I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi degli artt. 10, 12 e 13 del D.L.gs. 22 gennaio 2004, n.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio)

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, riconosciuto tra i venti musei più importanti d’Italia, oltre ai magnifici Bronzi di Riace conserva una ricca collezione di reperti provenienti dall’intera Calabria e da altre aree della Magna Grecia.Tra questi reperti, nei depositi è conservato un mosaico in tessere bianche e nere raffigurante motivi a pelta contrapposti, rinvenuto fortuitamente nel 1881 a Reggio Calabria e databile all'età imperiale. L'obiettivo di questo restauro è quello di valorizzare l'opera e renderla fruibile, assicurandone la conservazione e restituendole una migliore leggibilità per l'esposizione al pubblico.

Informazioni sullo stato della conservazione

Il pavimento musivo presenta attualmente un cattivo stato di conservazione: sporco superficiale di diversa coerenza; processi di distacco delle tessere musive dallo strato di allettamento originario e lungo i bordi; localizzati processi di polverizzazione della malta di allettamento. Il supporto ligneo, realizzato alla fine del XIX secolo, presenta un avanzato processo di degrado causato da insetti xilofagi.

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, affacciato sulla centrale piazza De Nava e a breve distanza dall'imbocco del lungomare «I. Falcomatà», è un edificio progettato, fra i primi in Italia, ai soli fini dell'esposizione museale; è opera di Marcello Piacentini, uno dei massimi architetti del periodo fascista, che lo concepì in chiave moderna dopo aver visitato i principali musei di Europa. Il 30 aprile 2016 è stato inaugurato il nuovo allestimento dell'esposizione permanente, sviluppata su quattro livelli con oltre 200 vetrine e migliaia di reperti. Il Museo ospita al suo interno almeno due mostre temporanee, continuamente rinnovate. Il Museo, diretto dal prof. Carmelo Malacrino, è aperto dal martedì alla domenica con orario continuato dalle 9.00 alle 20.00. Gli uffici sono aperti dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 14.00.

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Raccolta fondi

COSTO COMPLESSIVO 2.000,00 €

DESCRIZIONE INTERVENTO

Catalogazione e documentazione grafica e fotografica. Mosaico: intervento di protezione del fronte; isolamento fra la superficie posteriore del mosaico e il supporto ligneo; rimozione dello sporco superficiale e pulitura del retro; stuccatura delle microlesioni, delle lesioni antiche e delle lacune antiche e moderne; consolidamento delle tessere e degli strati di preparazione originari; stuccatura finale del perimetro. Supporto ligneo: analisi preliminare dello stato di degrado; disinfestazione del materiale ligneo mediante trattamenti specifici. Documentazione finale ed esposizione al pubblico.