I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Il Museo, svolge le seguenti attività:

o ricerca e studio sulle collezioni e sui beni che conserva;
o conservazione, restauro, manutenzione e valorizzazione dei beni;
o didattica, formazione e divulgazione dei contenuti;
o catalogazione delle proprie collezioni;
o raccolta, conservazione e valorizzazione dei beni documentari e archivistici e offerta di servizi di informazione e consultazione al pubblico;
o gestione della sicurezza e degli allestimenti;
o prestiti di beni;
o gestione delle risorse umane assegnate al Museo;
o gestione delle risorse finanziarie e strumentali;
o comunicazione e promozione della conoscenza delle collezioni, realizzazione di convegni, eventi, mostre e altre iniziative pubbliche;
o produzione editoriale e di merchandising;
o gestione diretta o indiretta e indirizzo dei servizi museali; o fundraising, marketing, servizi al pubblico.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA APERTA


RACCOLTA FONDI

Raccolta aperta

Raccolta aperta

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 8.000.000,00 €

 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Progetto di acquisto

Le donazioni contribuiranno all’acquisto di un’importante opera di Gian Lorenzo Bernini, il Busto in bronzo di Urbano VIII Barberini, eseguito nel 1658 per il cardinale Antonio Barberini e attualmente di proprietà dei discendenti.

Si tratta di un’occasione irripetibile per arricchire la collezione della Galleria Borghese con un capolavoro di uno dei suoi artisti maggiormente identitari, Gian Lorenzo Bernini.

Il personaggio raffigurato è Urbano VIII, una figura strettamente connessa alle vicende della collezione di Scipione Borghese della quale fu il teorico ispiratore. Così come fu l’ideatore e il commentatore dei temi rappresentati da Gian Lorenzo Bernini nelle monumentali sculture che l’artista realizzò giovanissimo per la Villa Borghese, dove ancora si trovano.

L’opera è dunque legata strettamente al luogo che attende di ospitarla. Oltre che per il suo intrinseco valore storico artistico, l’acquisizione del busto di Urbano VIII costituirebbe quindi una eccezionale circostanza, sia per l’importanza dell’artista che ne è l’autore, sia per il personaggio che vi è rappresentato e colmerebbe la lacuna, per la Galleria Borghese, di non possedere un ritratto del Barberini assieme a quelli degli altri illustri protagonisti della corte borghesiana.

Descrizione storico artistica

Il busto in bronzo di Urbano VIII è un’opera centrale nella produzione di Bernini e in particolare nell’ambito della sua ritrattistica del pontefice. L’opera è documentata e corredata da un’ampia bibliografia. Il ritratto, postumo, fu commissionato all’artista nel 1656 dal cardinale Antonio Barberini e portato a termine due anni dopo; rimase sempre presso la famiglia, fino a giungere all’attuale proprietà per via ereditaria. Di qualità straordinaria, raffigura Urbano VIII con mozzetta e camauro, e presenta un’ape araldica al centro della base: caratterizzata dalla sottigliezza descrittiva di alcuni dettagli, l’opera mantiene altresì intatto, nella resa in bronzo, il potere espressivo del modello in terracotta.

Riconoscimento dei mecenati

All’opera verrà riservato un posto di massimo rilievo all’interno della collezione e i donatori verranno ufficialmente menzionati, qualora acconsentano.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 75.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Il progetto 'Archivi Digitali' nasce dall'emergenza di avviare un potenziamento tecnologico della Galleria Borghese, creatasi a seguito della nuova autonomia del museo, e consiste nella digitalizzazione e acquisizione di tutti i dati relativi agli Archivi, Inventari e Catalogo. L'obiettivo è di rendere disponibile in rete l'intera raccolta archivistica del museo attraverso un database digitale completo. Per la catalogazione e il data entry saranno impiegati giovani storici dell'arte.
L'Archivio Digitale sarà realizzato appositamente per la Galleria Borghese e sarà gestito esclusivamente dal museo. L'Archivio digitale potrà essere fruito da ogi parte del mondo: è necessaria soltanto una connessione internet.


NOTE Intervento archiviato