto della digitalizzazione, con particolare riferimento al materiale grafico: mappe catastali, progetti architettonici e ingegneristici.

 

CRONOPROGRAMMA

PRIMA FASE (durata mesi 2): Censimento preliminare

La prima fase del progetto sarà svolta da 1 archivista che dovrà svolgere il censimento preliminare del fondo. Il censimento appurerà la consistenza effettiva del patrimonio documentario conservato dall’Archivio di Stato di Brescia.

SECONDA FASE (durata mesi 7): Inventariazione

La seconda fase del progetto consisterà nell’effettiva inventariazione analitica del fondo attraverso l’uso del sw Archimista.

Oltre alla descrizione del complesso archivistico e delle sue partizioni, saranno raccolte informazioni concernenti i soggetti produttori della documentazione confluita nel fondo, gli strumenti di corredo disponibili, la bibliografia e le fonti.

TERZA FASE (durata mesi 3): Digitalizzazione e Indicizzazione

Durante la terza fase si digitalizzeranno e indicizzeranno circa 500 elaborati grafici selezionati nel corso dell'inventariazione, per la successiva pubblicazione online.


NOTE Intervento archiviato