I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.

Attività principali dell'istituzione

Attualmente gli allestimenti espositivi, del Museo -Giardino della civiltà della seta in Racconigi, comprendono una parte più propriamente didattica (la civiltà della seta) ed una più scenografica ed evocativa (fasi, ruoli, mansioni, complessità della filiera).

Attraverso pannelli didattici, ambientazioni scenografiche, modelli, riproduzioni di antichi documenti ed una sezione multimediale, il Museo sviluppa il racconto di sei secoli di storia serica della città e dello stato sabaudo.

Il Museo si caratterizza non come un “museo delle macchine”, ma come spazio di narrazione multidisciplinare di un’esperienza di comunità in campo economico, tecnologico, urbanistico, socio-assistenziale.

Il progetto di rifunzionalizzazione prevede l’ampliamento del museo con il suo  riallestimento attraverso , la chiusura delle arcate del portico con vetrate, il rifacimento dell’impiantistica e la sistemazione della porzione di giardino prospiciente il portico.

Per gli allestimenti, sono previsti pannelli didattici, postazioni multimediali, esposizione di modelli e diorami, esposizione di documenti storici originali, riproduzioni ad alta definizione di documenti dell’Archivio Storico Comunale.

Inoltre, allestimenti scenografici atti a ricostruire gli ambienti di lavoro sia rurali, sia industriali, del settore serico. Infine  momenti di vita contadina,  proposti in chiave di interpretazione etnografica sulla base di una vasta raccolta di oggetti contadini ed artigianali, riscoperti e restaurati. 

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 128.533,80 €

 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

Il complesso dell’Ex Convento delle Clarisse è situato nel centro storico di Racconigi, compreso nell’isolato tra le vie S. Chiara a sud, vicolo San Giovanni ad est, Via Garibaldi ad ovest e piazza Burzio (attuali giardini) a nord. In questo isolato sono vissute, in tempi successivi, due comunità religiose femminili, più precisamente dal 1623 al 1802 le Monache Domenicane e dal 1880 al 1963 le Monache di Santa Chiara, dette anche Clarisse. Il Museo – Giardino della Civiltà della Seta è attualmente ospitato in alcuni locali della manica sud ed ovest dell’ Ex convento della Clarisse in Piazza G.A. Burzio di Racconigi. Il porticato esterno ed i pilastri dello stesso hanno problemi generalizzati di distacco dell’intonaco , parimenti nell’interno dei locali museali l’intonaco è distaccato in più punti. I vetusti impianti devono essere rifatti e messi a norma , i nuovi allestimenti del museo sono previsti con pannelli didattici, postazioni multimediali, modelli, diorami, esposizione di documenti storici originali, riproduzioni ad alta definizione di documenti dell’Archivio Storico Comunale e allestimenti scenografici atti a ricostruire gli ambienti di lavoro sia rurali, sia industriali, del settore serico e momenti di vita contadina.


NOTE Intervento archiviato