I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

L'immobile fu costruito negli anni 30 dall' Ing. Carlo Gaudenzi su volontà dell'allora reggente del partito fascista Roberto Farinacci, il quale intendeva trasformare un'area già utilizzata con strutture precarie dall'inizio del 900,  in una costruzione di una colonia elioterapica  che fosse espressione del partito fascista. L' immobile venne realizzato con forme razionaliste e futuristiche tipiche del ventennio e prese spunto dal traslatlantico Rex allora vanto della flotta navale italiana, a lavori ultimati l'immobile prese il nome di " Colonia Roberto Farinacci".  Dopo la caduta del fascismo , l'area restò in stato di semi abbandono, e nei primi anni 70 la giunta Zanoni eseguì alcune opere tra cui la costruzione della vasca "a fagiolo", recinzione e appartamento del custode. La giunta Comunale nel 2004 eseguì ulteriori opere che hanno riguardato la messa in sicurezza , l'ampliamento delle essenze arboree e una riqualificazione delle aree esterne. Attualmente sono in corso i lavori di recupero  finanziati dalla Fondazione Giovanni Arvedi e Luciana Buschini.

Informazioni sullo stato della conservazione

Attualmente l'immobile presenta un notevole stato di degrado, le coperture presentano notevoli infiltrazioni, gli intonaci interni ed esterni sono in parte mancanti ed in fase di distacco, i solai e le scale non hanno le portate previste dalle leggi vigenti, le strutture vanno adeguate alle recenti normative antisismiche, i serramenti sono parzialmente da sostituire/ adeguare, l'impianto fognario e le pavimentazioni del P. Terra sono state compromesse dalle alluvioni del fiume Po. Gli interventi previsti dalla Fondazione Arvedi Buschini sono mirati al ripristino di tutte le parti ammalorate dell'edificio ed alla riqualificazione del parco esterno con recupero delle zone a verde ed inserimento di nuove attività ludiche / ricreative.

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Le modalità di apertura al pubblico verranno determinate successivamente alla consegna dei lavori in concerto con l'Amministrazione Comunale

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 1.980.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

L'intervento prevede il completo recupero delle strutture esistenti con adeguamento alle normative vigenti della portata dei solai, l'adeguamento sismico della struttura, il ripristino di tutti gli intonaci, tinteggiature,serramenti,coperture,impianti e pavimentazioni e servizi annessi. La struttura verrà dotata inoltre di bar/ tavola calda a P. terra e attrezzature ludico/ sportive nel parco esistente.


NOTE Intervento archiviato