I contenuti pubblicati sono a cura dell’Ente beneficiario delle erogazioni liberali il quale dichiara che i dati trasmessi sono conformi all’ art. 1 – Art Bonus - Decreto Legge 31 maggio 2014, n. 83 e s.m.i.
L’Ente dichiara che il bene oggetto di erogazioni liberali è di interesse culturale ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs. 22 gennaio 2004 N.42 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio).

Descrizione di carattere storico artistico relativa all’oggetto

La fontana, ubicata in Viale Vittorio Veneto a Città di Castello, denominata "Fontana dell'Angioletto è un manufatto di pregevole fattura; si tratta infatti di una vasca in pietra polilobata di circa mi. 5 di diametro contenente al centro un fusto esagonale che termina in elevazione con un catino (sempre in pietra calcarea) su cui si imposta un angioletto tridimensrinale rn bronzo che si presume eseguito dalla Scuola di Donatello (prima metà del see. XV) ma non esistono attribuzioni certe documentate su tale ipotesi.

Informazioni sullo stato della conservazione

La fontana è dotata di un sistema di ricìrcolo defl'acqua (alimentato da pompa elettrica) che genera lo zampillo centrale (gioco d'acqua). l piano vasca, attualmente non più dotato della necessaria impermeabilizzazione, non permette la tenuta e quindi non è possibfle mantenerla riempita e garantire cosi il gioco d'acqua tipico della fontana.
Inoltre l'Angiotetto è completamente coperto da incrostazionì di calcare che non consentono di percepire appieno la manifattura dell'opera e il materiate con cui è realizzata (bronzo).
Pertanto le attivjtà necessarie per poter manutenere e "riattivare" la fontana sono di seguito elencate:



Progetto di restauro redatto da un restauratore ai sendi de Decreto legislativo 42/2004, con relazione metodologica delel attività da effettuare.

Pulitura e restauro dell'Angioletto con asportazione delel incrstazioni di calcaree accumulato sulla superficie e consolidamento e protezione della medesina.

Pulizia deipiani vasca con eliminazione die fanghi e degli attacchi biologici presenti e asciugatura della superficie

Riparazione dell'eventuali lesioni presenti sia nel fondo vasca che nelle partei con materiali compatibili conn l pietra calcarea presente.

Trattamento protettivoi impermeabilizzante del fondo e delle pareti della vasca.

 

 

Informazioni sulla fruizione e orari di apertura

La Fontana si trova in luogo pubblico

DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI CON RACCOLTA CHIUSA


RACCOLTA FONDI

Raccolta chiusa

Raccolta chiusa

FASE ATTUATIVA

Fine Lavori

COSTO COMPLESSIVO 11.000,00 €

 slide
DESCRIZIONE INTERVENTO

La fontana, ubicata in Viale Vittorio Veneto a Città di Castello, denominata "Fontana dell'Angioletto è un manufatto di pregevole fattura; si tratta infatti di una vasca in pietra polilobata di circa mi. 5 di diametro contenente al centro un fusto esagonale che termina in elevazione con un catino (sempre in pietra calcarea) su cui si imposta un angioletto tridimensrinale rn bronzo che si presume eseguito dalla Scuola di Donatello (prima metà del see. XV) ma non esistono attribuzioni certe documentate su tale ipotesi. 

La fontana è dotata di un sistema di ricìrcolo defl'acqua (alimentato da pompa elettrica) che genera lo zampillo centrale (gioco d'acqua). l piano vasca, attualmente non più dotato della necessaria impermeabilizzazione, non permette la tenuta e quindi non è possibfle mantenerla riempita e garantire cosi il gioco d'acqua tipico della fontana. 
Inoltre l'Angiotetto è completamente coperto da incrostazionì di calcare che non consentono di percepire appieno la manifattura dell'opera e il materiate con cui è realizzata (bronzo). 
Pertanto le attivjtà necessarie per poter manutenere e "riattivare" la fontana sono di seguito elencate:


Progetto di restauro redatto da un restauratore ai sendi de Decreto legislativo 42/2004, con relazione metodologica delel attività da effettuare.

Pulitura e restauro dell'Angioletto con asportazione delel incrstazioni di calcaree accumulato sulla superficie e consolidamento e protezione della medesina.

Pulizia deipiani vasca con eliminazione die fanghi e degli attacchi biologici presenti e asciugatura della superficie

Riparazione dell'eventuali lesioni presenti sia nel fondo vasca che nelle partei con materiali compatibili conn l pietra calcarea presente.

Trattamento protettivoi impermeabilizzante del fondo e delle pareti della vasca.