I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il nucleo originario di Palazzo Pretorio risale alla fine del '300. L'aspetto attuale è frutto di una stratificazione storica ricca e complessa. Dal 1400 fu sede della Podesteria, del Vicariato e della Pretura subendo, in seguito, consistenti interventi architettonici. Nella seconda metà del ‘600 furono aggiunte all'esterno le logge e successivamente fu rialzata di un piano tutta la struttura accorpando il palazzo adiacente. Dalla fine del '700 sulla superficie del piano superiore si trovano le carceri che furono soppresse nel 1975. Palazzo Pretorio nel 1848 divenne sede della Pretura e fino al 2013 i locali hanno ospitato la Sezione distaccata del Tribunale di Pisa. L'accorpamento di detta sezione a quella del Tribunale di Pisa ha fatto sì che l'Amministrazione Comunale di Pontedera avviasse un'operazione di “abbellimento” in funzione di una nuova destinazione d'uso dello storico edificio. Grazie alla posizione centrale rispetto al tessuto urbano, Palazzo Pretorio si configura come un presidio di grande rilevanza, strategico e baricentrico per la città e il territorio: uno spazio importante per organizzare eventi, mostre temporanee, convegni, forum ed attività legate ai linguaggi rivolti alle giovani generazioni.

Al momento è in corso di attuazione un piano unitario di valorizzazione architettonica e culturale finalizzato ad implementarne la conoscenza e l'apertura al pubblico attraverso una riqualificazione della superficie del primo piano dedicata alla fruizione culturale ed una connotazione filologica dei contesti storici interni.

Informazioni sullo stato della conservazione

Palazzo Pretorio è stato oggetto nei secoli di molteplici interventi architettonici che ne hanno modificato la struttura originaria. Attualmente è in fase di attuazione un piano unitario di manutenzione, valorizzazione architettonica e protezione dei locali posti al primo piano per la creazione di un polo culturale.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Attualmente i locali destinati all'intervento non sono visitabili poiché delimitati come area di cantiere.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 12.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Realizzazione di una nuova linea di alimentazione idraulica alle batterie di riscaldamento/raffrescamento a partire dalla centrale termica esistente, completa di circolatori, tubazioni, coibentazione, intercettazioni e pezzi speciali.


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 31.200,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Installazione di un sistema anti-intrusione, anti-effrazione, di sensori a micro onde, infrarossi a tenda, antincendio


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 38.800,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Installazione impianto di illuminazione a norma CEI


NOTE Intervento archiviato


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 30.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Installazione di una Centrale di Trattamento Aria da 3.300 mc/h per il controllo microclimatico della temperatura ed umidità negli ambienti completa di idoneo sistema di filtraggio, recupero del calore, sezioni di raffreddamento/riscaldamento, ventilatori, umidificazione/deumidificazione aria e termoregolazione.


NOTE Intervento archiviato